vmware

18 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30
vmware
AllegatoDimensione
Package icon vmware-apploader-805.log_.zip2.2 KB

mio sistema pclx-mate 64 bit kernel 3.15.2.
non riesco ad installare vmware. al termine quando lo lancio mi dice che deve aggiornare il kernel suo e mi va in errore.

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

mi rispondo da solo. curiosato sul forum americano, ho reinstallato il kernel 3.12.20 e tutto funziona. ciao
a proposito, anche se OT, come si fa ad iscriversi al forum americano?

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Per iscriversi al Forum americano si deve far semplicemente la stessa procedura che si effettua per iscriversi in qualunque altro Forum (o, quantomeno, nella maggioranza dei Forum).

1) vai sul Forum in questione (per l'esattezza, vai nella Homepage del Forum);

2) si clicca sulla scritta (che è in realtà un link)
register
(tale scritta apppare in alto a alla sinistra di chi legge nella Homepage del Forum, proprio nella prima riga, a inizio pagina);

3) giunti appa pagina di registrazione, si compila il Form (che è in inglese amerivano: del resto, il Forum tutto è in lingua inglese!), fornendo i propri dati -inclusa una valida casella email- e dando sia il nick che si desidera avere, etc...;

4) dovrebbe poi giungere una email di conferma (all'indirizzo email che si è fornito iscrivendosi) contenente anche un link per confermar -anche da parte dell' Utente- l'iscrizione. Fatto anche ciò, si è regolarmente iscritti.

Una volta iscritti, NON si ha subito accesso a TUTTE le Sezioni del Forum (alcune rimangon comunque inaccessibili). Questa cosa, però, dura solo fin quando non si è raggiunto un certo numero di posts (normali posts postati sul Forum dall'Utente). Raggiunto un certo numero (in verità, assai basso), si sale "di grado" come Utente del Forum e si ottiene accesso a tutte quante le Sezioni riservate agli Utenti (successivamente, dopo aver postato assai di più collaborando attivamente al Forum, si verrà messi in grado di aver accesso anche alle Sezioni specificamente create per gli Sviluppatori, ma queste han, per un normale utente, un interesse poco rilevante). Tali "cambi di livello" avvengono in automatico e son semplicemente il frutto di una attiva, "propositiva" e positiva frequentazione del Forum.

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

ciao monse, è sempre un piacere leggerti.
purtroppo non è più cosi come hai elencato : https://www.dropbox.com/s/7tii7avpu3dd000/Selezione_001.jpg?dl=0
io sono iscritto da tempo e con il traduttore di google riesco a farmi capire ( purtroppo la mia cultura è molto limitata.... ). l'info è per un altro utente che mi aveva chiesto.
ormai sono diventato un pclinux "dipendente" e devo a te la fortuna di avermelo fatto conoscere. nel mio piccolo cerco di trasmettere ad altri.

ot: ho installato in virtuale "bonsai", pclx con openbox. è incredibile la reattività nell'uso. stò aspettando l'occasione di installarla su qualche computer "povero".

un carissimo saluto: mario

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

La scritta che ti appare (e non appare a me, neanche prima di fare Login), informa che il link per la Registrazione è attualmente disabilitato (il che non mi risulta, ma c'è da dire che in quanto ad onniscienza son sempre stato assai scarso) e si richiede di contattare Texstar persso il suo indirizzo email di Google comunicandogli il nick che si desidera adottare e quale password si vuole utilizzare...
Posso soltanto immaginare che il Forum abbia subito qualche gerere di "attacco" (PCLinuxOS è altamente inviso a certa genta che vuol l'affermazione "ecumenica" degli "unti" quale unico e solo "vero linux"... e non è affatto raro che avvengan delle dure "spedizioni punitive" ai danni di PCLinuxOS e dell'intera sua Community) e che Texstar abbia pensato, usando questa via, di render più difficili eventuali "infiltraziuoni ostili" all'interno del Forum medesimo.

In quanto ad Openbox applicato a PCLinuxOS, l'ottimo Taco.22 (della Community di PCLinuxOS) ha messo in piedi una versione di PCLinuxOS Openbox che è ufficialmente supportata dalla Community (la ISO è disponibile su Sourceforge, per i Processori a 32-bit soltanto). Provala: dovrebbe piacerti parecchio.

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

si è quella che ho installato in virtuale:
http://youtu.be/uLDxdbFX89A

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 11 mesi 1 giorno fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Chi sono gli unti di cui parli? Seguaci di una distro in particlare? Sono davvero curioso.

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

500paolo wrote:
Chi sono gli unti di cui parli? Seguaci di una distro in particlare? Sono davvero curioso.

ciao, sul majorana per un problema strano con tv-maxe voleva postare sul forum americano e la risposta è stata quella che ho elencato. come si chiami poi veramente l'utente non saprei. confermo comunque quanto detto prima, non so se è un blocco di telecom oppure no. adesso mi sono incuriosito. provo a connettermi da win con ultrasurf e vedere cosa mi dice. a presto

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

500paolo wrote:
Chi sono gli unti di cui parli? Seguaci di una distro in particlare? Sono davvero curioso.

Quelli secondo i quali UBU è il solo re...

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 11 mesi 1 giorno fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Mamma mia siamo arrivati al sabotaggio e pensare che si dovrebbe essere tutti uniti per mantenere quel poco che abbiamo strappato ai due colossi a pagamento!

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

no, no, ragazzi sono utilizzatori di pclinux. non sembra ma anche altri la stanno scoprendo...... piano piano. il bello è che quando si installa, poi si rimane.
intanto se ne parla su facebook, sul web ( http://www.lffl.org/2014/09/primi-passi-con-pclinuxos.html ) poco alla volta e la curiosità sale. ciao

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Sono vari anni, ormai, che la Community vien sottoposta ad ogni genere di attacchi (attacchi che hanno quasi tutti la medesima "untuosa" sorgente), attuati in molti modi e molte forme. Ho avuto modo di farmene una vista approfondita, e debbo dire che è una cosa molto triste (e -almeno per me- anche irritante). Diciamo che, da parecchi anni, a quel che ho potuto constatare, c'è una sorta di continua "guerra sotterranea" (giocata a cominciar da una suadente propaganda che fonda i propri atouts su uno sfacciato propalar bugie e punta a screditare -come "distro"- spacciandola per pessima se non proprio superflua, la nostra PCLinuxOS e metter fuori gioco la Community) che non disdegna manco -di tanto in tanto, quantomeno- d'utilizzar le vie dell'hackeraggio. La mia impressione è che ci sia molta ignoranza, dietro a codesta "guerra", ma che all'origine di tutto ci sia uno sporco gioco dettato dal denaro (secondo la ben nota regola "commerciale" che insegna: se non puoi "comprare" il tuo nemico [per dopo silenziosamente smantellarlo], la miglior via che ancora ti rimane è di usar qualunque mezzo -senza farsi troppo notare- al fine di condurlo alla chiusura)...

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 11 mesi 1 giorno fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Ho capito, quindi pclinuxos viene osteggiata dalle "concorrenti" sopratutto perche' non attua alcuna forma di marketing che ormai si sta insinuando dentro tutte le "grandi".
Infatti in pclinux non trovi pubblicita' di prodotti a pagamento.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

La cosa è ancora più semplice: ubuntu vuole essere l'unica alternativa possibile al software proprietario.

Messo che anche redhat è commercialmente attiva rivolgendosi soprattutto alle aziende e che debian non se lo sogna proprio di friendlizzarsi più di tanto rinunciando alla propria universalità, restano a dar noia suse, mageia e poco altro oltre a pclinux.

Ergo, la politica diventa per forza quella di isolarsi dal resto delle comunità linux, come è successo in occasione del varo di grub2, dell'adozione del primo codice per uefi o anche, per quanto meno dannosamente, del tentatitvo abortito di unity o della frammentazione dei repository in quella galassia incontrollabile di ppa che confondono tanto le idee a confronto dei tradizionali repository.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Onestamente, non avei saputo dirlo meglio, Zafran, né avrei saputo dirlo con altrettanta semplicità. È come hai scritto, infatti: condivido.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Wow. Grazie.

In effetti è divertente notare quanto io e te si riesca a essere perfettamente sovrapponibili per certi giudizi e considerazioni e quanto si riesca a essere invece diametralmente opposti nel modo di scriverli.

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

zafran wrote:
La cosa è ancora più semplice: ubuntu vuole essere l'unica alternativa possibile al software proprietario.

Messo che anche redhat è commercialmente attiva rivolgendosi soprattutto alle aziende e che debian non se lo sogna proprio di friendlizzarsi più di tanto rinunciando alla propria universalità, restano a dar noia suse, mageia e poco altro oltre a pclinux.

Ergo, la politica diventa per forza quella di isolarsi dal resto delle comunità linux, come è successo in occasione del varo di grub2, dell'adozione del primo codice per uefi o anche, per quanto meno dannosamente, del tentatitvo abortito di unity o della frammentazione dei repository in quella galassia incontrollabile di ppa che confondono tanto le idee a confronto dei tradizionali repository.

Aggiungo anche la questione di Ubuntu che si sono differenziati dalle altre distro con l'uso predefinito di SUDO creando sempre dibattiti sulla questione sicurezza Smile
Ciao
Francesco bat

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Il sudo di default è fatto per confortare il winuser e illuderlo di avere un similwindows uguale in tutto e per tutto all'originale, nel bene e nel male.
Direi più nel male che nel bene, però, visto che l'unica forza di windows e cioè la compattezza data dalla chiusura del sistema non è riproducibile con un kernel modulare.
Invece la mancanza di sicurezza, quella sì, si può avere con qualsiasi sistema.
Smile