[RISOLTO] PCLinuxOS con LXDE non parte.

5 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 4 anni 11 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53
[RISOLTO] PCLinuxOS con LXDE non parte.

PCLinuxOS con LXDE non parte.
Su un Lenovo T 61 ho installato PCLinuxOS con LXDE. Dopo mesi di utilizzo con soddisfazione, non riesco più ad avviarlo.
Spiego meglio.
All'avvio, quando compare la schermata del bootloader per chiedermi se voglio avviare Linux, Linux-Safe Setting, o memtest-4.20,

SE scelgo “Linux” compaiono queste righe:
Rimonto il filesystem radice in modalità read-write: [ OK ]
Conntrollo dei file system
HomeExt2 contains a file system with error, check forced.
HomeExt2:
Directory inode 11797982, block #155, offset 0: directory corrupted

HomeExt2: UNEXPECTED INCONSISTENCY; RUN fsck MANUALLY.
(i.e., without -a or -p options)
Dait1: clean, 42/1638400 files, 6196829/6553600 blocks
Dait2: clean, 11624/1638400 files, 6219525/6553600 blocks
Dait3: clean, 74/1638400 files, 1879224/6553600 blocks
Riserva:: clean, 1/155648 files, 10690/622336 blocks
[FALLITO]
*** Rilevato un errore duranre il controllo del file system.
*** Eseguo una shell; il sistema verrà riavviato.
*** quando abbandonerai la shell
Give root password for maintenance
(or type Control-D to continue):

SE scelgo “Linux-Safe Setting” compaiono queste righe:
Invalidating stale software suspend images... done.
Conntrollo dei file system
HomeExt2 contains a file system with error, check forced.
HomeExt2:
Directory inode 11797982, block #155, offset 0: directory corrupted

HomeExt2: UNEXPECTED INCONSISTENCY; RUN fsck MANUALLY.
(i.e., without -a or -p options)
Dait1: clean, 42/1638400 files, 6196829/6553600 blocks
Dait2: clean, 11624/1638400 files, 6219525/6553600 blocks
Dait3: clean, 74/1638400 files, 1879224/6553600 blocks
Riserva:: clean, 1/155648 files, 10690/622336 blocks
[FALLITO]
*** Rilevato un errore duranre il controllo del file system.
*** Eseguo una shell; il sistema verrà riavviato.
*** quando abbandonerai la shell
Give root password for maintenance
(or type Control-D to continue):

In entrambi i casi, inserisco la password di amministratore e compare il propt #
Io impartisco il comando fsck e compaiono queste righe:
fsck da util-linux 2.22.2
e2fsck 1.42.11 (09-Jul-2014)
/dev/sda1 in mounted.
E2fsck: Impossibile continuare, operazione annullata.

Come risolvo?

Ritratto di footstep11
Offline
Last seen: 1 anno 1 mese fa
Iscritto: 31/01/2013 - 11:01

Da quello che scrivi sembra che la partizione Home sia corrotta, mentre la root e dati1, dati2 e dati3 sembrano a posto. E' corretto? Oppure hai chiamato home la partizione contenente root?

Se sei nel primo caso (cioe' root e home su partizioni separate, con /home partizione corrotta), allora puoi provare a dare ctrl^d al prompt e la macchina dovrebbe venire su senza la home. Entri come root (che ha la home su /) e dai fsck sulla partizione corrotta.

Se invece hai una unica partizione root+home, allora fsck non puo' funzionare perche' la partizione e' montata. Puoi provare ad usare un disco live di pclinux e lanciare fsck da li'.

E' successo qualche cosa dall'ultima volta che hai spento il pc? Io ti consiglio inoltre di mettere tutte le partizioni ext3 o ext4 (e non ext2 come hai tu), perche' molti problemi di questo tipo si risolvono piu' facilmente.

Mauro

Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 4 anni 11 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53

Ho risolto avviando il PC con GParted LIVE-USB.
Da GParted-LIVE-OSB ho avviato GParted, gli ho fatto analizzare le partizioni di ROOT e di HOME di PCLinuxOS, poi ho spento e riacceso il portatile.
Al riavvio, PCLinux funzionava.
Ho aggiornato il sistema, ed ora sembra a posto.
Unico problema: una riga verticale che attraversa lo schermo dall'alto in basso.
Non credo dipenda da Linux, perchè si vede anche quando entro nel BIOS.
Cosa potrebbe essere?

Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 4 anni 11 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53

footstep11 wrote:
Da quello che scrivi sembra che la partizione Home sia corrotta, mentre la root e dati1, dati2 e dati3 sembrano a posto. E' corretto? Oppure hai chiamato home la partizione contenente root?
Tutto corretto.

footstep11 wrote:
Se sei nel primo caso (cioe' root e home su partizioni separate, con /home partizione corrotta), allora puoi provare a dare ctrl^d al prompt e la macchina dovrebbe venire su senza la home. Entri come root (che ha la home su /) e dai fsck sulla partizione corrotta.
Lo avevo fatto, ma mi diceva che non riusciva a farlo. Adesso non ricordo quale fosse il messaggio di errore esatto.
Per fortuna hi risolto con GParted-Live-USB

footstep11 wrote:
Se invece hai una unica partizione root+home, allora fsck non puo' funzionare perche' la partizione e' montata. Puoi provare ad usare un disco live di pclinux e lanciare fsck da li'.
Veramente non funzionava nemmeno se avevo la home separata....
Riproverò la prossima volta.

footstep11 wrote:
E' successo qualche cosa dall'ultima volta che hai spento il pc?
Sospetto che il portatile sia caduto, ma non ne sono certo...

footstep11 wrote:
Io ti consiglio inoltre di mettere tutte le partizioni ext3 o ext4 (e non ext2 come hai tu), perche' molti problemi di questo tipo si risolvono piu' facilmente.

Mauro

Il disco fisso è un SSD, e il PC lo usa mia figlia, che è allergica all'informatica. Se lo usassi io, lo avrei formattato come ext4 ed avrei disabilitato il journaling, ma temendo che mia figlia le venisse in mente di riattivare il journaling, ho preferito usare un file-system privo di tale funzione.

Ritratto di footstep11
Offline
Last seen: 1 anno 1 mese fa
Iscritto: 31/01/2013 - 11:01

Sargon6 wrote:
Ho risolto avviando il PC con GParted LIVE-USB...
Unico problema: una riga verticale che attraversa lo schermo dall'alto in basso.
Non credo dipenda da Linux, perchè si vede anche quando entro nel BIOS.
Cosa potrebbe essere?

Bene! E' quindi bastato un semplice fsck sulla partizione di root.

Per la riga verticale, dato che appare anche nel bios e' quasi sicuramente un problema hardware... se poi dici che e' caduto...

Fai mettere [RISOLTO] dai moderatori.

Ciao, Mauro