Informazioni iniziali

28 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51
Informazioni iniziali

Uso Ubuntu da 3 anni, recentemente ho provato Kubuntu (per kde, che mi piace moltissimo) e ora sto provando chakra (derivata archlinux con kde, che però è molto "verde"), perché il concetto di distro rolling/half-rolling (niente aggiornamenti semestrali e relativa reistallazione di tutti i programmi) mi intriga parecchio; sempre nello spirito della sperimentazione ho indagato nel web e sono giunto a PCLinuxOS, che mi pare molto interessante; quello che volevo sapere era che tipologia di programmi trovo (cioè gli stessi di Ubuntu, Debian, cos'altro?) e che tipo di installatore grafico usa (ad es. Ubuntu Software center, kpackagekit, ecc.); ho indagato nel sito ma l'unica cosa che ho trovato è che si può usare synaptic (che conosco), ma non mi è riuscito di chiarire i miei dubbi: Ho scaricato la versione 2011.6 kde, che proverò in settimana; intanto grazie delle eventuali informazioni che vorrete darmi.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Il "gestore di Pacchetti" di default è -come hai scritto anche tu- Synaptic.
Debbo dire, ad onore della distro, che il Synaptic di PCLinuxOS funziona alquanto bene ed è davvero cosa assai rara che incontri dei problemi.
I pacchetti presenti son molti meno dei 35milla ed oltre che mostrano, tipicamente, le "distro" Debian-based e, dunque, anche UBUNTU, però...
... Però, pur con soli 13mila pacchetti PClinuxOS si mostra, sin dall'inizio, più ricco di software e programmi di molte altre distro.
Ricca dotazione, per esempio, di fonts e di codecs...
Ma, per apprezzare davvero PCLinuxOS2011... lo devi per forza provare!
Personalmente, amo molto la versione con desktop-manager LXDE, ma è molto valida anche quella con desktop-manager XFCE (la cosiddetta "Phoenix"). Valida pure è la cosiddetta versione ZENmini (già disponibile, benché non-ufficialmente), che pur essendo una Gnome (ancora una Gnome2, per fortuna, anche nella versione 2011 appena uscita!), riesce ad esser davvero "leggera", facile da imparare a usare (direi che è la distro più facile da imparare a usare che io abbia mai veduto)...
Ho avuto esperienze positive, benché meno esaltanti, anche con la versione KDE e con la versione Gnome (quest'ultima, ancora è in fase BETA, per cui non la suggerisco), con la versione OpenBox (che dovrebbe ufficialmente uscire a giorni) e con la versione Enlightenment E-17 (che è quella che m'ha incantato di meno).

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

la tipologia dei programmi non è la stessa di Ubuntu, Debian, sono pacchetti rpm invece che deb, ma il risultato finale è simile.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Onestamente, io trovo enormi differenze (in quanto a pacchetti) fra PCLinuxOS e UBUNTU (e a tutto favore di PCLinuxOS, debbo dire).

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

In effetti dopo una breve prova in live ho già installato la versione kde (trovo kde molto bello, in particolare per la personalizzazione che permette, le altre versioni non le conosco e non so neanche, gnome escluso, che genere di differenze hanno fra loro e con gnome e kde); ho notato, dopo l'aggiornamento, che la versione installata è la 4.6.5.; è possibile installare la 4.7., oppure, vista la natura rolling (come avviene? è automatica oppure è necessario ripetere, periodicamente, la procedura di aggiornamento da synaptic: ricaricare e marcare gli aggiornamenti?), si deve aspettare che venga resa disponibile? Ci sono alcuni plasmoid che non funzionano più come nella versione Kubuntu 11.04 con installato kde 4.7., tipo il gmail-plasmoid, che era utilissimo e istantaneo da configurare... In merito alla quantità di pacchetti, non vedo il problema; ho ritrovato tutti quelli che usavo sia in Ubuntu che in Kubuntu e funzionano tutti bene, quindi ok così, poi se non ho capito male ne vengono aggiunti in continuazione; ho trovato interessanta la usb live creator, ma durante la procedura non ho capito dove trovare i file (*.sqfc, mi pare a memoria, del mio sistema settato, configurato e caricato di tutti i programmi che mi interessano) per creare la mia usb live personalizzata. Chiedo un mucchio di cose, ma sono curioso e vorrei veramente imparare a gestire al meglio PCLinuxOS. Grazie per le risposte presenti e future.

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

usb live creator serve per creare una penna avviabile partendo da una immagine iso.
per creare una tua iso personalizzata http://pclinuxos2007.blogspot.com/2007/09/pclinuxos-remaster-guide.html

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Come hai intuito, bisogna "aggiornare" l'elenco dei pacchetti (io lo faccio una volta al giorno) e poi scaricare e installare i nuovi aggioornamenti. Il Kernel non viene aggiornato in automatico: se vuoi aggiornare il Kernel (quello precedente resta: non viene eliminato), devi selezionarlo TU (in Synaptic) e poi installarlo. Dopo aver aggiornato il Kernel, provvedi a sperimentarlo (per veder se ti funziona tutto o se ci sono dei problemi): t'accorgerai che l'avvio è un po' più lento (è cosa normale: deve caricare dei moduli, per poter funzionare), ma è un problema che poi passerà. Se tutto funziona bene e non trovi problemi (ma testalo per un po', perché -su queste cose- è bene essere sicuri), allora puoi procedere (sempre, tramite Synaptic) alla rimozione del vecchio kernel che non vuoi usar più...
In quanto al Destop-Manager (nel tuo caso, il KDE), l'aggiornamento viene fatto in automatico (non devi essere tu a selezionarlo, dunque: quando gli Sviluppatori avran concluso la fase di test, la nuova versione del deskto-manager verrà aggiornata -con la normale procedura- sempre tramite Synaptic).
Infine, non so se ci hai fatto caso, ma esiste anche un pacchetto per la creazione di un LiveCD del proprio SO (mi par si chiami my-live-cd e qualcos'altro... cercalo in Synaptic), utile se si vuole avere il proprio PClinuxOs anche in LiveCD.

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Perfetto, grazie per le informazioni;in effetti è meglio che non sia automatico, così uno mette in pratica la procedura quando meglio crede.
Una piccola correzione per chi altri legge la tua risposta: non è my-live-cd ma mylivecd (tutto attaccato); ora lo provo. Dimenticavo: quale è il comando di root da terminale? Ero abituato a sudo ma non funziona...

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Quindi tipo unetbootin... dalla spiegazione in inglese mi era parso di capire che potesse servire per fare la mia remaster distro; ora provo a vedere il link che mi ha indicato. Ciao, grazie.

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

su
comando

se cerchi bene esiste anche il terminale di root

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Ho provato con remasterme, solo che mi legge tutte le partizioni, compresa una partizione dati, che non serve usare; come faccio ad indicare solo le partizioni "/" e "/home" (cioè che comando devo usare considerando che sono la "/dev/sda2" e "/dev/sda5" e la partizione dati "/dev/sda6")?

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Grazie per la doverosa correzione: su certe cose, è bene cercare di esser più precisi. Non rammentavo esattamente, io, invece: di qui il mio errore. Sorry.

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Non era per essere precisino, ma solo (visto che mi ero fatto la mia "ersperienza") per essere di aiuto ad altri con lo stesso problema (che comunque è stato facile risolvere, guardando meglio la lista di risultati di synaptic); le persone come te sono una fonte di soluzioni e aiuto impagabili (mi ricordo di quando stavi in aiutamici). Ciao.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Non t'ho considerato "precisino". Ti son davvero grato per la giusta precisazione e penso tu abbia fatto più che bene a fornirla. Anche su Aiutamici, forse rammenterai, ho sempre apprezzato la collaborazione (e sempre ringraziato chi completava una mia imprecisione o correggeva un mio errore). Il punto è che non mi son considerato mai un "esperto" (perché davvero non lo sono) e ho sempre pensato che l'affidabilità vera di un forum (per gli Utenti che cercano validi consigli) riposa tutta sulla collaborazione fra gli Utenti (tutti) e sul mutuo aiuto che quelli che provano a dare le risposte si danno l'un l'altro...

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31
Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Nel frattempo, settacciando il web, ho trovato questi due thread:

http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,94643.0.html

http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,74418.0.html

Sono in inglese, ma nulla di impossibile e credo che nell'insieme, soprattutto la prima, che è una guida che ha creato un PCLinuxOs user (e che altri hanno aiutato a correggere), possano essere davvero utilii; appena ho un attimo le proverò io stesso; ci vuole un po' di tempo dato che bisogna anche "preparare" il proprio sistema: ripulirlo con bleachbit, eliminare programmi che non mi interessano (che ci sono di base nell'installazione scaricata e che rendono la propria distro magari troppo voluminosa), ecc. Spero di essere stato di qualche utilità, anche per gli altri, visto che (almeno in synaptic) remastersys non c'è.

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Leggendo al volo la guida del primo indirizzo che ho inserito nel post qui sopra, viene indicato anche questo; comunque grazie, vedo che su di voi ci si può contare.

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Ancora una cosa; in Ubuntu venivano dati degli aggiornamenti di sicurezza, proposti, consigliati, ecc., ma quando lancio synaptic, ricarico e marco gli aggiornamenti non da questo genere di distinzioni; la domanda è, se sono disponibiili si hanno lo stesso genere di aggiornamenti? Da cosa si capiscono le varie tipologie e, avendo settato come repository il garr di Napoli, è sufficiente o ne andrebbero aggiunti altri (ammesso che ci siano differenze tra di essi)?

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Un solo Repository (quello del GARR va benissimo, per noi italiani) è non soltanto sufficiente, ma -aggiungerei- avere più Repository può essere di danno. Per cui, rimani così che va bene.
Gli aggiornamenti sono in automatico, in PCLinuxOS, perché si tratta di una distro "rolling": in altre "distro" c'è da aggiornare tramite nuova installazione, ad ogni anno (in certe, come UBUNTU, ogni 6 mesi!), per cui, anche lasciando un po' di "guinzaglio lungo" agli Utenti, è ragionevole pensare che tutto verrà poi "spianato" e si ritornerà ad avere soltanto quallo che è indicato dalla versione "ufficiale".
In una "rolling" ciò non accade ed è importante che l'Utente (anche se poco esperto) abbia maniera di installare quel che è visto come "giusto" dagli Sviluppatori "ufficiali".

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Ok, quindi immagino che significhi che ogni volta che aggiorno e marco gli aggiornamenti, troverò solo quello che gli sviluppatori ufficiali avranno inserito nel repository (perché necessario), quindi anche quelli che conoscevo (in Ubuntu) come aggiornamenti di sicurezza, consigliati e proposti; ciò detto è per questo che mi è piaciuta la cosa della rolling: dovrò fare, via via, gli aggiornamenti (come con Ubuntu, +/-), ma non farò mai quella scocciante procedura dell'avanzamento di versione, che sarà anche facile, ma che alla fine tra scaricare la nuova iso e reinstallare tutti i programmi porta via tempo e "risorse" (la mia precaria pazienza). Una cosa per quanto riguarda la localizzazione italiana; dopo l'installazione ho seguito la procedura e tutto è andato bene, ma solo in parte (faccio degli esempi): dolphin e firefox ce l'ho in inglese, synptic e thunderbird in italiano, così come il menu applicazioni e il gestore della configurazione del desktop, insomma è un po' un misto; non che sia un problema serio, dato che con l'inglese non ho più enormi problemi, escluso il parlato veloce e non è questo il caso, ma preferirei avere tutti i programmi uniformati; se dai darmi un'idea su come risolvere... Ciao, grazie.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Per quanto attiene Firefox, devi aprire Synaptic, selezionare il pacchetto di localizzazione italiana per Firefox (scendi poco sotto la posizione in cui si trova il pacchetto di Firefox e troverai i vari pacchetti di localizzazione per Firefox: uno di essi è per l'italiano) e installarlo (se ti risulta già installato, seleziona di re-installarlo). Dopo di che avrai il tuo Firefox in italiano.
Per Dolphin, prova a re-installare il pacchetto di localizzazione italiana per kde4 (cercalo fra i pacchetti targati kde nell'elenco generale). Fatto questo, applica nuovamente la localizzazione italiana al tuo Sistema. Non mi rammento (non uso la versione KDE di PCLinuxOS) se c'è anche da impostare la lingua specificamente fra le configurazioni di KDE (in questo caso, dovresti avere un programma tipo "Configure Your KDE" o qualcosa del genere). Se ci fosse, devi impostare la lingua italiana anche lì.

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Credo che, per qualche strano motivo, non sia possibile rimediare, perché avevo già fatto esattamente come mi hai detto tu, ma le cose non si rimettono a posto; ho controllato tutte le impostazioni e sono tutte su "italiano" (sia nel centro di controllo PCLinuxOS che nel configuratore di desktop); stesso discorso per FF; ho reistallato sia il programma base che la localizzazione, ma nulla da fare, anche dopo il riavvio; pazienza, non è un grosso problema. Tra l'altro mi ero dimenticato di dire che l'avviatore di applicazioni, che avevo settato nel modo classico (l'apertura automatica della lista dei programmi è decisamente più comoda e rapida), non è più possibile riportarlo nella maniera avanzata: se ci provo mi va in crash kwin e si riavvia il desktop.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Qualcosa è andata storta o durante l'installazione o durante la successiva "localizzazione". Per quel che ne so io (ma, ti ripeto, io non uso la versione KDE), PCLinuxOS non presenta affatto, in genere, il tipo di problemi che hai indicato.
magari, una nuova installazione potrebbe rimediare ad ogni cosa. Oppure potresti passare ad una versione che non abbia KDE. Io ho installato, ormai, le seguenti versioni di PCLinuxOS 2011:
LXDE
Phoenix XFCE
ZENmini
... e debbo dire che funzionan tutte bene e sono -tutte quante- ben "localizzate" in italiano.
Le ISO di alcune versioni le puoi scaricare a partire da questa pagina: http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/board,62.0.html
La ISO della versione ZENmini Gnome la si può scaricare a partir da questa pagina Web: http://zen.pclinuxos.org.pl/

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Sono convinto anche io che qualcosa sia andato storto, ma il fatto (che credo di aver dimenticato di dire) è che alla prima installazione era andato tutto a buon fine; questa de-localizzazione (ma solo per dolphin e ff, il resto è a posto) è avvenuta dopo; non sono sicuro ma credo sia avvenuta dopo aver installato (a titolo di prova, visto che lo conoscevo sotto Ubuntu) Compiz; c'è stato qualche problema e resettando (mi si era bloccato tutto) e poi lasciando li tutto (mi ero scocciato di capire coma fare a farlo funzionare), il giorno dopo ho ritrovato questo problema; in merito a cambiare versione, bé devo dire che la possibilità di personalizzazione di kde è straordinaria; dopo settimane (da Kubuntu prima, passando per chakra e ora con PCLinuxOS), ancora scopro qualche kikka e non so come mi ritroverei con altre interfacce; magari scarico solo le iso e le provo in live.

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Via via nel corso del tempo mi sono ritrovato a sentir parlare della "compilazione da sorgenti", senza mai addentrarmi nello specifico tecnico; leggo in giro che è un vantaggio perché permette di ottimizzare il programma così installato per il proprio sistema, migliorando le prestazioni; in generale sarebbe interessante, ma vale realmente la pena, funziona bene e che tipo di problemi può comportare?

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 3 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Non ho mai fatto niente del genere (anche se vorrei installare un programma non ancora disponibile siul mio PCLInuxOS 2011 LXDE Edition e credo che il solo modo sia di farlo "compilando" da sorgente... per cui, mi sa che dovrò azzuffarmici, un giorno o l'altro...), per cui non ti saprei davvero dire: per quel poco che so, non sembra sia una cosa gran che facile...

Ritratto di mikronimo
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: 20/08/2011 - 11:51

Ho trovato questo link, che in linea di massima è risolutivo:

http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fww...

Il fatto è, come dice l'autore stesso, che quella è una procedura standard, ma non è detto che possa sempre andare bene; speravo in un consiglio "esperto", perché anche nel sito inglese di pclos non mi pare di aver trovato nulla di utile.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 giorni 3 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Se qualcuno si è dato la pena di confezionare un compresso per permettere un'installazione rapida di solito ha seguito anche la via canonica che prevede appunto un configure e un make già pronti nell'archivio.
A quel punto, in effetti, le cose quasi sempre funzionano.

Mi sembra che in konqueror tempo fa ci fosse anche un'integrazione che si occupava di proporre l'installazione di qualsiasi tar.gz incontrasse. Ma si devono essere accorti che era più frustrante non vederlo funzionare che affrontare l'iter da shell e non l'ho più visto.

Bellina la guida di tuxfiles.