Creare distro pclinuxos personalizzata

17 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46
Creare distro pclinuxos personalizzata

Siccome tempo fa ho sviluppato con alcuni semplici tools una distro personalizzata basata su Ubuntu, non usando più tanto spesso Ubuntu ma vorrei continuare quel progetto, volevo sapere se esiste un metodo pratico per creare una distro basata su pclinuxos senza troppe difficoltà.
Attendo vostre eventuali risposte Wink
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 mesi 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Certo che c'è il modo: http://www.pclinuxos.com/forum/index.php?PHPSESSID=jam20e0k2ji4m0964sfp9... (questa che ti ho linkato è la specifica Sezione del Forum in lingua inglese cui fan riferimento tutti gli Sviluppatori e i vari "Contributors" di PCLinuxOS)

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

monsee wrote:
Certo che c'è il modo: http://www.pclinuxos.com/forum/index.php?PHPSESSID=jam20e0k2ji4m0964sfp9... (questa che ti ho linkato è la specifica Sezione del Forum in lingua inglese cui fan riferimento tutti gli Sviluppatori e i vari "Contributors" di PCLinuxOS)

Grazie delle info !
Cerco di capirci qualcosa Smile
Vorrei riuscire a continuare questo lavoro, Linux Icemoon:
http://digilander.libero.it/frbat/icemoon/index.html
Vorrei continuarlo con le basi di pclinuxos se non è una cosa complicata Smile
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 mesi 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Studia attentamente quanto presente sulla pagina Web cui conduce il seguente link: http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,104310.0.html (si tratta delle Regole che chi vuol creare una versione "sua propria", ma collegata a PCLinuxOS deve -tassativamente, pena l'esclusione della sua ISO dal novero di quelle "supportate dalla Community" seguire alla lettera).

A contorno, ti informo che -in passato, ossia nel 2009 e nel 2010- un paio di tentativi di creare una versione di PCLinuxOS con ICEWM è già stata fatta. Ti posto, al riguardo, un link realtivo al tentativo effettuato nel 2009: http://muaythaimaster74.blogspot.it/2009/02/icewm-in-pclos.html

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Interessante !
Non riesco a capire però se il progetto è stato abbandonato.
È passato un bel pò di tempo...
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 mesi 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

No, il progetto è stato (verosimilmente) "abbandonato" dalla persona che lo cominciò, mi pare chiaro. Ma il progetto in generale, naturalmente, non è per questo morto... giacché son tranquillamente disponibili (nei normali -e attuali- Repository di PCLinuxOS [i Repository "stabili", intendo]), installabili con un semplice click, sia il pacchetto "icewm" che il pacchetto "icewm-gnome" che il pacchetto "icewm-light".

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

monsee wrote:
No, il progetto è stato (verosimilmente) "abbandonato" dalla persona che lo cominciò, mi pare chiaro. Ma il progetto in generale, naturalmente, non è per questo morto... giacché son tranquillamente disponibili (nei normali -e attuali- Repository di PCLinuxOS [i Repository "stabili", intendo]), installabili con un semplice click, sia il pacchetto "icewm" che il pacchetto "icewm-gnome" che il pacchetto "icewm-light".

Infatti ce l'ho e funziona molto bene (lo alterno ogni tanto con kde).
Sarei curioso di capire se è stato abbandonato a causa di qualche mancanza o bug oppure perchè lo sviluppatore lo ha semplicemente abbandonato Smile
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 mesi 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Presumo che sia stata -verosimilmente- una scelta personale dello Sviluppatore (avrà diretto le proprie risorse verso altri lidi e altri orizzonti).
Non mi risulta che ci sian particolari BUGs che infician l'utilizzo di ICEWM.

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Grazie delle info.
Allora ci darò un'occhiata quando posso.
Con Icewm ho avuto un problema solo una volta con un aggiornamento che mi aveva cancellato tutta la configurazione del menu che avevo creato nella home.
Non so come sia potuto succedere ma comunque dopo questa esperienza preferisco lasciare il menu così com'è e configurare solo "idesk" e la dock "Wbar" che viene molto figo lo stesso Wink
http://files.myopera.com/francescobat/albums/10420692/schermata2.png
Ciao
Francesco bat

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Prima di tutto ti sei rovinato, ora che lo so ti metto tra i preferiti e ti vengo a trovare tutte le volte che apro distrowatch e se riesci anche a farci funzionare compiz me la scarico pure...LOL!

Icewm insieme ad altri li ho gia' provati su pclinuos assieme al DE di origine (kde) e fino a poco tempo fa andavano benissimo. Ultimamente non riesco a farcene funzionare piu' nessuno, neanche razor qt e openbox...mistero.

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

io ci sto pensando ancora.
Vedendo le buone prestazioni di lxde non so che senso possa avere questa distro.
Sarebbe più una faticaccia senza risultati enormemente paragonabili.
Io vedo più che altro ottimo l'installazione di icewm su distro con kde e gnome perchè si porta pochissime dipendenze (quasi nulle) mentre lxde si porta un bel pò di roba.
In più Icewm ha un ambiente completo e alternativo e leggerissimo e può essere un'ottima alternativa utilizzarlo al posto di kde, gnome, xfce all'avvio del sistema.
Però mi dispiace una cifra abbandonare quel progetto che mi ero veramente affezionato. Sad
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 mesi 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Non è che un progetto che davvero piace lo si debba, poi, per forza "abbandonare". Può esser che apportar delle modifiche al progetto (anziché semplicemente "abbandonarlo") al fine di ottenere risultati ancora più intriganti e coinvolgenti sia la strada migliore da seguire.
Concordo con te sulla praticamente perfetta implementazione, ottenuta dal grande Neal, di LXDE in PCLinuxOS. Ma nulla vieta di aprire un orizzonte più ampio e lavorare, per esempio, su ICEWM in quanto potenziale alternativa ad OpenBox laddove perfino il leggerissimo OpenBox si mostri troppo esoso per le scarse risorse messe a disposizione dall'hardware.
Insomma, sto parlando di dar vita (ammesso ci si riesca... e io non sono certo all'altezza di una simile impresa) ad una versione derivata da PCLinuxoS però pensata per gli hardware più "datati" e con ben scarne risorse. In PCLinuxOS, nel passato (nel 2008, per la precisione), la Sviluppatrice kDulcimer si assunse un tale compito e realizzò il suo TinyMe, che usava LXDE e si è dimostrato davvero un'eccellentissima "distro". Purtroppo, divergenze di opinioni con la Community, indussero kDulcimer ad allontanarsi dalla Community e ad aderire all'allora nascente "Progetto Unity" (nulla a che vedere con la "Unity" di UBUNTU, sia ben chiaro), progetto che in breve naufragò, purtroppo, dando a kDulcimer una delusione tale da indurla a sospendere la propria attività. Quando, più tardi, cercò di riprender le fila del proprio lavoro, provò a cercare in Rete qualcuno che la aiutasse, però senza successo. Subito dopo, peraltro, conobbe un uomo, ci si fidanzò e lo sposò... e -da quel giorno- pare aver abbandonato, sia pure a malincuore, i propri progetti di Sviluppatrice e credo faccia altre cose (la moglie, in primo luogo).
Stante la grande bontà del suo TinyMe, comunque, ritengo che un progetto che parta da lì (magari, anche aggiungendo ICEWM o sostituendolo a LXDE), ovviiamente portando tutti i softwares alle versioni attuali, potrebbe ragioneviolmente incontrare successo.

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Da Vmware sto sperimentando la versione lxde ritoppata con icewm eliminando tutti i pacchetti lxde che non servono.
Per ora sembra molto interessante, ma come al solito mi sono imboccato in un problema che mi affligge da molto tempo: il Control Center di Icewm.
Un pacchetto ufficiale non esiste e bisogna editare tutto a mano con l'editor di testo.
Girovagando sl web, tempo fa, ho trovato questi 2:
http://icecc.sourceforge.net/
e
http://www.phrozensmoke.com/projects/icewmcp/index.php
Sono 2 bei progetti anche se un pò vecchi e abbandonati.
Il più completo sembra proprio il secondo: "Icewm Control Panel", realizzato da una ragazza alcuni anni fa.
La cosa interessante che questo pacchetto era stato realizzato con il vecchio python e ora non funziona più bene.
Modificando alcune stringhe interne di python il programma ha ripreso a funzionare (testato e funzionante), solo che non riesco ad installarlo nel sistema, ma riesco ad utilizzarlo solo per uso locale come applicazione portatile.
Il bello è che è un programma piuttosto completo ma fin troppo automatico e tempo fa, quando lo testai, ebbi alcuni problemi per aver impostato in maniera automatica alcune funzioni da lui preimpostate e non riuscivo a rimettere tutto come era prima; la soluzione fu quella di eliminare il file di configurazione della home di icewm e ripristinarlo dalla cartella radice.
Quindi io lascerei il sistema senza niente (io non ho molti problemi con l'editor di icewm), ma mi rendo conto come sia importante avere un programma grafico di gestione desktop.
Senza di quello dove mi avvio a creare una distro per tutti che deve essere ancora oggi configurata da editor ?
Voi cosa ne pensate ?
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 mesi 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Il mio punto di vista (immaginando d'esser io a voler creare una versione che sia veramente "per tutti" e non soltanto per chi è abbastanza esperto per sapersela confugurare "a mano" da sé direttamente tramite editor testuale) è che se non si ottiene qualcosa di gestibile -completamente gestibile- in maniera "grafica", non si avrà mai "una distro davvero per tutti"... Chiunque abbia paure, difficoltà o comunque "patemi" con l'idea di dover configurare il proprio PC tramite editor testuale se ne terrà alla larga religiosamente, questo è poco ma sicuro. È proprio questo il vero motivo, io credo, per cui la maggior parte degli Utenti di Windows (che usa il PC solo in maniera "grafica") volendo sfuggire una violta per tutte al problema dei virus, preferirebbe, potendo spender quel che serve, andarsi a "salassare" il Conto per acquistare un MacBook Pro (anche il Mac affronta tutto quanto in maniera "grafica") piuttosto che installarsi "aggratis" Linux...
In quanto ai Control Center linkati, direi che il secondo (sulla cui bontà non mi pronuncio, essendo questione al di fuori della mia portata) afferisce ad un software decisamente meno attuale (se confrontato al software cui afferisce il primo link)... Per cuil o si è in grado di "modernizzarlo" (in soldoni: crearne una nuova versione stabile), oppure la mia sensazione è che sia preferibile partire dal progetto cui conduce il primo dei due links. Progetto più moderno e -è la mia impressione- più semplice da adottare.

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Molto interessante gli esperimenti che sto facendo con la versione kde mini su Vmware
È pazzesco ma sembra gestire meglio la situazione; infatti ho gia ricreato la versione personalizzata su vmware e sembra perfetta.
Il control center ufficiale su icewm non esiste (del resto è un window manager e non un desktop environment) quindi l'uso è sempre più complesso, ma utilizzando qualche applicativo in più (tipo lxrandr di lxde) più il pannello di controllo di kde, si può gestire una buona parte del sistema.
Del resto icewm è un window manager e non c'è molto da configurare (salvo il menu e le finestre).
È proprio così e va accettato per quello che è.
Del resto la configurazione del menù si può evitare installando il wbar del resto presente anche sulla versione lxde.
Ora lo sto testando ma ho ancora tempo da dedicarci e io ne ho poco, spero di finirlo presto; sono curioso Smile
Ciao
Francesco bat

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Un'altra cosa interessante che ho notato, e che può essere utile anche per l'uso di chi ha icewm insieme affiancato ad altri ambienti: sono riuscito a capire come risolvere alcuni problemi sul mistero di alcuni programmi che si installano e non si inseriscono nel menu di icewm.
Ho notato che alcuni programmi, dopo un installazione, non finiscono nel menu di icewm e diventa difficile reperirli se non si sa il comando preciso da terminale.
Ho risolto quasi al 90% il problema disinstallando e reinstallando icewm e icewm-light rimuovendo completamente la configurazione.
Alla successiva reinstallazione si ritrova quasi tutti i programmi mancanti.
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 mesi 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Non ti stupisca che PCLinuxOS KDE-MiniME Edition risulti tanto comoda quale "base di lavoro": TUTTE le varie versioni di PCLinuxOS vengon create (ciascuna, dal suo proprio gruppo di sviluppo) a partire precisamente dalla versione KDE-MiniME (la sola e unica eccezione che io sappia è la l'unofficial denominata Gnome-Skeletor, creata a partire da una base diversa).