PCLinuxOS non mi da accesso completo alle partizioni FAT32

24 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40
PCLinuxOS non mi da accesso completo alle partizioni FAT32

Innanzi tutto, un saluto alla comunità da parte di un nuovo iscritto (e nuovo utilizzatore di PCLinuxOS).
L'ho installata un paio di giorni fa ("KDE Full Version"), e pian piano mi ci sto abituando. E' una bella distro, ed è molto leggera: pur avendo Kde, che non è il DE più leggero del mondo, gira benissimo sul mio vecchio desktop (ben dotato di RAM ma con una vecchia CPU "monocore"...)

Veniamo ai (piccoli) problemi: innanzi tutto le partizioni dati formattate FAT32. Come utente, posso leggerle ma non scriverle. Come root, posso fare entrambe le cose. E' successo anche ad altri? Come devo procedere?
Vi riporto il contenuto di /etc/fstab per le partizioni che interessano


# Entry for /dev/sdb8 :
UUID=1c46bcc4-f720-4f63-ac35-c847d2166836 / ext4 defaults 1 1
# Entry for /dev/sdb14 :
UUID=ad3f3b44-6c76-4726-a904-2304be50a721 /home ext4 defaults 1 2
# Entry for /dev/sda1 :
UUID=DEA4FB9FA4FB787B /mnt/sda1 ntfs-3g defaults 0 0
# Entry for /dev/sda2 :
UUID=4472-48D4 /mnt/sda2 vfat defaults 0 0
# Entry for /dev/sdb10 :
UUID=6D10-BF02 /mnt/sdb10 vfat defaults 0 0
# Entry for /dev/sdb13 :
UUID=0760e331-0e56-4bb9-a51c-f4caf7396eab /mnt/sdb13 ext4 defaults 1 2
# Entry for /dev/sdb6 :
UUID=fe7a0143-602d-45e9-9624-0beef4d630f3 /mnt/sdb6 ext4 defaults 1 2
# Entry for /dev/sdb9 :
UUID=6d8bbeac-be14-4e65-8715-3ccdc50d13cb /mnt/sdb9 ext4 defaults 1 2
none /proc proc defaults 0 0
# Entry for /dev/sdb5 :
UUID=e40319da-9b24-479b-95b2-e35a1a7688a7 swap swap defaults 0 0
none /dev/pts devpts defaults 0 0

La partizione NTFS non crea problemi.
Le due partizioni FAT32 (come dicevo) permettono la scrittura soltanto a root.
Delle tre partizioni dati Ext4: sdb6 e sdb9 non creano problemi, mentre sdb13 permette la scrittura soltanto a root. Eppure quest'ultima (sdb13) è stata formattata da me proprio durante l'installazione di PCLOS.
Sempre a proposito delle partizioni Ext4: non capisco perché soltanto sdb9 abbia la riga

none /proc proc defaults 0 0

Per gli altri problemi credo sia meglio inserire un post per volta.
Grazie per l'aiuto Smile

Ritratto di bebolinux
Offline
Last seen: 3 anni 1 mese fa
Iscritto: 10/12/2008 - 22:27

hai controllato i permessi delle cartelle in cui monti i dischi?

/mnt/sdb13
/mnt/sdb2
/mnt/sdb10

Dolphin->TastoDestro->Proprietà->Permessi
in "Altri" il contenuto deve essere visibile e modificabile

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

per poterci scrivere devono essere di proprietà dell'utente

su
chown -R utente:utente /mnt/nomecartella

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

Grazie a entrambi per la risposta.

I permessi delle cartelle nelle quali le partizioni vengono montate sono:

drwxrwxrwx 1 root root 12K set 5 10:35 sda1/
drwxr-xr-x 38 root root 16K gen 1 1970 sda2/
drwxrwxrwx 1 root root 20K set 1 00:16 sda5/
drwxr-xr-x 12 root root 32K gen 1 1970 sdb10/
drwxrwxrwx 1 root root 4,0K ago 10 08:47 sdb11/
drwxrwxrwx 4 root root 4,0K set 5 10:55 sdb13/
drwxrwxrwx 11 root root 4,0K ago 31 16:22 sdb6/
drwxrwxrwx 4 root root 4,0K ago 29 09:38 sdb9/

Come si può notare, in tutti i casi, "utente" è root e "gruppo" è root ma i problemi esistono soltanto con le due partizioni formattate FAT32: sda2 e sdb10, per le quali soltanto il proprietario ha diritti di scrittura.
Visto che "utente" e "gruppo" è sempre root, anche per le partizioni che non danno problemi, ho pensato per sda2 e sdb10 di non modificare la proprietà dell'utente con chown ma di modificare i permessi con chmod.
Ho fatto:

$ su
# chmod -R a+w /mnt/sda2
# chmod -R a+w /mnt/sdb10

per dare permessi di scrittura a tutti, in modo ricorsivo.
Non ho avuto alcun risultato, ed ho provato con:

$ su
# chmod -R 777 /mnt/sda2
# chmod -R 777 /mnt/sdb10

anche se sapevo che il comando in pratica avrebbe dovuto dare lo stesso risultato del primo.
In conclusione, non è cambiato niente: il risultato è sempre stato drwxr-xr-x per sda2 e sdb10.

Ho provato anche lanciando Dolphin da terminale come root, e modificando la finestra "proprietà" -> "permessi" in modo che risulti "Contenuto visibile e modificabile" anche per "Gruppo" e "Altri" (e non solo per "Proprietario"), e ho selezionato "Applica le modifiche a tutte le sottocartelle e al loro contenuto". Il risultato è stato un messaggio di errore relativo ad alcuni file, per i quali risulterebbe essere "impossibile cambiare i permessi". Ho notato che sono tutti file il cui nome contiene un carattere che PCLOS non riconosce e visualizza con il classico punto interrogativo nel rombo nero. Ovviamente, quell'errore impedisce di completare l'operazione e tutta la partizione risulta essere nelle stesse condizioni iniziali: drwxr-xr-x
Al contrario, sono riuscito con Dolphin a modificare i permessi di sdb13, ma soltanto perché la partizione era vuota, e quindi non ho avuto messaggi di errore.

Come posso risolvere questo problema? Mi serve poter accedere in lettura e scrittura alle due partizioni FAT32, e non posso andare a cercare e rinominare tutti i file con un nome che PCLOS non riesce a interpretare bene (e che tutte le altre distro installate in questo stesso PC non hanno difficoltà a interpretare).

Grazie per l'aiuto.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Prova a vedere se questo ti aiuta:
http://forum.ubuntu-it.org/index.php?topic=31084.0
Si tratta di un thread concernente UBUNTU, mentre tu stai parlando di PCLinuxOS. Ma, fatti i dovuti aggiustamenti, potrebbe tornar utile anche a te.

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

come già detto il comando corretto è
su
chown -R utente:utente /mnt/nomecartella

dove utente è il nome utente con il quale fai la login.

per avere l'accesso da altre distro come Ubuntu occorre fare attenzione, in fase di installazione di pclos, a forzare l' ID utente a 1000 invece che a 500 come fa Pclos di default.
Probabilmente si può cambiare anche a sistema già installato, ma non so come.

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

Ciao patel

Ho dato il comando:

$ su
# chown -R mioutente:mioutente /mnt/sdb10

e ho ottenuto una lunga serie di:

chown: cambiamento del proprietario di "/mnt/sdb10": Operation not permitted

anche per le sottocartelle e i singoli file.
Infatti, la situazione che ottengo con ls -lh è invariata:

drwxr-xr-x 12 root root 32K gen 1 1970 sdb10/

Cosa posso fare?

------------------------------------------------

Nel tuo post hai scritto:

per avere l'accesso da altre distro come Ubuntu occorre fare attenzione, in fase di installazione di pclos, a forzare l' ID utente a 1000 invece che a 500 come fa Pclos di default.
Probabilmente si può cambiare anche a sistema già installato, ma non so come.

Per cortesia, mi potresti dare qualche dettaglio in più? Finora ho installato un discreto numero di distribuzioni, ma non ho mai incontrato difficoltà nell'accedere alle partizioni dati (fat32, ntfs, ext3, ext4) ora da una ora dall'altra distro.

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

Ciao monsee

Ho letto il thread nel forum di Ubuntu, ma non saprei come muovermi. Dovrei modificare in etc/fstab la riga relativa alle due partizioni fat32, sostituendo defaults con user,auto,rw,umask=0002?
Probabilmente mi sbaglio (in passato non ho mai avuto necessità di approfondire), ma impostare umask=0002 potrebbe avere qualche connessione con quello che ha scritto patel?

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 mesi 4 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Non ti fa cambiare proprietario per il semplice motivo che fat32 non saprebbe dove scriverlo.
Bisogna cambiare le proprietà del punto di mount prima di montarci la partizione.

Il discorso dell'inconciliabilità fra utente 500 e 1000 ce l'ho anch'io fra una debian e un pclos ma con una partizione ext3 che uno monta in rw e l'altro ro.
Con fat32 il problema è sul punto di mount.

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

Ciao zafran

Di conseguenza, devo rassegnarmi a non poter utilizzare le partizioni fat32 con pclos? Oppure potrei cambiare le proprietà del punto di mount prima di montare la partizione? Se potessi farlo, anche manualmente, ad ogni avvio di pclos sarebbe accettabile, essendo soltanto due le partizioni interessate.

Per mia cultura (non si smette mai di imparare, e questa massima non è mai stata tanto vera come in questo campo Wink ), quale può essere la ragione per cui altre distribuzioni (dalla provenienza più disparata, la maggior parte Debian based come Ubuntu, Aptosid, MintDebian ma anche Mandriva e OpenSuse) non hanno incontrato lo stesso problema?

Ciao, grazie

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

prova a a creare cartelle di mount con la proprietà del tuo utente e poi modifica fstab in questo modo
# Entry for /dev/sda2 :
UUID=4472-48D4 /mnt/sda2 vfat id=nomeutente 0 0
# Entry for /dev/sdb10 :
UUID=6D10-BF02 /mnt/sdb10 vfat id=nomeutente 0 0

zafran, hai ragione, il numero id ID da problemi solo sulle partiz. linux, io per non avere problemi lo imposto sempre a 1000 in fase di installazione

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 mesi 4 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Per riepilogare:

- fat32 non ha proprietà, se dici a linux di cambiargliele ti dà errore
- le proprietà del punto di mount vengono ereditate da quello che ci monti a meno di diversa indicazione nel mount. Quindi o modifichi il punto di mount o modifichi le opzioni di mount (o a mano ogni volta o in fstab come diceva patel).

- Ext3 come altri scrive su ogni file a chi appartiene e lo fa con un id numerico. Il primo utente di debian, redhat e altre è il 1000. Per pclos è 500 a meno che (come patel) non ci si ricordi di impostarlo diversamente a ogni installazione (io, mai riuscito a ricordarmene).
Se poi voglio andare con un utente 500 a scrivere su un file di un utente 1000 sono dolori.
Puoi cambiare le proprietà di tutti i file ma poi l'altro sistema ci sta che non gradisca.

Ritratto di bebolinux
Offline
Last seen: 3 anni 1 mese fa
Iscritto: 10/12/2008 - 22:27

Istruzioni Semplici per fare quanto sopra da GUI.

Per cambiare i diritti delle cartelle /dev/sda2 e /dev/sda10 devi prima smontare le partizioni:

1) Lancia Centro di controllo Linux
Dischi Locali->Gestisci le partizioni del disco
seleziona /dev/sda2 e premi Smonta
seleziona /dev/sda10 e premi Smonta
Lascia pure aperto x dopo
2)
dal menu lancia File Manager -modalità Superutente ( o Dolphin da su)
seleziona la cartella /dev/sda2
Tasto destro->Propriatà->Permessi
metti
Proprietario, gruppo, altri ad Contenuta visibile e modificabile
idem per /dev/sda10

3) Torma in Centro di controllo Linux
seleziona /dev/sda2 e premi Monta
seleziona /dev/sda10 e premi Monta

fine

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

@ bebolinux

Ho smontato sdb10 dal Centro di Controllo, poi con il file manager (eseguito come root) ho modificato i permessi di /dev/sdb10 in modo che fossero "leggibile e scrivibile" sia per "Proprietario" e "Gruppo" (come in origine) ed anche per "Altri". Dopo aver montato sdb10, ho verificato con Dolphin (utente normale) ma non ho riscontrato nessun miglioramento.
Ho riavviato il pc, e controllando ho notato che le proprietà di /dev/sdb10 erano tornate quelle originali, ante modifiche.

brw-rw---- 1 root disk 8, 26 set 6 11:01 sdb10

Stessa situazione per sda2. In conclusione, nessun risultato.

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

@ patel

Come root ho creato la nuova cartella /mnt/sda2nuova e ne ho impostato permessi e proprietà nel seguente modo:

drwxrwxrwx 2 mioutente mioutente 4,0K set 6 11:12 sda2nuova/

Ho modificato /etc/fstab nel seguente modo:

# Entry for /dev/sda2 :
UUID=4472-48D4 /mnt/sda2nuova vfat id=mioutente 0 0

Ho riavviato, ma in /mnt/sda2nuova trovo una cartella vuota. Permessi e proprietà della cartella sda2nuova sono però rimasti come li avevo modificati

drwxrwxrwx 2 mioutente mioutente 4,0K set 6 11:12 sda2nuova/

Stesso risultato, ovviamente, con sdb10.

-----------------------------------------------------------

Non sapendo cos'altro fare, ho commentato in fstab le righe relative a sda2 e sdb10. Ho riavviato e montato (da terminale, come root) le due partizioni in /mnt/sda2 e /mnt/sdb10.

# mount -t vfat -v /dev/sda2 /mnt/sda2
# mount -t vfat -v /dev/sdb10 /mnt/sdb10

Chiuso il terminale, ho verificato: il mount è stato eseguito correttamente, e posso accedere in lettura e scrittura anche come utente normale.
Non è il massimo della comodità, ma potrebbe andare bene se non si riuscisse a ottenere lo stesso risultato all'avvio, come per le altre partizioni.

Qualcuno di voi (zafran, se ricordo bene), nei post precedenti, ha accennato alla necessità di impostare, durante l'installazione, il id numerico del primo utente a 1000 anziché a 500 come pclos fa di default. Questo è necessario soltanto per le partizioni Ext3/4 oppure anche per Fat32? Se fosse il caso, non mi costerebbe molto reinstallare pclos (avendolo personalizzato molto poco finora), ma avrei bisogno di istruzioni.

Grazie a tutti.



Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 mesi 4 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Hai provato a mettere in fstab /dev/sda2 invece dell'uuid?
Se gli va bene durante il mount manuale non c'è motivo che non funzioni da fstab.

Mai capito il vantaggio dell'uuid in sistemi semplici: se uno mette un altro disco, corregge il fstab e bona lì.

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

@ zafran

Ho creato le cartelle di mount /mnt/sda2nuova e /mnt/sdb10nuova e ho impostato permessi e proprietario nel seguente modo:

drwxrwxrwx 2 mioutente mioutente 4,0K set 6 23:36 sda2nuova/
drwxrwxrwx 2 mioutente mioutente 4,0K set 6 23:36 sdb10nuova/

Ho modificato fstab nel seguente modo:

# Entry for /dev/sda2 :
/dev/sda2 /mnt/sda2nuova vfat id=mioutente 0 0
# Entry for /dev/sdb10 :
/dev/sdb10 /mnt/sdb10nuova vfat defaults 0 0

in modo da sperimentare sia la riga proposta da patel sia quella di default.
Al riavvio, la cartella /mnt/sda2nuova (variante a fstab proposta da patel) è vuota mentre per /mnt/sdb10nuova (fstab di default) il mount è avvenuto ma in sola lettura per il normale utente, come (purtroppo) al solito.
Ho controllato permessi e proprietà delle due cartelle dopo il riavvio:

drwxrwxrwx 2 mioutente mioutente 4,0K set 6 23:36 sda2nuova/
drwxr-xr-x 12 root root 32K gen 1 1970 sdb10nuova/

Dunque, la cartella di mount sda2nuova, per la quale non è avvenuto il mount, ha mantenuto le mie modifiche a permessi e proprietà. La cartella sdb10nuova, per la quale è avvenuto il mount anche se in sola lettura, ha ripreso permessi e proprietà di default.

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

Avendo visto che il mount da terminale funziona, ho deciso di continuare così ma con un po' più di comodità.
Ho creato un piccolo script, l'ho salvato nella mia home e gli ho dato il permesso di esecuzione.
Funziona correttamente ma mi piacerebbe sapere, per mia tranquillità, se voi l'avreste impostato in modo differente:

#!/bin/bash

mount -t vfat /dev/sda2 /mnt/sda2
mount -t vfat /dev/sdb10 /mnt/sdb10

Per lanciarlo senza dover aprire il terminale ho creato sul desktop un "collegamento ad applicazione" inserendo la path dello script e, nelle opzioni avanzate, "esegui in un terminale" ed "esegui come altro utente (root)". Qualcuno avrebbe fatto in modo differente?

Eventualmente, sarebbe possibile far sì che lo script venga eseguito automaticamente, all'avvio?

Grazie

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 mesi 4 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Perché 'esegui in un terminale'?

Se hai kde basta che metti un link allo script in
/home/utente/.kde4/Autostart/
ovvero basta digitare:
$ ln -s /percorso/dello/script.sh ~/.kde4/Autostart/nomescript

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 mesi 4 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Però non capisco:
nello script ti riferisci a /mnt/sda2/ mentre nel fstab a /mnt/sda2nuova che ti fa casino.
Secondo il problema è di sda2nuova.

Ma se nel fstab scrivi semplicemente:
/dev/sda2 /mnt/sda2/ vfat rw,defaults,umask=000
/dev/sdb10 /mnt/sdb10/ vfat rw,defaults,umask=000
che è come ho io una partizione vfat che va su sempre e comunque da 1000 anni, che succede?

Per far leggere al volo fstab senza riavviare ogni volta ti ricordo che basta smontare quello che ti interessa:
# umount /dev/sda2
e rilanciare fstab:
# mount -a

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 3 anni 6 mesi fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

sono tutte partizioni di dischi interni ?

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

@ zafran

Grazie per l'idea di mettere un link simbolico in ~/.kde4/Autostart

Per quanto riguarda l'alternanza /mnt/sda2/ e /mnt/sda2nuova: quando, nei primi post, mi è stato consigliato di modificare permessi e proprietà delle cartelle di mount io, per evitare future difficoltà nel (eventuale) tentativo di ripristinare la situazione, ho preferito creare un paio di nuove cartelle "sda2nuova" e "sdb10nuova", e naturalmente ho modificato fstab di conseguenza, sostituendo sda2 con sda2nuova e lo stesso per sdb10.
Non credo però che quello sia il problema.
Infatti, grazie al tuo ultimo suggerimento, quello di inserire in fstab le righe:

/dev/sda2 /mnt/sda2/ vfat rw,defaults,umask=000
/dev/sdb10 /mnt/sdb10/ vfat rw,defaults,umask=000

ho fatto ancora un tentativo, e ha funzionato! Biggrin
/dev/sda2 e /dev/sdb10 vengono correttamente montate rispettivamente in /mnt/sda2 e /mnt/sdb10, sia con la "vecchia" denominazione:

/dev/sda2 /mnt/sda2/ vfat rw,defaults,umask=000 0 0
/dev/sdb10 /mnt/sdb10/ vfat rw,defaults,umask=000 0 0

sia con l'utilizzo del UUID:

UUID=4472-48D4 /mnt/sda2/ vfat rw,defaults,umask=000 0 0
UUID=6D10-BF02 /mnt/sdb10/ vfat rw,defaults,umask=000 0 0

A quanto pare, la soluzione era proprio l'inserimento dei valori rw,defaults,umask=000 laddove, in fase di installazione, era stato inserito soltanto defaults.

Grazie Biggrin

Ritratto di ipcress
Offline
Last seen: 8 anni 3 mesi fa
Iscritto: 01/09/2011 - 11:40

@ patel

Sì, sono entrambe partizioni dei due dischi interni.
A questo proposito, una cosa curiosa: oggi, poco prima di fare l'ultimo esperimento di modifica a fstab, avevo inserito una chiavetta USB e con Dolphin l'avevo cercata in /media. Non avrei mai immaginato di trovarci anche /dev/sda2 e /dev/sdb10 montate come fossero unità rimovibili, "disk" e "disk-1". Probabilmente perché, avendo commentato le rispettive righe in fstab, all'avvio pclos ha visto due "dischi" Fat32 e li ha identificati come chiavette (che infatti di solito sono Fat32)...
Avrei anche potuto continuare a utilizzare sda2 e sdb10 montate in /media, ma è meglio così, con le due partizioni tornate al loro posto. Wink

Grazie a tutti per l'assistenza.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 mesi 4 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

ta daa!

Anch'io preferisco tenere le cose che voglio (poche) in fstab riservandomi di montare le altre all'occorrenza.

In dolphin si può scegliere di non vederle affatto, tanto per non rischiare di toccare certe partizioni che per esempio contengono sistemi operativi che magari poi non si avvierebbero.
E anche per avere poche voci nel menù che fanno solo confusione.