Passaggio a kde64: niente piu' gimp, google earth, gsmartcontrol.

21 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52
Passaggio a kde64: niente piu' gimp, google earth, gsmartcontrol.

Ciao a tutti,
dopo vari tira e molla e avendo reso inutilizzabili tre diverse distro mi sono sempre piu' convinto dell'indistruttibilità di pclos e ho deciso di passare al kde64 cercando di fotocopiare il piu' possibile la distro in uso: kde32bit.

Come al solito ho clonato l'hd contenente la 32bit (non si sa mai...), ci ho installato sopra la 64 bit avendo cura di non formattare la /home.

Con meraviglia mi son ritrovato la 64 con il desktop gia' personalizzato come la 32, ma con tutti gli applicativi che avevo installato nel corso del tempo mancanti, ma era normale e quindi son passato alla fase successiva: rifilare la lista software esportata dalla 32 bit a synaptic, ma prima (ed e' stato questo l'errore) ho caricato gli aggiornamenti...appena accedo come utente, kdeinit crasha e posso vedere il desktop solo come utente root, va beh, ci ero gia' passato sulla 32 e sapevo cosa fare: eliminare a "mano" alcuni oggetti plasma del desktop.

Ora ho risolto anche questo, devo solo rinunciare a qualche plasmoide.
Invece no, non e' possibile avere gimp per libgegl-0.2.so.0()(64bit) gsmartcontrol per lib64glademm (>=2.4.0) e google earth per una libreria nvdia che non ricordo (si avvia ma non si vede il globo...che ci faccio?)

Pensate si possa porre soluzione? E' stato proprio per gsmartcontrol che ho "seccato" le altre distro.

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Aggiungo: manca anche wine.

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 anni 4 mesi fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Per caso hai caricato la lista synaptic 32 bit salvata, con la 64 bit ?
Se hai fatto così è probabile che potrebbero non essere identificati correttamente.
Molto meglio che ricerchi i files d'accapo sul synaptic uno ad uno.
Purtroppo per quanto possa essere comodo la lista salvata del synaptic, io non ne sono mai stato convinto proprio per queste problematiche anche se poi verrebbe riutilizzata con la stessa architettura dopo troppo tempo e dopo molte variazioni nei repository.
Ciao
Francesco bat

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 4 mesi 11 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Strana cosa davvero. personalmente uso PCLinuxOS 64-bit in tre diverse installazioni (la LXDE [RC1], la LXDE-mini [test2] e la XFCE Joble Edition Beta [non uso la KDE perchè KDE4 non mi piace minimamente] ): in tutt'e tre ho -funzionante- Google Earth... e anche GIMP. Di WINE (che non uso e non mi prova mai ad installare) non saprei dir proprio un bel niente.
Per cui, inclino a credere che il tuo tentativo di usare una Home a 32-bit per installarci sopra una 64-bit è, verosimilmente, andato storto...

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Si, avevo fatto così, ma l'ho dovuta modificare rimuovendo le voci riguardanti gimp altrimenti synaptic si lamentava di pacchetti difettosi (e non riparabili).
Rimosse queste voci synaptic sulla 64bit si e' preso tutto.
In seguito ho tentato di reinstallarli da synaptic 64bit, ma mancano delle librerie o sono di versioni diverse, quindi aveva ragione a non accettare la lista.

Per wine avevo pensato di includere i repo della 32bit, ma non so se synaptic sia così fesso da accettarli, oppure prendere i pacchetti altrove, ma questo spesso mi ha causato danni irreparabili...kde e' un po' delicatuccio rispetto ad altri DE.

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Ciao Monsee,
No, e' andato tutto bene, per gsmartcontrol e' la stessa libreria di versione diversa che mi ha impedito l'installazione anche su chakra.

Per google earth in fondo mi importa poco tanto ora c'e' google maps che fa la stessa cosa.
Per wine invece e' un problema dato che uso emule con wine dato che amule crasha ogni 2 ore.

Per caso mi sapete dire, se usate versioni 64bit, l'indirizzo e le sezioni che avete su synaptic? A volte puo' essere molto piu' semplice di quello che appare.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 4 mesi 11 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

No, i Repository per la versione a 32-bit e quelli per la versione a 64-bit sono distinti. Se si usa una versione a 64-bit, andare ad installar pacchetti a 32-bit diversi da quelli eventualmente già presenti (in Synaptic) nelle Repository a 64-bit, può dare adito a serissimi problemi.

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

monsee wrote:
No, i Repository per la versione a 32-bit e quelli per la versione a 64-bit sono distinti. Se si usa una versione a 64-bit, andare ad installar pacchetti a 32-bit diversi da quelli eventualmente già presenti (in Synaptic) nelle Repository a 64-bit, può dare adito a serissimi problemi.

Infatti.

Pero' quello che mi pare strano e' che anche accedendo all'indirizzo dei repo da browser wine non c'e', c'e' solo winetricks che e' un'aggiunta.

http://na.mirror.garr.it/mirrors/pclinuxos/apt/pclinuxos/2011/RPMS.x86_64/

invece si trova quì per la 32bit:

Index of /mirrors/pclinuxos/apt/pclinuxos/2010/RPMS.special/

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 4 mesi 11 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Infatti: i Repository per PCLinuxOS a 32-bit son completamente distinti e SEPARATI da quelli per PCLinuxOS a 64-bit.
E non è affatto bene cercar di "mescolarli".
Se e quando WINE sarà disponibile anche nei Repository specificamente pensati per PCLinuxoS a 64-bit, allora -e soltanto allora- potrai installarlo senza particolari rischi. Ma, fino a quel momento, è meglio lasciar stare.
Tieni presente che PCLinuxOS a 32-bit è "stabile". Mentre PCLinuxOS a 64-bit è solo "da test" (ovvero, è totalmente BETA, inclusi tutti i pacchetti ad esso correlati). Non van mischiati fra di loro in nessun caso.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 8 mesi 2 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Potrebbe essere che wine venisse giù come incluso in winetricks.
Che succede a installarlo?

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

zafran wrote:
Potrebbe essere che wine venisse giù come incluso in winetricks.
Che succede a installarlo?

"winetricks:
Dipende: wine but it is not installable
Dipende: wine-gecko but it is not installable"

Sono andato a vedere cosa c'e' di diverso su altra distro 64bit che ho nel pc: librerie e applicativi(wine) a 32bit coesistono nel sistema e anche nei repo sono mischiati.
Ho quindi aggiunto i repo a 32 bit ed ero quasi riuscito a installare wine se alla fine non usciva una libreria a 64bit che doveva essere sostituita (openal).
Peccato, ma con un sistema "azzoppato" non me ne faccio nulla, smontero' l'hd in questione e lo riporrò nel cassetto, fiducioso che prima o poi anche pclos riuscirà a modernizzarsi.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 4 mesi 11 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

PCLinuxOS non ha il minimo bisogno di "modernizzarsi": è già sin troppo "moderno".
Il punto che non tieni in conto èp che le versioni a 64-bit sono ancora "in fase di Test" (dunque, non sono "pronte", né stabili). Le versioni a 64-bit di PCLinuxoS debbono solamente completare il loro ciclo di test così da uscirne in versione finale e -finalmente- stabile (come già sono tutte quante le versioni a 32-bit). Ma è già sicuro che NON saranno mai "mischiati" i Eepository destinati ad alimentare soltanto le versioni a 32-bit con quelli desinati ad alimentare soltanto le versioni a 64-bit: quel che avverrà, semplicemente (e capita già ora che siamo "in fase di test) sarà che i Repository a 64-bit potranno includere anche alcuni specifici pacchetti a 32-bit. Tutto qui.

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Ma cosa devono testare? E' stato gia' abbondandantemente testato da altri.
Infatti ultimamente siamo passati in un lampo a kde 4.9.2 mentre eravamo rimasti impantanati al 4.8.3 per un periodo ciclopico.
Che e' successo, il 4.9.2 e' stato testato in tempi record? Ma dai...

Comunque caso chiuso, rimango a 32bit.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 4 mesi 11 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Devono finir di testare le versioni di PCLinuxoS a 64-bit. Sia il Sistema in sé che tutti quanti i pacchetti, che il sistema di funzionamento dei Repository specificamente dedicati alle versioni a 64-bit.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 8 mesi 2 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

La mancanza di wine è la prova della metodologia di lavoro.
Evidentemente in qualche modo sono arrivati alla conclusione che winetricks non avrà problemi di compatibilità mentre per il core di wine non sono ancora abbastanza sicuri.
Quindi non è ancora disponibile e lo sarà magari domani o fra 15 giorni.

Per me, tanto di cappello.
Chi ha fretta, gli può sempre scrivere e offrirsi per qualche ora di lavoro dedicato al test dei nuovi pacchetti.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 4 mesi 11 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Concordo con te, Zafran. Quando si mette in piedi una "distro" (e "trasformare" PCLinuxOS da 32-bit a 64-bit è stato fatto con lo stesso impegno e pari accuratezza) bisogna testar bene tutto quanto e solamente quando si è sicuri, dare il via libera. Non ci scordiamo che PCLinuxOS è una "rolling", dunque i tests debbono essere fatti per bene, nel suo caso, e sono ancor più importanti di quanto che non sia nelle "distro" non-rolling.

Ritratto di francofait
Offline
Last seen: 4 anni 6 mesi fa
Iscritto: 31/03/2012 - 02:01

Si ma che cavolo c' entra gimp con wine ? gimp è software da sempre nativo in linux , la versione x windows è stata fatta e viene tenuta aggiornata solo per dare un contentino gratuito anche ai tapini che usano windows. E dale repositri ufficiali di pclinux non maanca certo ne in versione 32 ne in versione 64 bit viene installat di sistema . C' è manco bisogno di scaricarlo .

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

Se per questo non c'e' nemmeno nulla da testare gia' che lo hanno fatto altre distro con piu' risorse umane.

Ritratto di francofait
Offline
Last seen: 4 anni 6 mesi fa
Iscritto: 31/03/2012 - 02:01

500paolo wrote:
Se per questo non c'e' nemmeno nulla da testare gia' che lo hanno fatto altre distro con piu' risorse umane.

Sbagliato , ogni distribuzione utilizza i sorgenti in funzione della propria architettura. Quindi va sempre e comunque testato a fondo e bene prima di rilasciarlo , la perfezione non è di nessuno basta un' inezia nell' impostazione delle direttive di compilazione dei sorgenti perchè poi dia problemi . Non esistono 2 distribuzioni uguali , e neppure versioni diverse dello stesso software. gimp per Fedora funziona solo in Fedora , per mandriva solo in Mandriva per Debian solo in debian , per ubuntu soo in ubuntu .

Ritratto di 500paolo
Offline
Last seen: 2 anni 2 settimane fa
Iscritto: 16/12/2011 - 10:52

E' solo una questione di pacchettizzazione, "gimp vers x" e' "gimp vers x" per tutte le distro.
Le architetture sono sempre le stesse, x86, arm... e via dicendo.

Ritratto di francofait
Offline
Last seen: 4 anni 6 mesi fa
Iscritto: 31/03/2012 - 02:01

500paolo wrote:
E' solo una questione di pacchettizzazione, "gimp vers x" e' "gimp vers x" per tutte le distro.
Le architetture sono sempre le stesse, x86, arm... e via dicendo.

No, la differenza non sta proprio nell' rachitettura hardware e basta , non è solo pacchettizzazione , il software viene compilato dai sorgenti da parte di ciascuna distribuzione , oltretutto libera di apportare modifiche a livello sorgente in funzione delle esigente proprie , come in tutto il software distribuito in opensource , la pacchettizzazione è solo l' ultima operazione dopo averlo testato , il software non è indipendente dal SO , esige la presenza di librerie compilate con la stessa identica versione del compilatore
La pacchettizzazione è il minore dei problemi , se fosse tutto li basterebbe rilasciare direttamente in formato binario ed il problema sarebbe risolto alla radice per tutti.