installare pclinux insieme a lubuntu

23 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di spave
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: 06/12/2013 - 14:08
installare pclinux insieme a lubuntu

Ciao sono nuovo, ho scaricato pclinux lxde e volevo installarlo sul mio netbook insieme a lubuntu. Volevo sapere se è possibile e se c'è un modo di avere il processo di installazione in italiano per evitare di fare qualche errore, grazie

P.s. Zafran sono Marco...ci siamo visti un paio di settimane fa all'install fest a Firenze. Ho esplorato un pò il mondo delle distro Linux e avevo provato a mettere Maya, ma mi dava diversi problemi (in particolare si bloccava seriamente al login), allora l'ho disinstallato. Ora vorrei provare questa distro che mi avevi suggerito, ciao

Marco

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Ciao.

La soluzione che (per me) resta la migliore è:
- avviare ubuntu e mettergli il suo grub nella partizione (grub-install /dev/sdaX)
- installare pclinuxos e mettere il suo grub (che è grub-legacy e quindi molto più facile da gestire) nel mbr (/dev/sda)
- editare /boot/grub/menu.lst e aggiungerci una voce tipo:
title lubuntu su sdaX
root (hd0,X)
chainloader +1

Dove X è il numero della partizione e hd0 è sda (hd1 se fosse sdb).

Le alternative (far partire direttamente ubuntu da pclinux os oppure pclinuxos da ubuntu) per quanto più comode, a volte danno problemi.
Quella descritta funziona e per me è comunque strutturalmente preferibile.

Fammi sapere.

Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 5 anni 7 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53

installare PClinuxOS insieme a lubuntu? Qui
http://sargonsei.altervista.org/linux-con-grub-legacy-in-dual-boot-con-l...
"C) Installare Linux con GRUB2 e Linux con GRUB LEGACY non rilevata da GRUB2"
scrissi una guida sull'argomento, ma lo feci più di due anni fa; come ben sai, PCLinuxOS è Rolling, quindi anche chi ne fa uso raramente la reinstalla da zero, quindi io stesso è da un po' che non uso quel metodo, quindi posso garantirti che 2 anni fa funzionava, ma non garantisco nulla per oggi.
Ultimamente su un portatile ho installato PCLinuxOS in MultiBot con OpenSUSE, e
<canc>, come suggerito da zafran, </canc> ho usato GAG.
A onor del vero, sul PC fisso ho recentemente tentato di installare GAG, ma non è stato possibile perchè compariva un messaggio di errore, quindi forse per le vacanze di natale collauderò nuovamente quelle istruzioni, ma NON OGGI.
In conclusione: prima prova con GAG, poi, se (come è accaduto a me SU IN SOLO PC, non riesci ad installarlo, prova la guida da me linkata.
Saluto.
Sargon6

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Zafran non ha mai caldeggiato l'uso di gag.
Almeno non negli ultimi 7/8 anni.

Grub funziona benissimo come bootmanager, come ho descritto qui sopra: grande cosa il chainloader (che poi è quello che usa gag).

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 6 anni 2 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

oltre alla soluzione citata da Zafran c'è anche questa

title lubuntu su sda5
kernel (hd0,4)/boot/grub/i386-pc/core.img

notare il 4 invece che 5 (il grub conta a partire da zero)

Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 5 anni 7 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53

zafran wrote:
Zafran non ha mai caldeggiato l'uso di gag.
Almeno non negli ultimi 7/8 anni.

Grub funziona benissimo come bootmanager, come ho descritto qui sopra: grande cosa il chainloader (che poi è quello che usa gag).


Scusa, devo essermi confuso con un post scritto da qualcun altro che ho visto di recente.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

@ sargon6
Monsee.
Sono anni che discutiamo su gag.

@ patel
OT:
voglio fare un dual boot con win8 su un BIOS uefi.
Te ne sei occupato?
Io non c'ho ancora capito uno spiffero.

Ritratto di spave
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: 06/12/2013 - 14:08

Ciao a tutti,

prima di tutto vi ringrazio per i vari suggerimenti e alternative...tuttavia mi sembrano tutte un pò complicate visto che conosco pochissimo del mondo linux...per esempio cosa sia il grub e come devo installarlo...Ora ho Lubuntu, ma quando ho provato a installare pclinux da boot ( il processo di installazione era solo in inglese e non lo so troppo bene) sembrava come che se avessi dato l'ok all'installazione avrebbe sostituito per intero lubuntu e non creato una partizione a parte.
Altra cosa non so nè il perchè nè quale dei n° dovrei usare praticamente al posto della x !?

Se ce la fate a darmi una desrcizione più semplicistica dei vari passaggi, magari un tentativo provo a farlo altrimenti mi sa mi tengo lubunutu...non vorrei rischiare come successo con Maya di ritrovarmi senza pc all'improvviso.
Grazie comunque in ogni caso,

un saluto
Marco

Ritratto di spave
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: 06/12/2013 - 14:08

ps. come alternativa potrei anche togliere lubuntu e mettere solo pclinux, ma vorrei sapere se è facile mettere poi tutto in italiano, compreso firefox e se i comandi sono facili come quelli di lubuntu anche per un'inesperto come me, cos' come trovare e installare tutte le applicazioni più comuni,
grazie

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Per risponderti ci sarebbe bisogno di qualche altra informazione

1- Pclinux da live ti fa funzionare tutto quello che vuoi (audio, video, internet)?

2- Com'è messo il disco?
Puoi avviare gparted (lo trovi chiamato GesticiDischiLocali o qlc del genere fra le impostazioni del sistema).
Se puoi fare uno screenshot sarebbe la cosa migliore, così si vede quali partizioni poter ricavare per fare spazio a un altro sistema operativo

3. Che specifiche hai a disposizione (ram, cpu)
Perdona ma non mi ricordo se le avevamo guardate (forse un giga di ram?)

Se ti trovi perso scrivimi pure in privato

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 6 anni 2 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

zafran wrote:

voglio fare un dual boot con win8 su un BIOS uefi.
Te ne sei occupato?
Io non c'ho ancora capito uno spiffero.

Mai fatto, uso ancora un pc del 2006

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

spave wrote:

-da live il pc è lentissimo in ogni apertura di programma e file. internet funziona con ethernet con wi fi non ci sono riuscito.
-gparted lo ho installato su lubunutu ma non so come si fa lo screenshot per vedere se si possono fare partizioni
-cpu: AMD Dual-core Processor C-50 (1,0 Gh); RAM 1Gb DDR3 Memory

Se il pc mi deve andare lento prefrisco tenere lubuntu al di là della stabilità, oppure cercare un altro ambiente ma che privilegi sempre la rapidità.

Quello che fa rallentare un computer non è tanto il sistema quanto il Desktop Environment.
Quindi pclinuxos+lxde avrà prestazioni analoghe a lubuntu mentre ubuntu e pclos saranno analogamente rallentati da kde.
Inoltre, una cosa è un sistema installato e ben altro è una live: il confronto non è possibile.

Per uno screenshot ci sono varie utility ma ora non ricordo lxde quale ti offra.
Puoi anche provare con Stamp, Ctrl+Stamp, Alt+Stamp o Shift+Stamp
Oppure puoi dare da shell il comando:
import screen.jpg
il cursore ti diventa una croce che tu puoi posizionare nell'angolo alto a sinistra dell'area di schermo che vuoi catturare. Senza rilasciarlo disegni il rettangolo che ti interessa e lo rilasci quando hai raggiunto l'agolo destro in basso.
A quel punto nella tua home troverai già l'immagine screen.jpg con lo screenshot.
Se ripeti la procedura, screen.jpg verà sovrascritto e per evitare questa scocciatura avevo scritto questo:
http://www.istitutomajorana.it/forum/Thread-Screenshot-che-non-si-sovras...

Sennò copi i dati a mano (dimensioni e spazio libero delle partizioni).

Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 5 anni 7 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53

Se parliamo di cosa fa rallentare il sistema, non possiamo dimenticare che, a parità di Desktop Environment. le applicazioni che funzionano in Back Grund possono essere responsabili di grandi differenze in fatto di prestazioni.
Questo si vede poco con LXDE (a meno che non si confronti Linux Mint con LXDE con una qualsiasi altra distro con LXDE: Minux Mint con LXDE è vistosamente più pesante), ma si vede molto col KDE. OpenSUSE con KDE e Kubuntu sono vistosamente più oesanti di PCLinuxOS e di Chakra con KDE, perché OpenSUSE e Kubuntu hanno molte applicazioni che funzionano in Back Grund.
Ovviamente se un utente ha a propria disposizione un PC performante, queste differenze non le nota, ma ti assicuro che PCLinux con KDE riesce a far ben figurare anche PC che, con altre distro, funzionano bene solo con LXDE.
Detto questo, PCLinuxOS con KDE è sicuramente più leggero di Kubuntu, ma è più pesante di PCLinuxOS con LXDE, quindi se vuoi rendere performante un vecchio PC, PCLinuxOS con LXDE è meglio.

Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 5 anni 7 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53

spave wrote:
ps. come alternativa potrei anche togliere lubuntu e mettere solo pclinux, ma vorrei sapere se è facile mettere poi tutto in italiano, compreso firefox e se i comandi sono facili come quelli di lubuntu anche per un inesperto come me, cos' come trovare e installare tutte le applicazioni più comuni,
grazie

Oggi ho installato PCLinuxOS 64 bit con MATE.
Peccato che la procedura di installazione non sia in italiano; a causa di un banalissimo errore di comprensione, ho terminato l'installazione prima del dovuto, ed ho dovuto reinstallare tutto una seconda volta.
Una volta installato, ho aperto Synaptic, ed ho cliccato una dopo l'altra le 3 icone in alto a sinistra ivi presenti; in questo modo, ho:
1) Ricaricato l'elenco dei pacchetti disponibili
2) Marcato i pacchetti da aggiornare
3) Applicato le modifiche.

Ad aggiornamento avvenuto, mi aspettavo di veder comparire sul desaktop l'icona dello script per l'italianizzazione, ma non è stato così.
Allora, dal menù principale, ho selezionato
> [Menù] > [Sistema] > [Preferenze] > [Impostazioni locali]
ma la lingua italiana non era presente fra le poche lingue selezionabili.

Siccome non sono riuscito a trovare da nessuna parte l'icona di “Addlocale”, ho aperto un terminale, ed ho impartito il comando Addlocale
In questo modo PCLinuxOS 64 bit con MATE si è italianizzato senza grossi problemi.

Dopo l'esecuzione di Addlocale, FireFox era ancora in inglese, ma la lingua italiana era stata installata; per farla diventare la lingua corrente anche in FireFox, ho semplicemente dovuto attivarla.

Infine, dal menù principale, ho selezionato l'apposito script per installare Libre Office. Ad installazione ultimata, era già in Italiano.

Io non ho impostato alcun repository diverso da quelli impostati dall'installer e dagli script di italianizzazione, e mi sembra che vada tutto bene, anche se il menù principale non è italianizzato benissimo (ma forse certe parole hanno deliberatamente tralasciato di tradurle... non saprei..)

In conclusione, a proposito dell'installazione di PCLinuxOS 64 bit con MATE, le uniche lamentele sono:
1) Avrei preferito che la procedura di installazione fosse in lingua italiana
2) Al termine dell'installazione, avrei gradito che l'icona di Addlocale fosse stata presente sulla scrivania; se non fosse che ho già fatto altre installazioni di PCLinuxOS, non avrei mai pensato di aprire un terminale, ed impartire il comando Addlocale

Qualunque versione di PCLinuxOS tu voglia installare, penso che per l'italianizzazione la procedura sia la stessa...

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Ottimo sargon6.
Vedrò di mettere in evidenza il tuo post come guida breve all'installazione.

Sulla routine di installazione ci si può fare il crocione, avendone parlato molte volte e altrettante avendo letto che per loro va bene così e basta.
D'altra parte, non so che difficoltà hai avuto tu ma io credo che l'inglese necessario all'installazione di una distro così friendly, in effetti, lo si abbia un po' tutti.
Infatti parli di una distrazione.

Per Addlocale invece ti do ragionissima; prima lo si trovava bello bello sul desktop e ora invece non solo bisogna sapere che esiste, nonostante nessuno lo dica durante l'installazione, ma bisogna anche andarselo a cercare nei meandri del Menu.
Questa è una pecca e senza un forum localizzato e un sargon6 d'ordinanza la distro non andrebbe avanti che per gli anglofoni madrelingui (madrelingui? è orribile ma credo sia corretto).

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 6 anni 2 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

Io credo che questa distro non decolli proprio a causa dell'installer, ormai quasi tutte le maggiori distro permettono di scegliere la lingua subito ed al termine dell'installazione non c'è altro da fare che aggiornare.
Un altro inconveniente è l'ID utente settato di default a 500 invece che a 1000 come tutte le altre distro,questo provoca problemi di permessi per l'accesso ai dati salvati con altri sistemi.
E' vero che al momento di definire il nome utente si può modificare, ma occorre saperlo e ricordarselo.

Ritratto di footstep11
Offline
Last seen: 1 anno 9 mesi fa
Iscritto: 31/01/2013 - 11:01

patel wrote:
Un altro inconveniente è l'ID utente settato di default a 500 invece che a 1000 come tutte le altre distro,questo provoca problemi di permessi per l'accesso ai dati salvati con altri sistemi.

Sei sicuro di questo? Io sono rimasto indietro di un paio d'anni, ma suse, mandriva, redhat, fedora, debian, mageia, scientific linux ed arch (cioe' le distrubuzioni che usavo io) avevano tutte lo uid di default a 500 (in altre parole, era solo ubuntu che lo metteva a 1000...) Forse le cose sono cambiate recentemente...

Mauro

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Ubuntu ha mantenuto l'impostazione debian dell'utente 1000.

Ritratto di patel
Offline
Last seen: 6 anni 2 settimane fa
Moderatore
Iscritto: 03/11/2007 - 07:31

footstep11 wrote:
patel wrote:
Un altro inconveniente è l'ID utente settato di default a 500 invece che a 1000 come tutte le altre distro,questo provoca problemi di permessi per l'accesso ai dati salvati con altri sistemi.

Sei sicuro di questo? Io sono rimasto indietro di un paio d'anni, ma suse, mandriva, redhat, fedora, debian, mageia, scientific linux ed arch (cioe' le distrubuzioni che usavo io) avevano tutte lo uid di default a 500 (in altre parole, era solo ubuntu che lo metteva a 1000...) Forse le cose sono cambiate recentemente...

Mauro

Io vado a memoria, quindi sicuro non sono, però sto scrivendo da Mageja e il mio UID è 1000

Ritratto di footstep11
Offline
Last seen: 1 anno 9 mesi fa
Iscritto: 31/01/2013 - 11:01

patel wrote:
Io vado a memoria, quindi sicuro non sono, però sto scrivendo da Mageja e il mio UID è 1000

Quindi le cose sono cambiate da un paio d'anni a questa parte... Good to know Wink

Mauro

Ritratto di footstep11
Offline
Last seen: 1 anno 9 mesi fa
Iscritto: 31/01/2013 - 11:01

zafran wrote:
Per Addlocale invece ti do ragionissima; prima lo si trovava bello bello sul desktop e ora invece non solo bisogna sapere che esiste, nonostante nessuno lo dica durante l'installazione, ma bisogna anche andarselo a cercare nei meandri del Menu.
Questa è una pecca e senza un forum localizzato e un sargon6 d'ordinanza la distro non andrebbe avanti che per gli anglofoni madrelingui (madrelingui? è orribile ma credo sia corretto).

Nella Full Monty addolocale e' in bella mostra nel desktop di sistema (di default ci sono 6 desktop, ognuno con tutti i comandi inerenti: internet, multimedia, ufficio, etc). Al primo login appare una finestra con le istruzioni su come localizzare il sistema e come aggiornarlo.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 mesi 6 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Vuol dire che per la prossima installazione mi procurerò un perizoma e un paio di metalmeccanici

Ritratto di Sargon6
Offline
Last seen: 5 anni 7 mesi fa
Iscritto: 05/08/2011 - 15:53

zafran wrote:
...D'altra parte, non so che difficoltà hai avuto tu ma io credo che l'inglese necessario all'installazione di una distro così friendly, in effetti, lo si abbia un po' tutti.
Infatti parli di una distrazione....
Si, se si desidera lasciare tutte le opzioni come sono di default, si riesce ad installare PCLinuxOS senza sapere nulla di inglese; il problema nasce quando si desidera personalizzare l'installazione; per questo, a chi installa PCLinuxOS per la prima volta, dico che BACK-UP è una parolina magica che salva da molti problemi.

footstep11 wrote:
Nella Full Monty addolocale e' in bella mostra nel desktop di sistema (di default ci sono 6 desktop, ognuno con tutti i comandi inerenti: internet, multimedia, ufficio, etc). Al primo login appare una finestra con le istruzioni su come localizzare il sistema e come aggiornarlo.

Questo dimostra che il team che sviluppa PCLinuxOS è perfettamente in grado di capire le esigenze dell'utente alla prima installazione. Se esistesse una "Full Monty" per ogni desktop, avrei pensato che l'assenza di "Addlocale" nelle versioni meno complete fosse una strategia per fornire TUTTO (o quasi) a chi non ha idea di quali applicazioni installare, e poco più del minimo indispensabile a chi desidera installare -dopo l'installazione- solo il software che ritiene opportuno (non dimentichiamo che installare il minimo indispensabile e poi aggiungere pacchetti che si preferisce e relative dipendenze, da luogo ad un risultato più pulito di quello ottenibile installando il massimo possibile e poi togliendo i pacchetti ritenuti inutili).
Purtroppo, solo PCLinuxOS con KDE ha una "Full Monty", il che mi fa pensare che chi utilizza altri desktop sia lasciato in balia di sé stesso, e non ne capisco il motivo.