Dualboot Pclinuxos + Arch

24 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 3 anni 7 mesi fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20
Dualboot Pclinuxos + Arch

Buongiorno, devo installare arch linux su un pc dove è già presente Pclinuxos kde, l'hd è già partizionato quindi lo spazio c'è. Piuttosto volevo chiedere come devo gestire grub2. Normalmente quando installo arch lascio gestire il tutto dal grub2 già esistente, in debian sudo update-grub e mi vede facilmente la nuova installazione, ma in pclinuxos esiste un comando da terminale simile da dare?

Ritratto di cerbero
Offline
Last seen: 8 anni 9 mesi fa
Iscritto: 21/01/2015 - 18:41

se non l'hai già fatto puoi installare grub2 anche in pclinuxos, guarda qui:

https://francofait.wordpress.com/category/pclinuxos/

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Basta che levi il sudo e ci vada di root vero e resta:
# update-grub

Ma pclos dà un'ottima interfaccia per la configurazione dell'avvio (ossia di grub), basta usare quella.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 3 anni 7 mesi fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Grazie zafran, eventualmente prima di dare il comando da terminale, oppure prima di usare l'apposito tool, che ho già trovato, occorre montare la partizione di Arch?

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Bella domanda.
Lo sai che non lo so?
A occhio direi di no ma non ti fidar di me...

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 3 anni 7 mesi fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Dunque, mentre Ubuntu e Linux Mint "montano" le partizioni senza bisogno di dare nessuna password, Pclinuxos, Fedora, OpenSuse e anche Debian la richiedono, quindi ad occhio dovrei prima montare la partizione e poi dare il comando di update-grub (da "su" ovviamente) in modo che "veda" la partizione del nuovo sistema. Almeno io penso che dovrebbe essere così, ma rimane per il momento solo una ipotesi, visto che su questo maledetto pc Arch linux è abbastanza recalcitrante, mentre Pclinuxos kde si è installato benissimo e senza nessun problema, grazie a tutti quelli che contribuiscono a questa distro, che incomincio a pensare che meriterebbe di scalare la classifica di distrowatch visto che devo ancora trovare neppure un macinino da caffè dove non si installi Smile

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Perchè non installare semplicemente i GRUB(2) nelle Partizioni di Root e utilizzare GAG per avviar, di volta in volta, quello che più pare? Non servirà mai fare "update-grub", né altro. Ciascuno dei GRUB(2) gestirà solo e unicamente l'avvio della "distro" cui appartiene, ignorando tutto il resto. Io lo faccio da sempre e mi son sempre trovato a perfezione.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Perché non ce n'è bisogno

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

In che senso, scusa, "non ce n'è bisogno?"
Installi una volta per tutte, dopo di che, basta con "update-grug", ravanamenti nella configurazione di GRUB e altre similari seccature.
Non devi fare un bel niente neppure se ti capita di reinstallare ex-novo uno dei vari Sistemi installati, perchè ti ritrovi tutto quanto già perfettamente funzionante, fin dal primo istante e in automatico.
Insomma, usando GAG (un vero gioiello, irrinunciabile) eviti per sempre tutti o quasi i problemi di questo tipo. Si tratta, mi sembra, di una gran bella comodità.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Smile
Fra qualche centinaio d'anni qualche archeologo postapocalittico durante una campagna di scavi sentirà delle voci provenire dai sotterranei di un antico tempio linux e troverà me e te che discutiamo sull'opportunità di usare gag.

Anche per me l'idea di mettere il proprio bootloader in ciascuna partizione va benissimo (sempre nel caso che si abbiano molti sistemi e che si cambino spesso) però in quel caso mi piace molto di più l'idea di una partizioncina di boot con dentro grub e poco altro per il redirizionamento del boot ai vari grub nelle partizioni.
Per il suo update da qualsiasi sistema linux basterà dare un
chroot /dev/sdaX
update-grub
.

E però: tutto questo, con efi, rimane valido?

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Il fatto che si cerchi (oggi con EFI, domani con chissà che) di condizionar le decisioni degli Utenti su qual che si può o non si può utilizzare, è -anche a parer mio- un serissimo problema. E penso che, proprio in questo senso, anche programmucci come GAG (in grado di avviare un Sistema anche da floppy [o da LiveCD o da Pen-drive USB] senza ci sia bisogno di porre proprio niente sull'HD, solo per dirne una) saran di grandissimo aiuto. Rammento di un Utente che non riusciva in alcun modo a metter nulla sull'MBR (occupato da Windows, che non consentiva di modificar niente) per poter avviare la sua installazione di PCLinuxOS... Cercò consiglio qui. E risolvemmo, proprio ponendo GAG, configurato per avviare il suo PCLinuxOS su di un floppy-disk... e utilizzando allo scopo un lettore-floppy USD da pochi euretti...
Noi, nel desiderare che gli Utenti restino sempre liberi di installare e utilizzare quel che più piace a loro e non siano forzati a rinunciar a questo o quello, questo è chiaro, ci troverem sempre d'accordo.

Ritratto di francofait
Offline
Last seen: 5 anni 11 mesi fa
Iscritto: 31/03/2012 - 02:01

Non ce n' è bisogno per il semplicissimo motivo che anche grub 2 a differenza del vecchio legaci , è già da se bootmanager a tutti gli effetti , non solo un semplice bootloader.
Quando grub2 non c' era , il ricorso a gag , benchè ugualmente evitabile era conprensibile . ( Salvo eccezioni , io l' ho sempre ritenuto inutile gag.ta e me sa de non essere il solo)
Grub2 , non impedisce affatto di creati un floppy o una pendriver per avviare i SO in multiboot , al posto dell' indirizzo mbr locale lo redirigi verso la pendriver o il floppy , che dovranno essere prima formattati e resi bootabili al bios , ma questo è necessario sia con gag che con qualsivoglia altro bootmanager.
EFI esiste da lunghissimi anni ed ha ben poco che vedere con UEFI , la funzione di efi è quella di consentire la gestione di unità disco di elevata capacità e conseguente tabella di allocazione dinaminica delle partizioni in standard GPT , a sua volta indispensabile per superare i limiti dello standard MBR. Con UEFI altro non è stato fatto che rompere le scatole (e romperle pure forte e bene) , aprofittando del ben più ampio spazio riservato alla tabella in standard GPT per infilarci dentro anche la certificazione di autenticità del computer finito e del SO preinstallato dal produttore del pc . Non necessariamente windows , la certificazione UEFI non è Microsoft a gestirla ma Verisign, anche microsoft ha aderito allo standard proposto dai produttori hardware , sia pur ponendo proprie condizioni , cosa comunque già fatta molto prima da Apple.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

GAG è la meraviglia di semplicità e di efficacia, è l'incredibile gioiellino che rende possibile di gestir Sistemi Operativi fra loro differenti (fino a 9 differenti Sistemi), anche situati in differenti Hard Disks, purché appartenenti a GNU/Linux o Windows o a BSD o comunque a UNIX, senza nemmeno mai richiedere "aggiustamenti" di sorta per avviare i Sistemi installati del cui avvio si occupa, neanche quando uno o più di tali Sistemi son stati appena aggiornati da una versione a una versione successiva. GAG è, insomma, uno dei softwares più preziosi ed insostituibili che esistan sulla faccia della Terra (e non c'è barba di GRUB o GRUB2 [un'emerita schifezza, sia detto per inciso, giacché costringono l'Utente a dipendere dal buon funzionamento del Sistema installato da cui dipende il GRUB2 che funge da boot-manager, senza manco concedere l'unica opzione che per davvero nobilita Grub-Legacy, ossia la possibilità di installare il boot-loader direttamente su floppy-disk in corso di installazione del Sistema]). E questo, anche trascurando il fatto che GAG può avviar tutti i Sistemi installati anche direttamente e semplicemente da un floppy-disk e che è anche perfettamente capace d'avviare direttamente "da RAM" un determinato Sistema (installato) senza ci sia bisogno alcuno di installare alcun boot-manager (non è indispensabile installar neppure GAG medesimo, manco su floppy-disk). E tutto questo sempre in maniera completamente grafica, semplicissima, rapidissima (configurarlo ed installarlo richiede, infatti, al più, una manciata di secondi) e incredibilmente personalizzabile secondo i gusti "di avvio" di ciascun Utente.
GAG è, per la mia esperienza, il software che più d'ogni altro difende e garantisce la sacra possibilità di ogni Utente di poter installare il Sistema Operativo che gli pare e di poterlo avviare senza che in alcun modo tale avvio possa dipendere dai capricci del boot-manager di una altro dei Sistemi eventualmente co-installati. GAG è un'arma estremamente efficace e facilissima da usare, la più efficace ch'io conosca fra quante sono disponibili ad un normale Utente, perfetta per garantirsi la libertà di poter installare, avviare e Utilizzare il Sistema Operativo che davvero si vuole.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Ormai è andata così e non resta che arrendersi all'evidenza. Monsee ama gag e il fatti che si tratti un boot manager e non di un bootloader non turba affatto i suoi sonni.

Si ripete per chi si fosse appena messo in ascolto:
un boot manager devìa il boot verso un bootloader che sia in grado di effettuarlo,niente di più.
Quindi è altrettanto insostituibile del foglietto sul quale ci siamo annotati con quale kernel partire la prossima volta.
Chiaro che quel foglietto sarà utilissimo a noi che ce lo siamo fatto ma a tutti gli altri?

Le preferenze personali sono una cosa, l'indispensabilità un'altra.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

... Provare per credere!
Da quando uso GAG non ho mai avuto neanche l'ombra d'un problema di boot fra le varie "distro" installate: qualunque cosa avvenisse, il boot di ogni Sistema non ha sofferto, poi, di nessunissimo problema (prima di usare GAG e anche usando altri boot-manager, di problemi -sia pure non moltissimi- ne ho avuti, invece).
Per fare un solo esempio: non posso garantirlo con certezza, ma nutro il serio sospetto che se la serie di Sistemi Operativi installati da Pabform fosse stata gestita da GAG anziché dal GRUB2 di uno degli stessi Sistemi installati, Pabform non si sarebbe mai trovato (dopo che l'installer di Win7 gli è impazzito) nella situazione scomodissima che l'ha condotto a domandare aiuto al nostro Forum: http://www.pclinuxos.it/node/2633

Il punto NON è che a me piace GAG: il punto è che GAG mi piace perchè risolve -e bene!- un sacco di possibili problemi, il che consente ad un normale Utente che voglia utilizzare più Sistemi Operativi installati, senza nessun bisogno di ricorrer mai al Terminale o alla "riga di comando", di poter ben dormire sonni tranquilli e rilassati. Non è solo questione "di gusto personale". Il punto è che GAG (laddove non si abbiano gli HD "in Raid", si usino HD basati sull'MBR e non su GPT e non si utilizzi extlinux quale bootloader) è -a mia conoscenza- di gran lunga il miglior boot-manager che esista. Avvia qualunque UNIX e BSD (senza bisogno alcuno di installare il boot-loader di BSD, per inciso), avvia Windows e avvia ogni GNU/Linux (purché il boot-loader del GNU/Linux in oggetto venga installato nella Partizione di ROOT del suddetto GNU/Linux [è questa la sola condizione]). Col che, ci si viene a trovare con dei Sistemi Operativi del tutto indipendenti l'uno dall'altro (ciascuno viene avviato da GAG, ma non è in grado di avviare alcuno degli altri Sistemi installati) gestibile interamente da interfaccia grafica, altamente configurabile e che non richiede configurazioni di sorta laddove si vadano ad installar nuovi Kernels o ad aggiornare -reinstallando "da zero", via LiveCD o LiveDVD- questo o quel Sistema Operativo installato ad una versione successiva... Scusate se è poco!

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Nun ce se po' fa', via!

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

io parlo per esperienza diretta. GAG è veramente come dice monsee. una volta installato non devi aggiornarlo se cambi/aggiorni il kernel, puoi eliminare un sistema, installarne un altro, tutti con il loro grub indipendente. lui troverà sempre quello che vuoi avviare senza impazzire. installi un nuovo sistema? un click e lo trova.
per me da due sistemi linux in su è essenziale. con un solo sistema+win, puoi gestire tutto tranquillamente con il grub.
sarebbe interessante nei sistemi con uefi sapere come si comporta GAG installato nella partizione di avvio.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Tu quoque?
Ma è davvero tanto difficile scrivere un menu.lst, o grub.cfg che sia, con dentro tutti i chainload che ti pare più (se vuoi) le voci dirette a qualche kernel a cui vuoi accedere direttamente senza altri passaggi?
Ma per favore...

E tutto per non avere la noia di ricordarsi qual è il sistema che sta gestendo il primo grub che si incontra all'avvio.
Fatevi un bigliettino Smile

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 1 anno 3 mesi fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

e se domani per un motivo qualsiasi quel sistema lo disinstalli?........ no caro amico, un punto in più per GAG

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 3 anni 7 mesi fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Vedo che questa discussione gag/grub legacy/grub 2 è annosa, il che non è un male. Ma installare Gag quando si gestisce già tutto da grub (legacy o grub2) è una cosa difficile? Cioè se gag per forza di cose si installa sull'mbr, riscrivendosi sopra grub, a questo punto mi ritrovo con i sistemi che non partono per niente e devo usare una live per reinstallare grub nella root di ogni sistema, giusto? Magari è più facile partire da un sistema nuovo, cioè per primo installare gag e poi installare i vari sistemi facendo attenzione (se poi è possibile visto quanti installer che vogliono installare il proprio boot-loader direttamente sull'mbr e che alle volte è difficile trovare le "avanzate" per dirgli di installare sulla root). Oppure a questo punto non sarebbe più semplice installare gag magari su usb o su floppino, ponendo che il mio pc lo abbia ancora, ed usarlo da lì? In quest'ultimo caso posso avere un link che spieghi come installarlo su usb o floppy, magari diventa oltremondo utile se decidessi di installare anche un bsd, oltre che win e linux.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Confermo quel che sostiene -per esperienza sua personale, certo, ma anche a giusta ragione... E la mia esperienza personale, come anche l'esperienza personale di svariati altri Utenti di GNU/Linux, Windows, BSD e UNIX in generale, conferman pienamente ch'è così- l'ottimo dxgiusti. Io uso GAG da vari anni, con avariati SO e svariate "distro"... e non c'è proprio il minimo paragone con nessun altro metodo di avvio "multiboot" che io conosca.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

adrianomorselli wrote:
Vedo che questa discussione gag/grub legacy/grub 2 è annosa, il che non è un male. Ma installare Gag quando si gestisce già tutto da grub (legacy o grub2) è una cosa difficile? Cioè se gag per forza di cose si installa sull'mbr, riscrivendosi sopra grub, a questo punto mi ritrovo con i sistemi che non partono per niente e devo usare una live per reinstallare grub nella root di ogni sistema, giusto? Magari è più facile partire da un sistema nuovo, cioè per primo installare gag e poi installare i vari sistemi facendo attenzione (se poi è possibile visto quanti installer che vogliono installare il proprio boot-loader direttamente sull'mbr e che alle volte è difficile trovare le "avanzate" per dirgli di installare sulla root). Oppure a questo punto non sarebbe più semplice installare gag magari su usb o su floppino, ponendo che il mio pc lo abbia ancora, ed usarlo da lì? In quest'ultimo caso posso avere un link che spieghi come installarlo su usb o floppy, magari diventa oltremondo utile se decidessi di installare anche un bsd, oltre che win e linux.

Innanzi tutto, GAG NON richiede obbligatoriamente di venir installato sull'MBR (lo puoi installare anche dentro ad un floppy-disk, ad esempio, per cui...)
Certo, se lo si installa sull'MBR si ottiene una gestione ancor più semplice e più agevole dell'intero sistema di avvii delle varie distro installate, dell'eventuale Windows installato e dei vasi Sistemi Operativi UNIX (BSD inclusi) installati.
Ma anche da dentro un floppy-disk, GAG è capacissimo di gestire e avviar con la semplice pressio0ne di un tasto una gran quantità di SO (fino a 9 diversi Sistemi Operativi, anche su due diversi HD, per intenderci).
In quanto al fatto che ciom sian delle "distro" che cerchino di imporre l'installazione del loro GRUB2 sull'MBR, direi che questa è una ragione in più per OPPORSI a tale costrizione (una maniera di riuscire nell'impresa la si può trovare... e, per esempio, io ci son riuscito) e utilizzare sempre e comunque GAG (perchè la vera libertà consiste nel rispettare i desideri dell'Utente e non nel costringerlo ad installar per forza il boot-manager che impone lo Sviluppatore).
Infine, come hai scritto anche tu, è possibilissimo (e, in verità, semplicissimo) utilizzare GAG anche da floppy-disk, in piena libertà (è stato creato, infatti, anche per poter fare questo: poter avviare tutti i Sistemi installati da un singolo floppy-disk)... oppure da una pen-drive "trattata" in modo che il BIOS la veda come un Lettore-Floppy.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 3 anni 7 mesi fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Quindi grosso modo dovrei seguire questo link nel caso di floppy http://www.istitutomajorana.it/forum/Thread-Installazione-e-configurazio... mentre per trattare la usb in modo che "sembri" un lettore floppy?

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Riguardo all'utilizzo di una pen-drive "spacciata" per un Lettore-Floppy, prova a dare un'occhiata qui: https://dns809.wordpress.com/2009/02/03/guida-penna-usb-com-floppy-avvio/
Cliccando sul seguente link, invece, si può vedere un vero Lettore-Floppy "USB" (è la strada che preferisco utilizzare anche io, anche se quello mio non è della medesima marca) del tipo che utilizzo normalmente io in tutte quante le mie installazioni: http://verytech.smartworld.it/come-usare-un-floppy-esterno-usb-nilox-con...
Si tratta di un hardware estremamente economico che -per l'esperienza mia- è in grado di risolvere una gran quantità di possibili problemi (per chi utilizza Windows e/o GNU/Linux, in special modo, ma anche per chi usa altri UNIX). Io lo utilizzo con floppy-disks della Verbatim e debbo dir che ho trovato assai spesso la cosa estremamente utile.
Infine: NON è che per utilizzare GAG serva disporre per forza di un floppy-disk. Non se si ha intenzione, almeno, di usare GAG solo per avviare "temporaneamente" un SO fra quelli installati (perchè si può far questo anche "in RAM", senza che serva installare assolutamente niente), né se si ha idea di installare GAG direttamente nell'MBR di un Hard Disk.
In questo senso, si può optare per l'utilizzo di GAG "da LiveCD". Cosa possibile, fra l'altro, anche dal LiveCD denominato Ultimate BootCD, nel quale si può trovare incluso -assieme a molte altre utility- anche il nostro splendido GAG.
Trovi la ISO dell'Ultimate BootCD a partire dalla pagina Web cui ti conduce il seguente link: https://www.ultimatebootcd.com/index.html