dual boot con Mandriva 2010.0

74 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50
dual boot con Mandriva 2010.0

Ciao a tutti , ho un portatile con installato Mandriva 2010.0, vorrei provare a fare un installazione di Pclinux kde in dual boot ho letto un pò per il forum ma mi sono confuso ancor di piu le idee ,in pratica il portatile ha solo Mandriva che ci gira ci sono problemi con i Grub e il rispettivo avvio ? Credo di si ma non cio capito tanto in più non sono bravo con i partizionamenti stavo leggendo l'uso di Gag ,devo approfondire intanto chiedo a voi consigli ,premetto che non voglio asfaltare Mandriva.
Grazie,

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

Fanno uso della stessa versione di grub e della stessa interfaccia per gestirlo dal pannello di controllo , di conseguenza non ti srve a nulla gag , sia che tu metta lasci su mbr il loader di PCLinux che quello di mandriva .
Gag premesso che rimango contrario in ogni caso all' uso di manager di terze parti , può essere pratico in presenza di distribuzionio e SO che fanno uso di versioni diverse e non compatibili fra loro del bootloader di sistema.
Monsee , ne fa ampio uso , ma gestisce anche un buon numero di SO diversi in fritto misto , quindi è un suo punto di vista più che compresibile anche se non lo condivido. In linea di massima a 6 SO , fra linux , windbu7tee , wincas8 e pcbsd sono praticante sempre presenti anche su desktop mio , e di Gag non ne vedo propro alcun bisogno.
Facciamo cosi. Monsee da parte sua una guida per Gag l' ha inserita da tempo anche qui sen non erro oltre che sul forum dell' istiututo . Mi armo di S.Pazienza anche io e vedo di completare il discorso multiboot , proseguedo con le guide a PcLinux avviate sul mio blog.
Così con calmina si può soddisfare ogni esigenza . A livello bootmanager come preferenza per Gag , fra i tanti esistenti lo vedo pure io il migliore . Non vedo motivo per altre soluzioni .

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

Grazie tanto Francofait onorato di una sua risposta,riguardo alla mia situazione sembrerà strano ma non ho mai usato sistemi in dual boot preferivo installare e usare l'intero disco solo ora ho bisogno di installare accanto a Mandriva 2010.0 Pclinux provato e installato a un amico che aveva problemi col suo fisso a fare il passaggio a Mandriva 2011, da qui il mio interesse per le rolling.
Proverò e faro sapere.

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

axa wrote:
Grazie tanto Francofait onorato di una sua risposta,riguardo alla mia situazione sembrerà strano ma non ho mai usato sistemi in dual boot preferivo installare e usare l'intero disco solo ora ho bisogno di installare accanto a Mandriva 2010.0 Pclinux provato e installato a un amico che aveva problemi col suo fisso a fare il passaggio a Mandriva 2011, da qui il mio interesse per le rolling.
Proverò e faro sapere.

questo è il mio disco posto una foto :

http://s6.postimage.org/r3mmibpdt/111.png

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Personalmente, ti suggerisco caldamente di fare comunque ricorso a GAG per gestire il dual-boot.
Non è una sana strategia far gestire l'avvio di un Sistema da un "avviatore" (un boot-loader) che -a sua volta- è gestito dall'altro Sistema: è scelta che sconsiglio sempre e comunque. Ogni Sistema installato dentro ad un PC non deve avere nessun possibile "punto di contatto" con uno -qualsivoglia- degli altri sistemi installati. Così, ciascun Sistema resta del tutto indipendente da ogni altro: qualunque cosa possa mai capitare un domani ad un sistema non avrà mai la minima influenza sull'altro.
Per questo, è ottimale e sempre consigliabile l'uso di un boot-manager (e GAG è fra i migliori e i più semplici in assoluto). In questo modo, qualunque cosa avvenga, non dovrai mai avere a che fare col terminale, la "riga di comando" o l'editing "a manina" della configurazione di Avvio del tuo PC. Tutto quel che fovrai fare sarà in ambiente grafico, dentro a "finestre" che potrai -sempre- facilmente comprendere e gestire con un semplice click del mouse oppure premendo un tasto a scelta -tua- fra una ben precisa e chiara selezione di tasti che vedrai spiegata sullo schermo...
Naturalmente, adesso hai il GRUB di Mandriva nell'MBR: dovrai anzitutto spostarlo dall'MBR alla Partizione di ROOT di Mandriva.
Poi, dovrai fare spazio tale (nella attuale Partizione HOME di Mandriva) da ricavarci le Partizioni per PCLinuxOS. Ti suggerisco caldamente di usare un LiveCD di GParted oppure Parted Magic (sempre, in LiveCD).
Infine, installato che avrai anche PCLinuxOS (devi rammentare che il boot-loader di PCLinuxOS andrà installato nella Partizione di ROOT di PCLinuxOS medesimo), installi GAG e potrai, da quel momento in poi, avviare l'una o l'altra "distro" mantenendole completamente "separate" fra di loro (indipendenti nel modo più totale l'una dall'altra).

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

Ciao e grazie per le delucidazioni ,ma ti giuro che per me è abbastanza difficile comprendere il tutto ,come da foto al link postato sopra io ho un disco con su una partizione di root una di swap e una di home .

Non capisco questo punto :
Naturalmente, adesso hai il GRUB di Mandriva nell'MBR: dovrai anzitutto spostarlo dall'MBR alla Partizione di ROOT di Mandriva.

capisco che devo ridimensionare la home in modo da far spazio al nuovo sistema, ma come si sposta l' MBR?

Cavolo sto rin......
Saluti.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

Son punti di vista sui quali si potrebbero intavolare lunghe discusssioni , che conoscendo la genuinità nel voler dare il meglio di se di Monsee ma anche la sua testardaggine , non approderebbero a niente .
Non c' è nulla di più nefasto per la stessa sicurezza dell' unità dell' interferire sul suo MBR con loader estranei ai SO in uso .
Comunque qui i SO da gestire sono 2 , ambedue perfettamente simmetrici e gestiti per giunta da identica versione del bootloader . Tutti 2 dotati dell' ottima interfaccia grafica disponibile dal centro di controllo , gestibile con estrema semplicità . Ottenere un bootmaneager di dimensioni superiori a quelle consentite dal settore di avvio , con 2 soli SO è praticamente impossibile , per cui uno o l' altro cambia poco , al dila di una totale inutilità di gag o qualunque altro brut- ma brut veramente brut-manager .

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

ciao a prescindere dai punti di vista su l'uso di Gag o meno il mio problema e capire come posso andare avanti ,ridimensiono la home e poi come punto di mount do la partizione pulita sempre in home ???
Cosa ne dite??? puo andare bene o rischio di fottere anche mandriva cosi facendo???

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

axa wrote:
Ciao e grazie per le delucidazioni ,ma ti giuro che per me è abbastanza difficile comprendere il tutto ,come da foto al link postato sopra io ho un disco con su una partizione di root una di swap e una di home .

Non capisco questo punto :
Naturalmente, adesso hai il GRUB di Mandriva nell'MBR: dovrai anzitutto spostarlo dall'MBR alla Partizione di ROOT di Mandriva.

capisco che devo ridimensionare la home in modo da far spazio al nuovo sistema, ma come si sposta l' MBR?

Cavolo sto rin......
Saluti.


L' mbr a fine installazione , mandriva come del resto anche PCLinux dal momento che fanno uso della stessa identica procedura , te lo chiede da se dove vuoi collocare il suo bootloader .
Se lo vuoi sul mbr della sua unità e lo hai installato su sdb , grub lo collochi su sdb e non su sdbx che è indirizzo della partizione di sistema.

I due bootloader all' avvio del pc differenziano solo nell' immagine di fondo , quindi la scelta è limitata al solo gusto personale , a me piacciono tutti 2 , sia con lo sfondo di mandriva che con quello di pclos .
Comunque mandriva , la presenza di pclinuxOS sull' harddisk la rileva subito correttamente e te la configura subito correttamente in grub in chiusura fase installazione .
Dato che il multiboot ha la sua principale ragione d' essere proprio nell' avere una distribuzione sulla quale sperimentare liberamente , senza piangere se ci scappan anche pasticci seri , nulla ti impedisce sperimentare tutte le possibili soluzioni , anzi direi , sperimantale tutte ed anche altre , senza paura.
Per reinstallare PCLinux da live bastan 5 minuti , idem da live cd anche mandriva , assieme a simplymepis penso proprio che distribuzioni tanto rapide da reinstallare exnovo in modo cos' completo , non ve ne siano. Ne fanno soluzioni ideali per smattare senza paura , e farsi le ossa fino a conoscerle meglio della morosa.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

francofait wrote:
axa wrote:
Ciao e grazie per le delucidazioni ,ma ti giuro che per me è abbastanza difficile comprendere il tutto ,come da foto al link postato sopra io ho un disco con su una partizione di root una di swap e una di home .

Non capisco questo punto :
Naturalmente, adesso hai il GRUB di Mandriva nell'MBR: dovrai anzitutto spostarlo dall'MBR alla Partizione di ROOT di Mandriva.

capisco che devo ridimensionare la home in modo da far spazio al nuovo sistema, ma come si sposta l' MBR?

Cavolo sto rin......
Saluti.


L' mbr a fine installazione , mandriva come del resto anche PCLinux dal momento che fanno uso della stessa identica procedura , te lo chiede da se dove vuoi collocare il suo bootloader .
Se lo vuoi sul mbr della sua unità e lo hai installato su sdb , grub lo collochi su sdb e non su sdbx che è indirizzo della partizione di sistema.

I due bootloader all' avvio del pc differenziano solo nell' immagine di fondo , quindi la scelta è limitata al solo gusto personale , a me piacciono tutti 2 , sia con lo sfondo di mandriva che con quello di pclos .
Comunque mandriva , la presenza di pclinuxOS sull' harddisk la rileva subito correttamente e te la configura subito correttamente in grub in chiusura fase installazione .
Dato che il multiboot ha la sua principale ragione d' essere proprio nell' avere una distribuzione sulla quale sperimentare liberamente , senza piangere se ci scappan anche pasticci seri , nulla ti impedisce sperimentare tutte le possibili soluzioni , anzi direi , sperimantale tutte ed anche altre , senza paura.
Per reinstallare PCLinux da live bastan 5 minuti , idem da live cd anche mandriva , assieme a simplymepis penso proprio che distribuzioni tanto rapide da reinstallare exnovo in modo cos' completo , non ve ne siano. Ne fanno soluzioni ideali per smattare senza paura , e farsi le ossa fino a conoscerle meglio della morosa.

Procedi drettamente da diskdracke di mandriva , ridimensioni /home , per poterla ridimensionare se è montata prima la devi smontare , premi il pulsante in basso a destra per le funzioni avanzate , un clic sulla barra rossa di /home poi opzione : ridimensiona , ti chiede la nuova dimensione , segnalndoti nel contempo anche lo spazio che verra liberato.
Quando ne ha a sufficenza , confermi ed attendi che porti a termine , l' operazione. Nello spazio che ti rende libero , non allocati crei subito una nuova ext4 per mandriva con '/' come punto di mount , e avvii subito l' installazione .
Se è mandriva livecd , procede allo stesso identico modo di come hai già fatto per PcLinuxOS

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

franco scusami ma non mi è chiara la situazione ,capoccia de coccio direbbe qualcunaltro.
allora io ho già installato Mandriva ok con tutte le mie personalizzazioni e il disco e diviso in root - swap - home , Io da Mandriva ridimensiono l' home liberando spazio ,perchè devo creare un'altra partizione di / ???

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Nulla da eccepire sulle indicazioni di Franco circa la procedura di partizionamento (io la farei di certo usando un LiveCD di Parted Magic, ma fa lo stesso).
Rilevo, invece, che -prima di iniziare a far qualunque cosa- dovresti decidere se vuoi (come ti suggerirei io) avere una Partizione HOME separata per PCCLinuxOS. In questo caso, ti suggerirei di creare non solo la Partizione su cui poi installerai la ROOT, ma anche quella su cui intendi installare la HOME di PCLinuxOS.
Riguardo all'uso o meno di GAG, concordo con quel che ha detto Franco: l'esser di idee diverse non vuol dire che non siamo entrambi qui per dar buoni consigli (quelli che, per ciascuno di noi, sono "i migliori" [che poi significa semplicemente che consigliamo a TE quel che noi, se fossimo al tuo posto, sicuramente faremmo -identico- anche per noi stessi]), talché, anch'io ritengo giusto che sia tu a pensarci sopra e poi sceglier l'approccio che più preferisci.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Devi creare ALMENO un'altra Partizione (con lo spazio ricavato dalla HOME di Mandriva) per poi installarci dentro la ROOT di PClinuxOS: questo ti ha scritto Franco. Io, poi, ho aggiunto che anche PClinuxOS dovrebbe avere una Partizione HOME tutta sua, sicché dovresti ricavare dalla Partizione HOME di Mandriva spazio per 2 Partizioni (quella in cui installerai la ROOT di PCLinuxoS e quella in cui andrai ad installare la HOME di PCLinuxOS).

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

Allora ricapitolando Io da mandriva smonto la mia home la ridimensiono esempio la porto a 70 G utilizzabile cioè libera devo creare anche una di root / di almeno 12G per Pclinux . Chiudo vado in live da pclinux e scelgo il partizionamento che ho stabilito ,ho capito bene????
Grazie intanto per la pazienza.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

12 GB per la Partizione di ROOT di PCLinuxOS sono pochi (ci sta, ma assai strettino). Meglio puntare sui 19-20 Gb almeno (se assegni a PCLinuxOS una sua Partizione Home separata di almeno 9-10 Gb). Altrimenti,
E che 12 Gb siano davvero pochi è ancor più vero se non usi una HOME separata anche per PCLinuxOS. In questo caso, la Partizione di ROOT di PCLinuxOS dovrebbe essere di almeno 26-32 Gb, dato che includerebbe dentro di sé anche la cartella Home.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

Direi che la tua /home attuale è talmente ampia da darti tutta la possibiltà di ridurla anche a metà , il che ti permeterebbe poi come giustamente suggerito da monsee di creare anche /home come partizione utente a se stante , senza penalizzare la partizione '/' di sistema e rischiare poi di ritrovarti con carenza di spazio per installare nuove applicazioni in mandriva.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

francofait wrote:
Direi che la tua /home attuale è talmente ampia da darti tutta la possibiltà di ridurla anche a metà , il che ti permeterebbe poi come giustamente suggerito da monsee di creare anche /home come partizione utente a se stante , senza penalizzare la partizione '/' di sistema e rischiare poi di ritrovarti con carenza di spazio per installare nuove applicazioni in mandriva.

Pclinux installato lo hai già , non hai nessun bisogno di reinstallare tutto .
Nello spazio non allocato che recuperi dalla sue /home , crei 2 partizioni
/ # e
/home # e s quelle prosegui direttamente con l' installazione di mandriva .

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

va bene intanto grazie per il vostro tempo per oggi passo ho la testa che mi scoppia provero domani vi faro sapere ,certo che diamine per me sulle partizioni sono messo male, vabehh ,
Saluti

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

[quote=monsee]Nulla da eccepire sulle indicazioni di Franco circa la procedura di partizionamento (io la farei di certo usando un LiveCD di Parted Magic, ma fa lo stesso).

Diskdrake , non teme rivali , è l' unico in grado di gestire correttamente tutta la moltitudine di filesistem esitenti per qualnque SO . È la naturale evoluzione sulle distribuzioni di mandriva e derivate , di PowerQuest Partition Magic , da cui nacque come suo diretto clone per opera della fu mandracke linux .

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

axa wrote:
va bene intanto grazie per il vostro tempo per oggi passo ho la testa che mi scoppia provero domani vi faro sapere ,certo che diamine per me sulle partizioni sono messo male, vabehh ,
Saluti

http://francofait.wordpress.com/2012/02/26/pclinuxos-mandriva-fare-spazi...
Ancora un piccolo strappo e la parte che ti riguarda è praticamente conclusa , poi cercherò un titolo dverso per la guida poiche rimane perfettamente identica e valida non solo per un dualboot PcLinixOS co mandriva , ma con qualunque distribuzione faccia uso della setessa versione grub , quindi anche con SimplyMepis , Fedora , e Opensuse fino a precedente versione stabile e relative derivate.

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

Grazie tanto a tutti dei vostri illuminati consigli.
Ho intenzione di mettermi al lavoro domani pomeriggio .
Saluti

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

ok il parto è avvenuto,le due distro vanno bene tranne chè :
la mia wifi non si attiva con Mandriva nessun problema con PClinux non vuole partire il portatile è dotato di scheda Atheros AR5001 credo comunissima e poi e Atheros strano che PClinux non l'avvia ,ho provato a vedere se dal bios era attiva è lo è,provato a disattivarla e a farla gestire al SO ma niente, secondo me può essere un problema di modulo viene riconosciuta con modulo Ath5 ed è il suo, avete idee voi ? Da dire anche che su Mandriva io ho i Madwifi installati ma credo non centra molto.Vi posto il risultato di ifconfig e iwconfig:
[root@localhost ~]# ifconfig
eth0 Link encap:Ethernet HWaddr 00:1F:16:E7:05:F8
UP BROADCAST MULTICAST MTU:1500 Metric:1
RX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:1000
RX bytes:0 (0.0 b) TX bytes:0 (0.0 b)
Interrupt:41 Base address:0x2000

lo Link encap:Local Loopback
inet addr:127.0.0.1 Mask:255.0.0.0
inet6 addr: ::1/128 Scope:Host
UP LOOPBACK RUNNING MTU:16436 Metric:1
RX packets:28 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
TX packets:28 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:0
RX bytes:1600 (1.5 KiB) TX bytes:1600 (1.5 KiB)

[root@localhost ~]# iwconfig
lo no wireless extensions.

eth0 no wireless extensions.

wlan0 IEEE 802.11bg ESSID:off/any
Mode:Managed Access Point: Not-Associated Tx-Power=off
Retry long limit:7 RTS thr:off Fragment thr:off
Encryption key:off
Power Management:off

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

No, non è strano affatto che PClinuxOS non avvii la Atheros: mi par di rammentare che c'è un pacchetto apposito da installare (lo si trova in Synaptic e lo si installa con un semplice click del mouse), ma non ne rammento il nome esatto... e ora sono con PC-BSD 9.0 e non con PCLinuxoS. Appenna torno con PCLinuxOS guardo il nome esatto del pacchetto e te lo riporto qui. Così tu lo installi, poi riavvii e vedrai che la Wi-Fi comincia a funzionare.

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

ok Monsee io stavo googlando in cerca di soluzioni ma vedo che spesso questi portatili creano dei problemini a causa del tastino di accensione della scheda wifi ,mi sto documentando ,con Mandriva ripeto fin dalla 2009 anno d'aquisto dello stesso dovevo avviarlo dal tastino ma andava è va certo non in automatico cioè quando spengo e riavvio Mandriva per attivare il wifi devo peremere il sudetto tastino a quanto stavo leggendo tradotto su google cè un (hardblock) blocco ma non sono molto informato devo approfondire,comunque io sono su Mandriva ora è connesso ,tu posta pure quando smetto di lavorare proseguo con le prove ,intanto grazie.

Ah dimenticavo io uso solo il wifi quindi è importante per me risolvere.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

Devi installare :
madwhifi
dkms-madwifi
ndiswrapper-net5211

suno tutti preenti in synapti

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

Immaginavo Franco che servissero i madwifi ma ndiswrapper-net5211 cosa centra io non voglio installare driver di Finestre o sbaglio Io ,poi un altra cosa se mi procuro i pacchetti e uguale vero?
Come postato prima non ho connessione cablata ma solo wifi.
saluti

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

non ti servono i driver di microsoft , perchè il firmware di atheros fa gia parte del pacchetto madwify e per caricarlo serve quella versione li di ndiwrapper . Se non erro ti dovrebbe bastare marcare per installazione madwifi , e gli altri due li assume da se come dipendenze il gestore dei pacchetti , ti installa e ti configra tutto da se , poi devi riavviare , perchè aggiunge moduli al kernel , di conseguenza richiede il riavvio completo del SO.

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

il problema che non ho connessione senza wifi , quella dei pacchetti che dici si puo fare scaricandoli.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

Trova modo di collegarti al router con cavo su ethernet , ti serve la connessione per forza , per caricare i moduli nel chernel ha bisogno di scaricare anche l' header del kernel in uso .

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

ok grazie Franco stavo provando l'installazione dei pachetti rpm scaricati da rpm search installati ma niente vedrò domani sul da farsi Io sono in condivisione con la linea provero domani a collegarlo .
ciao.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Ha ragionissima Franco: devi installare tramite Synaptic (così tutte le dipendenze vanno automaticamente a posto).
In PCLinuxOS, installare tramite Synaptic è garanzia di efficacia e di stabilità. Installare al di fuori di Synaptic conduce, presto o tardi, ad avere delle instabilità -anche serie- nel Sistema. Diversamente da quel che hanno scritto su questo mio suggerimento, NOn si tratta di una mia "fissa": lo stesso identico consiglio viene dato anche dagli Sviluppatori di PCLinuxOS, che scrivono esplicitamente di usare sempre e coltanto Synaptic e sconsigliano in TUTTI i casi di installar qualsivoglia pacchetto per altra via, giacchè Synaptic -in PCLinuxOS- è assai più effdicace, nella gestione delle dipendenze, di qualsivoglia altra via. Vien esplicitamente sconsigliato (per la stessa identica ragiine) anche il ricorso alla "riga di comando" (o al Terminale) per installar direttamente tramite apt... Lo affermo io, sicuro, ma lo affermano anche altri (Texstar, Neal, Leiche, Sproggy, Linuxera, Siamer, etc...). Tutti consigliano di NON installar mei nulla se non tramite Synaptic... Vero è che viene data (tramite Synaptic, installando un apposito pacchetto che si chiama "rpm-install") la via per installar pacchetti RPM direttamente (e, tramite Alien, la via per trasformar altri formati di pacchetti in RPM), ma sempre con l'avvertenza che il ricorso a tali sistemi (esattamente come anche l'installazione o l'aggiornamento o la gestione dei pacchetti tramite il Terminale) darà sicuramente come risultato finale, o prima o dopo, una seria instabilità del Sistema. Mai, dunque, installare alcunchè o gestire i pacchetti se non tramite la finestra di Syanptic. Questa è una "regola aurea" che, se non si vuol incorrere in problemi, è assolutamente indispensabile seguire.
So che, qui su questo Forum, gli altri sono di parere opposto e dicono che Synaptic è "solo un'interfaccia grafica" e non sa fare niente., Si sbaglian tutti quanti: Synaptic è un PROGRAMMA (come ogni "interfaccia grafica") e, agendo, fa delle cose, cose che hanno -necessariamente- delle conseguenze. E, nel caso specifico, l'intero sistema di gestione di PClinuxOS è stato pensato e ideato (sin dalla sue basi) precisamente per essere usato sempre e unicamente dall'interfaccia grafica Synaptic e MAI tramite Terminale o in qualsivoglia altra maniera. usarlo differentemente da così è del tutto lecito, sia chiaro, ma -chiunque lo faccia- ci si deve aspettare possano insorgere, o prima o dopo, in conseguenza, seri problemi di stabilità del Sistema e di gestione delle dipendenze fra i pacchetti.

Per quel che attiene il caso tuo, se ti è possibile spostar temporaneamente il tuo PC, ti suggerisco di spostare il PC in un luogo dal quale sia possibile connettersi via Ethernet cablata. Ti connetti, apri Synaptic, procedi al primo aggiornamento dell'elenco dei pacchetti, poi effettui il primo aggiornamento dei pacchetti del Sistema (sempre in Ethernet cablata). Poi, passi a definire il solo GARR di Napoli come Repository e aggiorni nuovamente l'elenco dei pacchetti. Quindi, chiudi Synaptic e apri il Localization Manager, al fine di italianizzare il tuo SO. Italianizzato il tuo SO, procedi ad installare LibreOffice in italiano (sempre in Ethernet cablata) tramite il LibreOffice Manager. Quindi, procedi ad aggiungere ai Repository di Synaptic anche il Repository dei Megagames. Fatto anche questo, ricarichi l'elenco dei pacchetti in Synaptic e poi procedi ad installare i pacchetti che ti servono al Wi-Fi.
Fatto tutto questo, al successivo riavvio,. avrai il Wi-Fi. per poterlo correttamente impostare con i parametri che servono a casa tua, ti conviene effettuar tale riavvio direttamente a casa tua.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

monsee wrote:

giacchè Synaptic -in PCLinuxOS- è assai più effdicace, nella gestione delle dipendenze, di qualsivoglia altra via. Vien esplicitamente sconsigliato (per la stessa identica ragiine) anche il ricorso alla "riga di comando" (o al Terminale) per installar direttamente tramite apt... Lo affermo io,sicuro, ma lo affermano anche altri (Texstar, Neal, Leiche, Sproggy, Linuxera, Siamer, etc...). Tutti consigliano di NON installar mei nulla se non tramite Synaptic... Vero è che viene data (tramite Synaptic, installando un apposito pacchetto che si chiama "rpm-install") la via per installar pacchetti RPM direttamente (e, tramite Alien, la via per trasformar altri formati di pacchetti in RPM), ma sempre con l'avvertenza che il ricorso a tali sistemi (esattamente come anche l'installazione o l'aggiornamento o la gestione dei pacchetti tramite il Terminale) darà sicuramente come risultato finale, o prima o dopo, una seria instabilità del Sistema. Mai,m dunque, installare alcunchè o gestire i pacchetti se non tramite la finestra di Syanptic. Questa è una "regola aurea" che, se non si vuol incorrere in problemi, è assolutamente indispensabile seguire.
So che, qui su questo Forum, gli altri sono di parere opposto e dicono che Synaptic è "solo un'interfaccia grafica" e non sa fare niente., Si sbaglian tutti quanti: Synaptic è un programma (come ogni "interfaccia grafica" e, agendo, fa delle cose, cose che hanno -necessariamente- delle conseguenze. E, nel caso specifico, l'intero sistema di gestione di PClinuxoS è statro pensatpo e ideato (sin dalla sue basi) precisamente per essere usato sempre e unicamente dall'interfaccia grafica Synaptic e MAI tramite Terminale o in qualsivoglia altra maniera. usarlo differentem ente da così è del tutto lecito, sia chiaro, ma -chiunque lo faccia- ci si deve aspettare, o prima o dopo, in conseguenza, seri problemi di stabilità del Sistema e di gestione delle dipendenze fra i pacchetti..

Senti monsee, qui i casi sono due: o la pianti di raccontare codeste novelle o le motivi in qualche modo.
Non è possibile che tu pretenda di alterare le cose ripetendo continuamente un concetto che ti si è già detto e ripetuto essere non solo sbagliato ma anche destinato a creare un sospetto nei confronti dei comandi reali che stanno dietro a synaptic.

O ci dici cos'è che synaptic fa di tanto creativo e consapevole, e ci dici anche com'è che solo tu lo sai, o ti rassegni e accetti quello che tutti a parte te sanno da quando è stato creato apt.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Senti tu, Zafran: o la smetti di raccontare che il Synaptic di PCLinuxOS non serve a niente e che usare il Terminale con "apt" è la stessa identica cosa, o da qui non ci schioderemo mai, te l'assicuro. In quento al fatto che usare il terminale in PCLinuxOS è assolutamente controindicato (e viene detto -a più riprese e a chiare lettere- che porta a seri rischi di destabilizzazione del sistema), vatti a fare un giro sul forum americano di PCLinuxOS e vedi da te. In quanto a me, agisco spinto da una semplice domanda: a cosa serve avere il miglior gestore di pacchetti (il Synaptic di PCLinuxOS) che esista al giorno d'oggi se lo si salta a piedi pari e ci si va a incasinare il Sistema usando il Terminale o qualche altra maniera parimenti sconsigliata?
Non smetterò mai di lottare perchè gli utenti che vogliono farlo possano provare a vedere come funziona un PCLinuxOS "trattato bene" (anzichè preso a calci nelle gengive). Dopo che l'avran visto(e ci si saran fatti "le ossa" e la debita esperienza), tutti saranno liberi -se lo vorranno- di prendere a calcioni il proprio Sistema Operativo come più pare loro. Non prima, però, perchè -in tale caso- giammai potrebbero godere del piacere di avere un sistema perfettamente funzionante, agile e privo di veri problemi.
Questo che ti linko è solo un esempio (riferito ad eventuali installazioni di pacchetti RPM fatte al di fuori di Synaptic). Si tratta di una Discussione sul forum americano. Quel che ci importa, qui, son le risposte di Neal ManBear. Eccoti il link: http://www.pclinuxos.com/forum/index.php?topic=102104.0
In molti altri posts, altri Sviluppatori di PClinuxOS (a cominciare da Texstar e senza eccezioni) sconsigliano SEMPRE di usare un metodo di gestione dei pacchetti diverso da Synaptic (e -sempre- affermano che la cosa si può comunque fare, ma tenendo nel debito conto che potran nascere, poi, dei problemi al Sistema: dunque, la si può fare, ma come procedura "a rischio", in qualche modo "sperimentale" e da NON considerarsi affatto come "il giusto modo").

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Sai bene che la penso esattamente come te per quanto riguarda l'usabilità del sistema e la voglia di vedere altra gente che lo usa senza problemi.

Io sto dicendo che le cose vanno motivate: o citi e motivi o non dici.

Io ti ho incollato il man di synaptic in cui dice di non essere altro che una gui e sempre la stessa dal 2004.
Tu dici di fare un giro nel forum di pcloscom dove si vede benissimo il consiglio di affidarsi a synaptic ma certo non di non usare apt.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Io verifico ogni giorno (non uso soltanto PCLinuxOS) che in TUTTE le altre "distro" sorgon problemi -o prima o dopo- di compatigilità e/o di gestione delle dipendenze. Questo, nel Synbaptic di PCLinuxOS (e in PCLinuxOS) giammai mi è accadutro, nemmeno una singola volta dal 2007 ad oggi. E questa è una prova, per me.
NON "desta sospetti" (non a me, almeno) il fatto che il Synaptic di PClinuxOS sia organizzato assai meglio degli altri: mi indica semplicemente che han fatto le cose con gran cura (del che, rendo loro il dovuto merito). PClinuxOs mi ha abituato a simili sorprese: la perfetta implementazione di LXDE che PCLinuxOS offre non esiste -neppur minimamente paragonabile- in alcuna altre "distro" che io abbia sperimentato (e nemmeno in PC-BSD 9.0... che sto usando in questo momento e, per il quale, ho dovuto ripiegare su XFCE dato che lXDe si mostra un po' instabile).
Insomma, il fatto che PCLinuxOS ha "qualcosina in più" si deve a talune sue specifiche caratteristiche, create con pazienza, nel corso degli anni, dai suoi sviluppatori. indicare ai nuovi Utenti di rispettar tali caratteristiche è -questa, la mia opiniopne- la maniera migliore di approcciarlo non solo a PClinuxOs, ma a GNU/Linux in generale. una volta che avran visto quanto è stabile, efficace e affidabile, questo splendido sistema, avranno ancor più voglia di "espplorare" anche altre "distro" e non si disamporeran certo di linux, ma -al contrario- tanti fra loro cercheran di approfondir le proprie conoscenze. Ed è precisamente lì che diviene prezioso l'insegnamento "ad esplorar tutte le vie". Senza di quello, l'utente già un po' epserto che vuol apprendere di più, sarebbe lasciato allo sbando. E sarebbe un grave errore, perchè la "conoscenza" (e la "sete di conoscenza") è -nel concreto- implicita nella filosofia di base di GNU/Linux e dell'opensource.
Per questo penso che gente come te (ma non soltanto tu: pensa a Franco, a Patel [ma si potrebbero citare tanti altri]) è tanto preziosa. Ma andare a consigliare a chi non ha ancora sperimentato "l'uso normale" del sistema di fare esperimenti, io credo, NON è saggio, né aiuta i nuovi Utenti in alcun modo.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Allora dimmi l'ultima volta che hai avuto problemi con pclos usando
# apt-get update && apt-get dist-upgrade.
O mi dici che questo comando ha avuto problemi e synaptic no, o il tuo discorso non vale nulla.

Anch'io consiglio di usare synaptic PERO' non dico che tutto il resto è un baubau.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

in post precedente Zafran eramo arrivati a concludere di lasciar perde , tanto Mosee a capire che l' informatica non è insieme di opnioni personali , ed il SO ha sempre e comunque il compito primario di gestire l' hardware , non di gestire l' utete, e le intefacce grafiche qualunnque sia il SO e qualunque sia la funzione , hanno solo lo scopo di migliorare la visibiità, cosa inportantissima sulla quale non vi sono dubbi.
Non esistono guide neppure sul forum centrale che attribuiscano poteri malefici , alla console , che insegnano a farne uso corretto , anche di apt , quando realmente è il caso di farne uso invece sio e non poche
Non esiste software che della console possa farne a meno , con nessun SO , è percorso hardware obbligato in qualnque architettura per lo scambio informazioni utente computer. , della scheda grafica il computer può farne a meno , e può fare a meno pure del monitor edella tastiera ( lo stesso bios consente di disabilitarli )
Ricordarsi a memoria i nomi di poco meno di 40000 pacchetti , che pclinux rende disponibili al gestore dei pacchetti è impossile per chiunque , ma il computer non ammette errori , a cacciarsi nei guai senza sapere esattamente poi cosa il computer va a scaricare , prima o poi logico che ci si arriva , ma inutile dare colpa ad apt , c'è solo da recitare mea culpa ad imprudenza propria visto che le interfacce per poter avere una visibilità totale di ciò che sarà eseguito poi in backgrawund dalla console di apt. ci sono.
Synaptic da se comunque non esegue nulla , dipende da apt , prova a disistallare apt e vedrai che anche synaptic se ne va , di installare synaptic per contro puoi farne a meno e nulla impedisce di toglierlo.
La mia raccomandazione come del resto anche sul forum centrale è di far buon uso delle intefaccie di supporto , almeno finche la console e i comandi diretti , non si sono acquisiti più che bene . Da li in poi deventano solo inutile peso e perdita di tempo.
Usati con precisione , non esiste intefaccia grafica in grado di svolgere il lavoro con la stessa rapidità e sicurezza.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Zafran, io col PC ci lavoro.
Non posso permettermi di aver problemi di qualsivoglia tipo sul PC con cui lavoro (se non faccio il lavoro, non guadagno un centesimo e non mangio). Per cui, inizialmente, usavo Windows (Win2000 Professional e WinXP Professional) per il lavoro. ma era una mezza tortura: solotanto per tener pulito tutto quanto da possibili virus e malwares, partiva un sacco di tempo. L'antivirus era comunque una spesa (non c'è alcun antiviorus free per chi con il PC lavora e -oltretutto- è meglio usare comunque un software a pagamento, in questi casi), così come anche il Firewall e l'antispyware, ma non sempre le difese funzionavano a dovere (con Norton fun un disastro degno del Titanic, ad esempio). poi mi ero assestato su una combinazione valida che funzionava bene (nel senso che mi difendeva molto bene), ma rimaneva il fatto che dovevo perfer tanto tempo in aggiornamenti e -soprattutto- scansioni (ore e ore...)
Per cui, quando ho cominciato a conoscer GNU/Linux, ho preso in seria considerazione l'idea di usarlo precisamente per lavoro. Ma i primi tentativi (anche pagando per avere un supporto qualificato), non han dato gli esiti sperati (c'erano tante cose che non potevo fare il linux e riuscivo a fare solo in Windows e il Sistema non era stabile come speravo e si incasinava non poco ad ogni aggiornamento di versione).
Poi, ho incocciato PClinuxOS (primavera 2007) e mi son trovato innanzi ad una "distro" davvero stabile, affidabile, ricca di possibilità e funzioni (e di programmi) che mi consentiva di far tutto quello che facevo in windows e anche di più... senza bisogno alcuno di fare "aggiornamenti di versione" (data la tendenza da semi-rolling). A partire dal 2008, l'ho adottata specificamente come "distro" da lavoro e lla uso così anche adesso. Con le altre distro, invece, "mi diverto", per cui mi potrei permettere di correr qualche piccola alea di rischio in più: ma non lo faccio, perchè non è cosa che rientri nella mia natura. Speravo di poter usare per lavoro anche PC-BSD 9.0, ma l'ho sperimentato e non mi pare sia ancora affidabile a sufficienza (più o meno, lo paragonerei -in ciò- a CentOS).
Per cui, NON mi sogno minimamente di dare un qualsivoglia comando da Terminale (tranne quello che serve ad aggiornare il database di ClamAV: è questo il solo uso che io faccio del Terminale). Gestisco i pacchetti soltanto ed esclusivamente tramite Synaptic (come consigliato e suggerito sempre dagli Sviluppatori) e non ho mai avuto nessunissimo problema, se non in occasione di quattro "nuove installazioni": due nel 2009 (una era un BUG di E-17 che non faceva funzionare bene un tasto della tastiera, l'altra consisteva nel fatto che l'installer m'ha inopinatamente installato la ROOT nella partizione indicata per la HOME, problema, questo che -però- mai più si è successivamente ripetuto) e due l'anno scorso (non riuscivo ad impostare bene la tastiera per la versione XFCE e non riuscivo a sentire i suoni [problemi entrambi risolti felicemente]).
Non posso, di conseguenza, darti nessun tipo e genere di malfunzionamento conseguente all'utilizzo di installazioni e disinstallazioni di pacchetti al di fuori del canale "di default" (Synaptic), perchè con il lavoro non si scherza ed io, lavorandoci con PCLinuxOS, ho assoluto bisogno di aver tutto quanto facile e di non aver mai nessun problema (li evito proprio, i problemi, dunque).
Concordo con quel che hai scritto, Franco: va raccomandato l'uso degli specifici softwares consigliati (agli inesperti, intendo), così che possano verificare di persona il vero valore di PCLinuxOS e (di conseguenza) la bellezza e la facilità d'uso di GNU/Linux. Dopo di che, quando saran più esperti e sicuri di sé, saranno certamente loro a chiedere di poter "sperimentare" un po' di più... e sarà giusto -senza alcun dubbio- aiutarli anche in tale senso.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

PER Franco: hai scritto di aver inviato una comunicazione tramite il Forum (mi riferisco alla mia proposta di darti una mano nella correzione di taluni posts, se lo volevi). A me non è arrivata alcuna comunicazione, sino a questo momento. Il che non fa problema alcuno SE non hai inviato a me la comunicazione in oggetto, ovviamente.
Ho scritto questo solo per avvisarti che (casomai ti fossi rivolto a me) niente m'è giunto ed è per questo che non ho -sin'ora- fatto niente al riguardo. Grazie dell'attenzione e scusa per l'OT.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Il bello è che siamo tutti assolutamente d'accordo.
E' una questione di precisione.
Apt è costruito per controllare che non ci siano errori nella gestione dei pacchetti.
Quindi segnalare quali sono necessari a quello candidato per l'installazione.

Apt di pclos è curato particolarmente bene.
Di conseguenza il lavoro avviato dall'interfaccia synaptic ha ottime possibilità di successo.
Pertanto, visto che synaptic è MOLTO più intuitivo di apt da CLI, se ne consiglia l'uso.

Punto.
Direi di scriverlo nel marmo e metterlo in homepage.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

a me in email ora il server invia tutte le autonotifi delle discussioni in corso sulle quali partecipo , anche dei vostri interventi , la prima che mi ha restituito alla quale fa riferimento il piccolo intervento citato era la sua autonifiy di avviso di attivazione e dell' aggiornamento pasword da me effettuati.
Non mancherò di farvi un fischio diretto se mi tornasse indispensabile , nel frattempo cambio pure tastiera , per le mi manacce mi serve ua tastiera che mi lasci lavorare senza dover star sempre attento a non premere 6 tasti per volta . Sta Logitech è bellina ma un va daccordo con le mie zampe superiori.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

PER Franco: bene così, allora. Se mai servisse, noi siam qui e sai che puoi contarci.

PER Zafran: vogliamo tutti le stesse cose e siam davvero concordi, questo è verissimo. Le divergenze nascono sulla modalità dei "tempi": io punto a fare in modo che i nuovi Utenti possano apprezzare PCLinuxOS "per quel che è" come sua base "di default", perchè son certo che, una volta presa la necessaria confidenza -non dico, tutti, ma... certo in tanti- vorranno ampliare ulteriormente gli orizzonti (non solo guardando ad altre "distro" e a BSD, ma anche approfondendo gli argomenti comuni a tutti i sistemi com'è anche il Terminale). Io punto, insomma, a coinvolgere soprattutto chi NON ha mai avuto il "coraggio" di installare Linux perchè ne teme la "difficoltà": e intendo farlo mostrando con chiarezza (e facendo toccare ai singoli "aspiranti-utenti" con mano) che tale "difficoltà", per un Utente "casalingo", è proprio inesistente o -nei casi peggiori- davvero molto-molto scarsa. Voi puntate a mostrare i luminosi "orizzonti" di quel che si può fare con Linux qualora se ne acquisisca una qualche padronanza.
Non è che io NON desideri che gli Utenti prendan "padronanza": lo voglio quanto lo volete voi. Ma metterlo "davanti" ad uno che si sta avvicinando adesso e non ha ancora sufficienti basi e sufficiente fiducia in sé stesso è -a mio parere- controproducente. Nel numero, intendo (ossia, quando si vada a considerare un alto numero di casi: il singolo può anche sentirsi "stimolato dalla sffida", ma la maggioranza tenderà -lo mostra l'esperienza- a scappar via a gambe levate... e riabbracciare Windows per l'eternità, senza sapere che GNU/Linux è molto facile davvero e non ha niente da invidiare a Windows [... anzi!]).
Detto questo, non cambia di un capello la stima che vi porto (a te, a Franco, a Patel), sia ben chiaro. Vediamo "priorità" differenti, tutto qui. Ma è un affare serio. Io, perchè vorrei che gli Utenti potessero provare (così come davvero è) che PCLinuxOS è veramente facile, solido, stabile e affidabile (nonché ricco e completo di una gran bella dotazione di programmi), in modo da sperimentar le cose "di persona" e -toccando con mano- convincersi che veramente le cose stan così. Voi perchè volete far "brillare", innanzi a chi vien verso Linux, le "potenzialità" più avanzate (non dico "di frontiera", ma certo non alla portata di chi non lo ha mai installato, GNU/Linux) non certo per "allontanarlo", ma -anzi- per "affascinarlo". E siamo in buona fede tutti quanti. Voi perchè siete affascinati da questi argomenti... e supponete lo saranno anche gli altri. Io perchè vedo la cosa in termini di grandi numeri (cui la diffusione di GNU/Linux fra gli Utenti "casalinghi" dovrebbe, a parer mio, senza mezzi termini, puntare) e -guardando ai grandi numeri- son pochi per davvero quelli che restano "affascinati" da cose quali l'utilizzo -più o meno specialistico- della "riga di comando" e del Terminale... Diversa sarebbe la cosa se considerassimo un campione di persone già abbastanza esperte, naturalmente. Ma io voglio parlare principalmente a chi GNU/Linux non l'ha incontrato mai prima di adesso.

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

Amazza quanto avete scritto,allora ricapitolando la mia situazione Pclinux kde 32bit oggi l'ho attacato via cavo eseguito il cambio lingua installato i pacchetti da voi postati e riavviato è qui il bello sulla scheda del portatile nulla di nuovo cioè l'Atheros ho provato con altre periferiche usb con vari chip una rtl8187 una tp-link wn722n questa sempre con i nuovi chip Atheros Ar9271 e niente da fare ,provato da configura il computer ha fare e rifare le varie impostazzioni di reti ma nulla ,sono andato in terminale e con iwconfig impostando il txpower a 20 dbm e ritornando in grafica premendo aggiornna dal tool le reti compaiono inserendo pass non si connettono ,sono solo riuscito a farlo connettere solo con una usb TP-link wg422 non mia per il resto nada .Io credo che veramente il problema sia in quel poco che ho letto su un hardblock come scritto nei vari post prima ,infatti sia con altre distro da live con kernel superiore al 2.6.33 o uguale non parte la wifi il portatile è un Presario (compaq) insomma in fondo un hp piu economico con Mandriva infatti io uso ancora la 2010.0 e va con kernel Enrj Mib a bassa latenza 2.6.31 certo è che devo premere il suo pulsantino per avviarla.Riguardo a Pclinux kde 32bit l'ho installato ad un mio amico e su un mio fisso qui nessun tipo di problema chiaramente nel fisso non e installata nessuna periferica wifi vao da adattatori usb esterne.
Credo sia questo portatile su un Acer di un paio di anni fà con il mio stesso hardware non ho avuto nessun problema asfaltato finestre completamente utillizato l'intero disco per l'installazione è adesso anche se non aveva mai visto gnu/linux questo amico va alla grande senza problemi anche qui li ho installato Pclinux kde a suo dire un gioiellino e come darli torto era un portatile con Svista ,boh quindi per me era na curiostà in piu averlo in dual boot con Mandriva vale a dire che per il momento sul mio portatile girera solo Mandriva.
P.S. Se avete altri consigli vi ascolto volentieri resta il fatto che vi ringrazio per il vostro tempo dedicatomi.

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

Il dual boot mandiva pclinux tielo che zazzica è bello , e non mi sembri uno sprovveduto

Tanto per combinar la prima :
da /boot di mandriva sbatti una copia dei file del suo kernel , in /boot di pc linux
idem /la cartella completa dei suoi driver

poi nel menu. list crei ua nuova voce per far avviare pclinux dal nuovo kernel importato.

Se è vero che mandriva i tuo wifi lo gestisce direttamente , funziona , usato in questo modo lavora tutto in kernel space , non è il meglio , ma è quanto basta per testare il kernel originale di mandriva in pclinux .

Poi a que punto puoi fare tombola , ti prendi i sorgenti del kernel di mdk e ricompili tutto sin pc linux , ovviamente quello usato per test in kernel space lo elimini.

Altro bel passatempo anche migliore visto che il 3.3.rc5 da kernel.org i driver del tuo atheros li implementa già in modo nativo . Lo scarichi da kernel.org , lo compili , eliminando tutti i moduli che non ti servono .
I driver di atheros invece di configurli per compilazione come modulo , li metti builtin

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Onestamente, non ha affatto senso che non ti funzioni la Atheros. Hai scritto di avere la AR5001... e proprio il driver:
ndswrapper-net5211
... è quello che fornisce supporto a codesta Scheda. Mi par francamente curioso che non ti funzioni...
Sicuro di aver installato da Synaptic i drivers (tutti, però!) suggeriti da Franco?

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

@ Francofait non sono uno sprovveduto ma manco un asso quello che proponi tu onestamente non credo di farcela chiaramente per mancanza di competenze il tempo si sa lo si trova quando un argomento piace, ma non mi impelago ,vedro di documentarmi ancora su questo problema a sto Compaq anche perchè se no resto impiliato alla 2010.0 anche se non ho problemi di nessun genere certo utilizzo pacchetti e kde un pò vecchiotii ma sinceramente va benone anche con la suite di aircrack-ng (passione per il wifi) e connessi test vari.
@Monsee : Si Si certo direi sicurissimo . piccola curiosità con le varie Mandrive non cè bisogno di scaricarsi questi pacchetti va da se anche in live attivando la connessione certo dopo uno scarica aircrack-ng e in configura computer ricerca hardware il sistema chiede lo scarico e aggiorna iil pacchetto IW etc,è un po diverso a quanto vedo.

Se vi vien in mente altro, grazie

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Perdona la domanda, ma... dopo che hai installato i pacchetti suggeriti da Franco e riavviato il PC, il LED della connessione Wi-Fi non è diventato blu? (quanto il driver giusto non c'è, il LED resta rosso: diventa blu non appena il driveri giusto viene caricato). Perchè, se non è diventato blu, dato che i pacchetti che Franco t'ha indicato son sicuramente quelli giusti per la connessione che ci hai detto, i casi possibili son solamente 3:
1) gli Sviluppatori di PCLinuxOS han messo i drivers sbagliati (ipotesi che, francamente, suona campata in aria in maniera palese);
2) tu hai indicato una Scheda che non è quella che effettivamente usi (per cui, i drivers che ti son stati indicati, naturalmente, non funzionano);
3) ti sei dimenticato di controllare se premendo sul tasto di attivazione del Wi-Fi la lucetta del LED diventyava blu (insomma, hai il Wi-Fi disabilitato non perchè manchi il driver ma perchè manca la necessaria abilitazione "da tastiera" (abilitazione che si fa semplicemente premendo il tstino con il LED rosso e controllando, poi, se il LDE in oggetto diventa celeste.
Non è possibile, difatti che la scheda che hai detto si rifiuti di funzionare coi drivers che ti son stati indicati.

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

monsee wrote:
Perdona la domanda, ma... dopo che hai installato i pacchetti suggeriti da Franco e riavviato il PC, il LED della connessione Wi-Fi non è diventato blu? (quanto il driver giusto non c'è, il LED resta rosso: diventa blu non appena il driveri giusto viene caricato). Perchè, se non è diventato blu, dato che i pacchetti che Franco t'ha indicato son sicuramente quelli giusti per la connessione che ci hai detto, i casi possibili son solamente 3:
1) gli Sviluppatori di PCLinuxOS han messo i drivers sbagliati (ipotesi che, francamente, suona campata in aria in maniera palese);
2) tu hai indicato una Scheda che non è quella che effettivamente usi (per cui, i drivers che ti son stati indicati, naturalmente, non funzionano);
3) ti sei dimenticato di controllare se premendo sul tasto di attivazione del Wi-Fi la lucetta del LED diventyava blu (insomma, hai il Wi-Fi disabilitato non perchè manchi il driver ma perchè manca la necessaria abilitazione "da tastiera" (abilitazione che si fa semplicemente premendo il tstino con il LED rosso e controllando, poi, se il LDE in oggetto diventa celeste.
Non è possibile, difatti che la scheda che hai detto si rifiuti di funzionare coi drivers che ti son stati indicati.

@Monsee ,riguardo al tuo primo quesito ripeto la scheda montata sul sudetto portatile Compaq Presario è un AR5001 ok.. le altre da me testate sono tutti adattatori usb ESTERNI wifi.(chiavette)
A quanto capisco tu hai intercettato il portatile in questione è propio quello in cui il led è rosso se la connessione wifi e disattivata e BLU se attiva, ma a prove effetuate anche prima dell'installazione cioe in live lo stato dello stesso cambiava ugualmente da rosso in BLU ma sempre senza esiti positivi (no connessione insomma ok).
Nonostante i pacchetti "mancanti" il sistema ha sempre etichettato la stessa scheda wifi come AR242x/AR542x Wireless Network Adapter (PCI-Express) con estensione interfaccia Wlan0 in PClinux , mentre per Mandriva e per quello che vedo Io è Ath0. molto piu consono direi ATH0 identifica ATHEROS o no..
Alla tua n°1 non so risponderti...
Vedi qui :
http://postimage.org/gallery/2i05cwb2/

IN piu non so che dirti nonostante ore di prove a attivare e disattivare il tasto del wifi - abilitare dal bios e disattivare la scheda e farla gestire al SO ma niente - darli comandi da termiianle per vedere di variare TXpower ed etcc .. etcc .. ma niente nulla di nulla OK.
Prova a dare un occhiata a queste foto .
http://postimage.org/gallery/snmc0wu/
Saluti, dai vediamo altrimenti non è un problema.. GRAZIE

francofait (non verificato)
Ritratto di francofait

A direil vero le schermate danno il driver , attivo e funzionante , con la wlan non configurata

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Concordo con Franco: la connessione ti funziona bene. Ma va configurata, ovviamente. Sennò, come funziona?

axa
Ritratto di axa
Offline
Last seen: 4 mesi 1 settimana fa
Iscritto: 09/12/2011 - 12:50

Allora non so piu come spiegarmi , avviato PClinux in configura il computer rete e internet etc etc la configuro ma nel net non rileva nessuna rete wifi provato e riprovato , ho riprovato a eliminare le configurazioni e rifarle ma non succede niente.
Adesso sono in Mandriva ok vi posto il risultato di iwlist:
[root@localhost ~]# iwlist scan
lo Interface doesn't support scanning.

eth0 Interface doesn't support scanning.

wifi0 Interface doesn't support scanning.

ath0 Scan completed :
Cell 01 - Address: 94:0C:6D:E7:8C:41
ESSID:"eledandychiara"
Mode:Master
Frequency:2.412 GHz (Channel 1)
Quality=33/70 Signal level=-62 dBm Noise level=-95 dBm
Encryption key:on
Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 11 Mb/s; 6 Mb/s
9 Mb/s; 12 Mb/s; 18 Mb/s; 24 Mb/s; 36 Mb/s
48 Mb/s; 54 Mb/s
Extra:bcn_int=100
IE: WPA Version 1
Group Cipher : TKIP
Pairwise Ciphers (1) : TKIP
Authentication Suites (1) : PSK
Cell 02 - Address: 00:1D:8B:53:9C:F8
ESSID:"FASTWEB-1"
Mode:Master
Frequency:2.412 GHz (Channel 1)
Quality=28/70 Signal level=-67 dBm Noise level=-95 dBm
Encryption key:on
Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 11 Mb/s; 6 Mb/s
9 Mb/s; 12 Mb/s; 18 Mb/s; 24 Mb/s; 36 Mb/s
48 Mb/s; 54 Mb/s
Extra:bcn_int=100
IE: WPA Version 1
Group Cipher : TKIP
Pairwise Ciphers (1) : TKIP
Authentication Suites (1) : PSK
Cell 03 - Address: 00:1D:6A:AE:6A:87
ESSID:"Alice-79202695"
Mode:Master
Frequency:2.437 GHz (Channel 6)
Quality=7/70 Signal level=-88 dBm Noise level=-95 dBm
Encryption key:on
Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 6 Mb/s; 9 Mb/s
11 Mb/s; 12 Mb/s; 18 Mb/s; 24 Mb/s; 36 Mb/s
48 Mb/s; 54 Mb/s
Extra:bcn_int=100
IE: IEEE 802.11i/WPA2 Version 1
Group Cipher : TKIP
Pairwise Ciphers (1) : TKIP
Authentication Suites (1) : PSK
IE: WPA Version 1
Group Cipher : TKIP
Pairwise Ciphers (1) : TKIP
Authentication Suites (1) : PSK
Extra:ath_ie=dd0900037f01010000ff7f
Cell 04 - Address: 00:22:75:44:BC:51
ESSID:"Belkin_N+_44BC51"
Mode:Master
Frequency:2.437 GHz (Channel 6)
Quality=8/70 Signal level=-87 dBm Noise level=-95 dBm
Encryption key:on
Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 11 Mb/s; 9 Mb/s
18 Mb/s; 36 Mb/s; 54 Mb/s; 6 Mb/s; 12 Mb/s
24 Mb/s; 48 Mb/s
Extra:bcn_int=100
IE: IEEE 802.11i/WPA2 Version 1
Group Cipher : TKIP
Pairwise Ciphers (2) : TKIP CCMP
Authentication Suites (1) : PSK
IE: WPA Version 1
Group Cipher : TKIP
Pairwise Ciphers (2) : TKIP CCMP
Authentication Suites (1) : PSK
Extra:wme_ie=dd180050f2020101000003a4000027a4000042435e0062322f00
Cell 05 - Address: 00:18:4D:F6:A8:70
ESSID:"CHICCO_NETWORK"
Mode:Master
Frequency:2.462 GHz (Channel 11)
Quality=9/70 Signal level=-86 dBm Noise level=-95 dBm
Encryption key:on
Bit Rates:1 Mb/s; 2 Mb/s; 5.5 Mb/s; 11 Mb/s; 22 Mb/s
6 Mb/s; 9 Mb/s; 12 Mb/s; 18 Mb/s; 24 Mb/s
36 Mb/s; 48 Mb/s; 54 Mb/s
Extra:bcn_int=100
IE: WPA Version 1
Group Cipher : TKIP
Pairwise Ciphers (1) : TKIP
Authentication Suites (1) : PSK

E si evince senza ombra di dubbio che la scheda funziona e io sono connesso .
posto anche una foto di net :

http://s6.postimage.org/a8c2x291d/112.png

Questo su Mandriva che devo fare faccio delle foto anche per PClinux??

Pagine