Problemi con Acer Aspire D270Sa

8 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di amestratus
Offline
Last seen: 4 anni 8 mesi fa
Iscritto: 18/02/2015 - 10:14
Problemi con Acer Aspire D270Sa

Save
Sono nuovo del forum anche se uso PCLinuxOs da diversi anni. Mi trovo a fronteggiare la problematica segnalata su questo post http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,128152.0.html
Mi chiedo come mai tutte le altre distribuzioni abbiano potuto risolvere il problema grafico dato da questo netbook mentre PCLinuxOS non riesce a tirar fuori una soluzione al problema (dicono) dovuto alla mancanza di drivers dfa parte di Intel. Ho provato a seguire i consigli dati sul sito ma fino ad oggi...nada, Ottengo solo un bel passaggio dal tramonto all'alba con lo schermo che passa da un nero profondo ad un bianco brillante. Sono iytenzionato a mollare PCLInuxOS per Fedora che non ha assolutamente di questi problemi. Vista la supponenza dei tecnici del sito americano di PCLinuxOs chiedo a Voi se qualcuno può aiutarmi, mi dispiacerebbe molto separarmi da una distribuzione che ho anato sin dal primo momento.
Grazie a chi vorrà aiutarmi.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 6 mesi 5 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Spero tanto che qualcuno ti possa dare una mano... purtroppo, certo non io.
Ma perché supponenza? Come ti hanno risposto?
E soprattutto, strano che in zona mandriva/mageia ci siano soluzioni inapplicabili in pclos, visto che la radice è quella.

Ritratto di amestratus
Offline
Last seen: 4 anni 8 mesi fa
Iscritto: 18/02/2015 - 10:14

Se leggi il link ti renderai conto quanto non gliene freghi di risolvere il problema. Purtroppo è ricorrente sul forum di PCLinuxOS.com il consiglio di cambiare pc ogni qual volta si trovano a brancolare nel buio, quando sappiamo che lo sprito di Linux è dar vita a macchine un po' datate.
Probabilmente sarà solo un problema di compilazione del kernel, quelli di Ubuntu, Fedora, etc ci sono riusciti, i due post sul forum americano di PCLinuxOs.com la dicono lunga suilla voglia di non voler cercarre una soluzione. Comnunque grazie a chi potrà darmi una dritta, mi dispiacerebbe molto dover abbandonare questa distro.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 10 ore 48 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Certo non troverai supponenza nel forum italiano

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 settimane 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Curioso che nel thread in questione (quello che hai linkato dal Forum americano) si dica che ci son dei problemi coi Processori Intel Atom, perchè io ho ben 3 PC che usan tali Processori e in tutti quanti uso da anni PCLinuxOS senza aver mai incontrato difficoltà di sorta. A me, a lume di naso, par più probabile che la questione afferisca strsttamente al driver grafico (io non rammento esattamente quali abbia sui miei PC, ma l'impressione è che appartengano al "gruppo" denotato dalla sigla GFX [e non GMA, dunque]).
Sapresti dirmi l'esatta denominazione del tuo driver relativo alla Scheda Grafica? (non ti prometto niente, ma se mi dai risposta potrò provare a veder se scovo qualcosa di utile al riguardo).

Ritratto di amestratus
Offline
Last seen: 4 anni 8 mesi fa
Iscritto: 18/02/2015 - 10:14

Salve
Il problema nasce dal fatto che si tratt di una GMA 3600 utilizzata da Intel ma non di produizione propria, PcLinusOs dice che non esisterebbero i driver, quelli di Ubuntu, Fedora & Co. dove li avrebbero trovati? Mi pare che si sia voluto trascurare questa scheda grafica.
Mi chiedo anche: perché con le vecchie kernel funzionava e adesso non più? Mistero....

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 10 ore 48 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Dici che con i vecchi kernel funzionavano anche su pclinuxos? Ma allora hai già la risposta, installa il kernel appropriato, oppure se hai ancora il cd di installazione di pclinuxos con il kernel che ti funzionava usa quello, poi fai solo gli upgrade escludendo i kernel, essendo una rolling avrai gli aggiornamenti fino alla data odierna....gli upgrade dei kernel vengono fatti per includere sempre più hardware recente, ma se ti funziona con un particolare kernel non c'è motivo di cambiarlo.

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 3 settimane 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

amestratus wrote:
... perché con le vecchie kernel funzionava e adesso non più? Mistero....

Nessun mistero, credimi. Il Kernel (è il Kernel che si chiama "Linux", mentre il Sistema Operativo in generale vien detto "GNU/Linux", perchè si compone di un'interfaccia [detta "GNU"] che serve a far girare il Kernel in maniera più "user-friendly" [sennò, mi ci vorrebbe una bella Laurea in Informatica prima di batter chiodo] e del Kernal [detto, appunto, "Linux"]; in pratica è come se il Kernel fosse il "motore" di un veicolo [un possente TIR o un'utilitaria o addirittura un motorino, etc... a seconda di quale "distro" si vada a considerare], mentre l'interfaccia ["GNU"] rappresentasse tutto il resto: assi, trasmissione, ruote, abitacolo, cassone, intelaiatura, com ponenti elettriche, sedili, carrozzeria, etc...) include in sé un numero notevole di drivers... sicché, se include il driver che ti serve, è chiaro che la Scheda Grafica ti funzionerà.
Tuttavia, il Kernel (che è sviluppato solo da Linus Torvalds e dal suo Team di Sviluppatori) NON può contenere in sé tutti i drivers esistenti (se ci provasse, diventerebbe elefantiaco e impiegherebbe tempi biblici anche solo per avviarsi), Nè può in realtà contenerne un numero davvero rilevante. Per mantenere le dimensioni del Kernel entro parametri ragionevoli, Linux Torvalds e il suo Team, a mano a mano che nuovi drivers vengono aggiunti dentro al Kernel, provvedono ad "espungere" quei drivers che considerano "vecchi" o comunque troppo poco usati (magari perchè appartenevano a prodotti che non han tanto venduto e sono ormai del tutto fuori mercato).
Precisamente questo potrebbe essere avvenuto anche nel caso tuo. Il Team di Sviluppo di Linux ha "espunto", a partir da una data versione del Kernel in poi, il driver che ti interessa... e che prima c'era... al fine di far posto ad altri drivers.
Va precisato, comunque, che NON sono gli Sviluppatori della varie "distro" (e, dunque, non son neppure quelli di PCLinuxOS) ad occuparsi dello sviluppo del Kernel "Linux". Essi, al massimo, provvedono ad adattare il Kernel rilasciato da Torvalds e dal suo Team alle esigenze specifiche della loro "distro" (adattano, insomma, il sistema di trasmissione in modo che le ruote possano utilizzare al meglio la potenza del motore, ma senza mettere il naso nel motore in nessun modo).
C'è poi da dire che esiston differenti generi di "distro". Una possibile suddivisione fra di esse è la seguente: alcune si sforzano di rimanere "incollate" alle ultime versioni del Kernel che vengon rilasciate da Torvalds (così si comporta, ad esempio, PCLinuxOS), mentre altre preferiscono usare una versione del Kernel "Linux" più o meno "antecedente" all'ultima ch'è stata rilasciata (questo, sia per poter sfruttare al meglio un eventuale hardware "obsoleto", sia -e soprattutto- perchè in questo modo è loro possibile sfruttare l'esperienza di quelle altre "distro" che puntano, invece, a man tenersi sempre "all'ultimo grido" [ed è un atteggiamento che, non tanto di rado, fa incappare in problemi... e, qualche volta, in mezzi-disastri, studiando bene i quali, poi, i fautori delle "distro" meno "alla moda" hanno migliori probabilità di fornire ai propri Utenti un prodotto assai più stabile]). Sicché può ben capitare che una "distro" monti un motore (il Kernel) recentissimo, appena uscito, nuovo fiammante, mentre un'altra -negli stessi giorni- ne monta un altro di quattro e rotti anni prima.
Una "distro" che non ama "essere alla moda" è Red Hat Enterprise (detta RHEL, che è concepita per i Server ed è un prodotto di ambito squisitamente professionale), prodotta da Red Hat. Su RHEL si basano alcune "distro" diffuse, invece, in ogni ambito (fra i server, certo, ma anche in ambito -per così dire- "casalingo"). Fra tali "distro", possiamo annoverare: CentOS (anch'essa usatissima fra i Server, pure se c'è chi preferisce utilizzarla come propria Workstation [ad esempio, al CERN di Ginevra, dove ne usano una versione specifica denominata "Cern"]) e Scientific Linux (usato soprattutto come Workstation [fino a poco fa, anche dal CERN; ora continua a usarlo e a svilupparlo il FermiLAB statunitense]). Entrambi derivan direttamente da RHEL e ne conservano le caratteristiche. Ad esse possiamo affiancare Fedora (nome di un noto cappello [anche nome di donna, ma in questo caso è il cappello che conta, dato che per tale ragione la Red Hat - la "Cappello Rosso", denominazione che caratterizza uno specifico gruppo di fairies tipico della mitologia irlandese- ha scelto il nome "Fedora" per la propria "distro" -diciamo così- sperimentale]). Fedora, diversamente dalle altre due che ab biam citato (e che derivan direttamente da RHEL), pur basandosi su RHEL, ne costituisce una versione decisamente più "modaiola" e -spesso e volentieri- un po' "sperimentale". Non è così modaiola quanto PCLinuxOS, riguardo ai Kernel, sia ben chiaro (fra i Kernel di RHEL e quelli di Fedora corron generalmente almeno 2 o 3 anni... ed è abbastanza raro trovare in Fedora un Kernel che sia stato rilasciato [dal Team di Torvalds] da meno di un anno o un anno e mezzo), ma il correr qualche rischio in più (sperimentando così eventuali possibili problemi, in modo da risolverli PRIMA del rilascio della successiva versione di RHEL) è la-convenientissima- ragione che induce Red Hat a sostenere la Community di Sviluppatori di Fedora e supportarne lo sviluppo. Dall'anno scorso, Red Hat ha iniziato a supportare, analogamente, anche CentOS, così da avere due "laboratori" capaci di dare (tramite un "raffinamento" successivo delle soluzioni ai problemi nel tempo incontrati) una release successiva di RHEL quanto più "solida" e stabile possibile.
Da quanto ho descritto sopra, potrai forse capire perchè la versione del Kernel disponibile un dato giorno per una data "distro" contenga il driver che interessa a te, mentre la versione del Kernel disponibile quel medesimo giorno per un'altra "distro" NON contenga già più il driver che ti interessa.
È possibile che gli Sviluppatori di una "distro" reintroducano in qualche modo i driver che il Team di Torvalds ha "espunto" da Linux? Sì, è possibile, ma NON rimettendo detti driver dentro al Kernel, bensì ri-aggiungendoli in altra forma (quali "moduli" esterni al Kernel epperò ed esso collegabili, ad esempio).
E come mai non fan tutti quanti così?
Per due (ottime) ragioni: 1) in capo a qualche tempo, la "distro" in questione "ingrasserebbe" fino a rasentar l'obesità (insomma, il caricamento del sistema, all'avvio, perderebbe ben presto il suo smalto e il suo slancio)... e 2) poiché Torvalds e il suo Team procederebbero nello sviluppo di Linux basandosi sul fatto che il suddetto driver è stato ormai espunto dal Kernel (e non starebbero certo a sentir, se li si avvisasse del fatto che, invece, c'è chi quel driver lo usa ancora, limitandosi a consigliarne l'immediata disinstallazione), potrebbe accadere, o prima o dopo, che insorgano problemi di stabilità del Sistema a mano a mano che verranno usare versioni del Kernel sviluppate in base all'assunto che quello specifico driver era stato "espunto".
In altri termini, se tieni "dentro" quel che Linus Torvalds butta "fuori", poi devi star parecchio attento e sorvegliar costantemente il tuo Sistema, a mano a mano che lo porti avanti, facendo una gran quantità di tests (che chiedono tempo e risorse) al fine di capir per tempo se è in arrivo la tempesta (ovverosia, un potenziale conflitto fra il driver incriminato e uno dei nuovi driver che il Team di Torvalds ha, nel frattempo, inglobato all'interno del Kernel).
Vedi bene le ragioni, dunque, dell'atteggiamento degli Sviluppatori di PCLinuxOS che t'è apparso 2sicumera" e che, invece, è soltanto conseguenza del fatto che il Team di Sviluppo di PCLinuxOS è composto ancora da poche persone (e questo, perchè mancan fondi tali da poterne reclutare di più e anche perchè PCLinuxOS non è diffuso, fra le Utenze domestiche, nemmeno un millesimo di quel che effettivamente meriterebbe d'essere). In sostanza, "distaccare" alcuni Sviluppatori di PCLinuxOS al fine di sorvegliare che non possano insorgere conflitti -specie considerando che PCLinuxOS è una "rolling-distro", dunque più "impegnosa" e faticosa da mantenere!- è assai di più di quanto il Team e la Community di PCLinuxOS (sia in termini di risorse finanziarie che in termini di pure e semplic risorse umane) possano ancor oggi permettersi (PCLinuxOS non ha una grande Azienda dietro le spalle, come accade -ad esempio- per Fedora [che ha Red Hat] o per OpenSuSE [che ha Novell], né ha alle spalle un danaroso milionario [come accade per UBUNTU] e la ditta da esso appositamente fondata [che è la Canonical, nel caso di UBUNTU]).