nVidia GeForce GT330M

4 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di pclinuxoskde
Offline
Last seen: 6 anni 2 mesi fa
Iscritto: 25/09/2013 - 20:24
nVidia GeForce GT330M

Ho pre-installata nel mio notebook la scheda video in oggetto, ma vedo che lo schermo, dopo i vari aggiornamenti di PCLinuxOS KDE 64bit, è diventato più scuro e non c'è verso di riportarlo ad una luminosità più apprezzabile alla vista, anche se viene segnalata al 100%. Lo stesso problema lo ebbi con openSuse 12.3 KDE, piallata per far posto a PCLinuxOS (!). Pare che sia un bug di KDE, ma si può risolvere in qualche modo prima che i sistemisti di KDE ci mettano mano? Il driver aggiornato per Linux sarebbe questo: http://www.nvidia.it/object/linux-display-amd64-319.49-driver-it.html devo installarlo o posso gestire il tutto col tool nVidia messo a disposizione da PCLinuxOS? Grazie

Ritratto di pclinuxoskde
Offline
Last seen: 6 anni 2 mesi fa
Iscritto: 25/09/2013 - 20:24

Ho risolto con i driver nouveau, anche se è una magra consolazione...........

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 3 giorni 7 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Perché?
Che problemi ti dà?

Ritratto di footstep11
Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: 31/01/2013 - 11:01

Purtroppo la tua e' una scheda grafica con tecnologia optimus, di cui nvidia non distribuisce il driver per linux. Il motivo e' che in realta' il tuo pc ha DUE schede grafiche: una nvidia ed una intel. Le due si parlano ma con una modalita' che ancora non e' stata rilasciata per linux.

Esiste un programma sperimentale che permette di 'vedere' la scheda nvidia: si chiama bumblebee. In pratica, una volta installato, devi lanciare il programma (chiamiamolo XX) attraverso bumblebee. In questo modo la grafica di XX passera' attraverso la scheda nvidia e non attraverso la standard intel.

Trovi un po' di discussione su bumblebee all'indirizzo http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,116664.0.html

Se vuoi usare il driver proprietario non resta che aspettare che nvidia lo rilasci.

Ciao, Mauro