pclos 32 bit fine supporto

71 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Ritratto di giulio.rossi1968
Offline
Last seen: 3 anni 3 mesi fa
Iscritto: 10/02/2013 - 11:54
pclos 32 bit fine supporto

Leggo mio malgrado che il supporto per il 32 bit purtroppo non è più supportato per la distro PCLOS, impedendo a chi come me ha sempre preferito utilizzare anche vecchie macchine piuttosto che continuare a spendere denaro inutile per macchine sicuramente più veloci ma con risultati identici delle vecchie.

A parte il mio personale parere, Vi chiedo:

1. la ram minima x utilizzare architettuta a 64 bit è di 1 GB. Ne ho 2 e direi che non ho problemi. E' corretto?

2. CPU: e qui viene x me il difficile. Come faccio a capire se la mia CPU la regge?

3. E' possibile passare dalla 32 alla 64 senza installare la nuova iso a 64?

Grazie a tutti

Giulio

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Ti abbiamo spaventato con i nostri discorsi? Non c'è ufficalità, solo forti consigli a passare al 64 bit, ma per il momento il supporto al 32 bit ancora c'è, se non altro per gli aggiornamenti di sicurezza. Se hai un processore intel deve essere almeno un dualcore, mentre se è ati quasi sicuramente è già a 64 bit. Per sapere sulla tua cpu apri un teminale e (da root) dai lshw | grep cpu

Se ti viene riportato x84-64 allora puoi installare un sistema a 64 bit. Per la ram un upgrade a 4 Gbit sarebbe l'ideale

Ritratto di monsee
Offline
Last seen: 5 giorni 14 ore fa
Moderatore
Iscritto: 16/09/2009 - 12:34

Io fui uno di quelli che spinsero il Team di Sviluppatori di PCLinuxOS (inizialmente un po' riluttante dinnanzi all'idea) ad aprirsi anche ai Processori a 64-bit con una versione ad essi specificamente dedicata di PCLinuxOS. E sono lietissimo che oggi anche Texstar riconosca che, in prospettiva, il futuro di tutte le "distro" (e, dunque, anche quello di PCLinuxOS) sia "a 64 bit". Tuttavia dubito fortemente che il supporto alle architettura a 32-bit verrà dismesso "bruscamente" e -in ogni caso- inclino a creder che richiederà tempi non brevi.

Per i computers a 64-bit, direi che la RAM "minima" dovrebbe essere di 4 Gb.
Ma è infinitamente meglio, se possibile, disporre di una RAM di 8 (o anche di più) Gb.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Correggo: x86-64

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Se viene meno il supporto a 32 bit per me è un vero caos.

Il mio pc desktop è a 64 bit e in dual boot ho anche pclos a 64 bit ma con uso sperimentale; la mia ufficiale è la versione a 32 bit che dovrei vedere di aggiornarla, ma dovrei aggiornare la mia ram che attualmente è di solo 2 gb e non vorrei buttare soldi per un 4 gb che magari mi dura solo qualche anno Sad

Poi il problema più seccante è che tra me e mia moglie abbiamo altri 4 notebook tutti a 32 bit che perderanno il supporto, e a quel punto dovrei trovare qualche altra distro a 32 bit che li continuerà a supportare.

Siccome noi a casa non abbiamo la tv, usiamo alcuni di questi per vedere la tv grazie ad un paio di pendrive e con la comodità di Kaffeine, e sarebbe un problema dover trovare una sostituzione a 32 bit tenendo conto che i notebook vanno ancora alla grande; un vero peccato Sad

Ciao

Francesco bat

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Ma siamo sicuri che il consumo di ram sia così grande?
Io ho un PC con 2gb con dentro un pclos32 e il gemello a 64 ma mi pare che vadano uguali.

Quanto alla fine del supporto, per ora, che io sappia, non c'è niente di stabilito.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Di discussioni pro32 pro64 i forum sono saturi. Tutti concordano su di un maggior utilizzo di ram da parte di un 64bit, soprattutto con utilizzo massiccio di programmi di trasformazione grafica e editing video, oltre che macchine virtuali che "ciucciano" molta ram. Visto che l'hardware moderno già nasce con molta ram a disposizione il problema non si pone. Tutt'altro discorso con pc più datati, trovare ram ddr/ddr2 per portarti a 4 gbit può essere un'impresa disperata, sempre che uno abbia anche abbastanza slot a disposizione. Certo c'è anche la swap, ma mi risulta che una saturazione della swap che non ha certo la velocità di una ram, rallenta sensibilmente il pc...o sbaglio?

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Ho avviato un post sul forum internazionale, teso a ricevere o una conferma o una rassicurazione sul supporto a 32bit. Aspettiamo una dichiarazione "ufficiale", quelle ufficiose non fanno un gran che bene. Se volete seguire questo è il link http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,136795.0.html

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Questo un nuovo mio topic al riguardo.
http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,136799.0.html
Spero che riceva qualche risposta da Texstar

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Lo sto seguendo @zafran, la risposta di @Not_yet_16 è ragionevole: "There is finite manpower available.
That manpower is needed for the 64bit.
It seems obvious that what has to suffer is 32 bit as this is less useful to the majority of users."

Riduce di molto le speranze Sad

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Eh sì
Hai voglia a gettare il cuore oltre l'ostacolo e la stampella dietro al nemico: le risorse sono quelle.

... è stato bello ...

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Non è ancora chiaro se almeno gli aggiornamenti saranno ancora disponibili e per quanto tempo ancora.

Certo, mi dispiace.

È una bella distro ma la potrò utilizzare solo sul mio pc desktop mentre i 4 notebook penso che dovrò migrare a qualcos'altro Sad

Dovrò pensare una distro semplice con kde che mi permette di usare Kaffeine per la tv.

pOi la dovrebbe usare anche mia moglie e deve più facile possibile, non so se rendo l'idea Kiss 3

Ciao

Francesco bat

Ritratto di Hertz
Offline
Last seen: 1 anno 8 mesi fa
Iscritto: 02/08/2014 - 10:59

Buonasera a Tutti,

Intervengo in linea generale al thread per portare a conoscenza di ciò che ufficiosamente è stato più volte discusso all'interno della comunità internazionale ad un probabile "abbandono" dello sviluppo parallelo dell'architettura 32bit in favore del mantenimento e successivo sviluppo di quella a 64bit "anche per PCLinuxOS" come accaduto per altre distribuzioni.

Come non molto tempo fa avevo dato delle sommarie indicazioni appena accennate in un mio post all'interno di questa comunità, avendo saputo di questo possibile abbandono per i 32bit, oggi potrei confermare questa decisione "seppure non sia ancora stata resa ufficiale".

Personalmente facendo parte da diverso tempo del team di sviluppo potrei definire ciò che circola come voce quasi un dato di fatto, dovuto alla possibilità oggi di munirsi di pc o portatili a costi modici che adottano processori e componenti hardware che supportano i 64bit.

Parlando invece della RAM necessaria per far girare un sistema a 64bit che sia Linux e non Windows non occorre un numero spropositato di GiB, ma con 4GiB una KDE gira benissimo, il problema si verificherebbe nel caso in cui ci si voglia fare grafica o editing video, allora qui ce ne vorrebbero almeno il doppio, ma in media una KDE non supera mai i 2,5 GiB con un carico oneroso di applicazioni aperte.

Ci sarebbe la possibilità di utilizzare ad esempio Trinity che è comunque una KDE in vecchio stile adottando la versione 3.5.10 e successive senza dover rinunciare a Kaffeine ed altri programmi pur avendo un sistema molto più leggero della versione attualmente in uso come la 4 o la 5 framework.

Inoltre ultimamente ci si sta concentrando sul supporto UEFI in modo tale da rendere più semplice l'interazione tra Windows e Linux, ma questa è soltanto una piccola anticipazione che verrà poi confermata in seguito e con l'uscita delle prossime release.

 

Ritratto di max_tre2000
Offline
Last seen: 3 anni 2 mesi fa
Iscritto: 07/05/2015 - 21:47

che brutta notizia...

io ho due portatili con pentium4 e sinceramente mi dispiacerà molto abbandonare pclos, in quanto performante e leggero su questi due.

per ora leggo che non si hanno date certe o no?

Sarà dura trovare un'alternativa valida, almeno per me,

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Si potrebbe scegliere qualcos'altro per i 32 bit da questo sito:

https://sites.google.com/site/portalelinux/

(che poi del resto ho realizzato io poco tempo fa, LOL Biggrin ).

Potrebbe essere interessante testare Manjaro Linux, con kde e sembra pure rolling stabile.

Comunque sul sito che ho appunto menzionato ci sono tutte distro in italiano; se manca qualcuna segnalatemela.

È un buon modo per iniziare a trovare qualcosa in italiano iniziamente e se non si trova, allora dovremo cercare qualcosa in inglese Sad

Ciao

Francesco bat

Ritratto di Hertz
Offline
Last seen: 1 anno 8 mesi fa
Iscritto: 02/08/2014 - 10:59

Buonasera a Tutti nuovamente,

@max_tre2000:

Di date a riguardo la dismissione dello sviluppo per i 32bit non ne ho ancora avuto ancora notizia e non c'è ancora alcuna comferma ufficiale attualmente e questo ci temgo a ribadirlo. Pertanro i 32bit continueranno ad essere presenti sui repositories della comunità.

Personalmente e come attento osservatoere del mondo opensource, potrei dire che con il passare del tempo ogni distribuzione GNU/Linux prenderà questa strada e cioè quella di lavorare per una sola architettura ed in una sola direzione. questo è solo questione di tempo.

Molti progetti sono già andati in questa direzione e ne seguiranno altri, considerando che nella maggior parte dei casi dietro la creazione di una distribuzione giocano risorse intese come persone e risorse economiche necessarie per mantenere i servizi offerti, tutto questo sino ad oggi e spero anche un domani si basino soprattutto su donazioni e auto finanziamenti ed in alcuni casi su veri e propri sponsors, quindi si devono considerare anche questi termini di costi e naturalmente della disponibilità dei developers che per lo più lavorano per passione e non per danaro quando si ha a disposizione del tempo libero, (come nel mio caso specifico).

In ogni caso per adesso sarebbe prematura datare la fine dei 32bit.

Ritratto di giulio.rossi1968
Offline
Last seen: 3 anni 3 mesi fa
Iscritto: 10/02/2013 - 11:54

mettendo il comando da root    lshw | grep cpu come risposta ottengo bash: lshw; comando non trovato

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Ma che discorso è @Hertz?  "Personalmente facendo parte da diverso tempo del team di sviluppo potrei definire ciò che circola come voce quasi un dato di fatto, dovuto alla possibilità oggi di munirsi di pc o portatili a costi modici che adottano processori e componenti hardware che supportano i 64bit." . Ed in effetti subito dopo @max_tre2000 riporta:"io ho due portatili con pentium4 e sinceramente mi dispiacerà molto abbandonare pclos, in quanto performante e leggero su questi due."

Preferisco di gran lunga il tuo post al #16 che riassumo a modo mio: Ehi ragazzi, ma come volete che facciamo ad avere sia un supporto al 32 sia al 64, visto che oramai siete poche persone a possedere questi dinosauri? Molto più sincero e definitivo.

Per quello che riguarda la strada intrapresa, chiaro che prima o poi anche tutte le altre distro abbandoneranno il 32bit, ma credo che il caso di pclinuxos sia particolare, non avendo in comune con una distro madre una base di repositories, come succede invece con arch o debian, sia davvero troppo pretendere che il 32bit venga supportato ancora per molto tempo.

Io avevo iniziato ad interessarmi a gnu-linux quando possedevo un pentium 3, windows 98 2nd edition preinstallato, che ho proseguito ad utilizzare proficuamente poi appunto passando ad una distro gnu-linux. Allora il discorso era "rinnova il tuo pc obsoleto" con un sistema libero e performante, io da allora mi sono sempre comportato così e continuerò su questa strada.

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 3 mesi 4 settimane fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

non vorrei andare controcorrente, la discussione mi sembra sterile, uno forse due anni ed anche le altre abbandoneranno il 32 bit. è una semplice considerazione dell'evoluzione dell' hardware. purtroppo ma sarà cosi.

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

dxgiusti wrote:

non vorrei andare controcorrente, la discussione mi sembra sterile, uno forse due anni ed anche le altre abbandoneranno il 32 bit. è una semplice considerazione dell'evoluzione dell' hardware. purtroppo ma sarà cosi.

Beh, ma ci sarà qualche distro che farà 32 bit.

Una volta c'era Damn Small Linux che era creato appositamente per recuperare pc datati, qualcuno si è inventato o si inventerà qualcosa.

Ciao

Francesco bat

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Il problema non è se ci sarà qualche distro a 32 (spero bene).
Il dispiacere è di perdere pclos in quei pc.
O in alternativa di perdere quei pc.

Lo so anch'io che è ineluttabile ma è (per l'appunto) un dispiacere:
- lo dovrebbe essere sempre quando si è forzati a rottamare un oggetto ben funzionante
- in questo caso, poi, dove sia il vantaggio del passaggio da 32 a 64 non l'ha spiegato nessuno
- sembra che tutti lo diano per scontato (il vantaggio) in ossequio a qualche entità divina che pretende un rinnovo sistematico anche se inutile di hardware e software
Sono 3 cose che mi stanno antipatiche

Ritratto di francofait
Offline
Last seen: 1 anno 5 mesi fa
Iscritto: 31/03/2012 - 02:01

Lo sviluppo  di qualunque si voglia SO  che sia è funzione vincolata  essenzialmente allo sviluppo delle nuove tecnologie hardware . Le vecchie tecnologie  sono già soddisfatte  e non stà scritto da alcuna parte che ogni volta viiene rilasciata una nuova versione   si debba far la solita corsa idiota e perfettamente inutile  per  aggiornare o reinstallare il SO.  Le nuove versioni del kernel in primo luogo hanno la sola ed unica funzone dii integrare  nativamente quanti più nuovi driver , firmware  e funzioni  indispensabili unicamente a fronte delle tecnologie nascenti  .  Non hanno alcun senso aggiornamenti  del SO se non trovano giustificazione nell' adozione di nuovo  hardware .  Premesso questo  non mi sembra che Textar ed  team che collaora direttamente con lui allo sviluppo del SO  abbia mai impedito  alla communiti di portare avanti  proprie ideee , anzi sono ben due i domini riservati  alla community  da lungo tempo  . inutile dire che nulla e nessuno neppur si sognerà di impedire  la prosecuzione   da lì  dello sviluppo  di PCLinuxOS in versione classica 32 bit .

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

E qui casca l'asino perchè le vendite di pc desktop e portatili è in calo in tutto il mondo. Di contro è in aumento la vendita di tablet e smartphone. Pclinuxos su processore arm? Perdonatemi la mia è una amara considerazione, da semplice utente. Attenderò gli sviluppi prossimi della faccenda.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

La discussione sul forum internazionale è stata spostata, ecco il nuovo link. Interessante l'intervento di @Tara-Rain http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,136799.msg1166758.html#ms...

Ritratto di giulio.rossi1968
Offline
Last seen: 3 anni 3 mesi fa
Iscritto: 10/02/2013 - 11:54

Ognuno di noi usa il proprio pc per le proprie esigenze personali.

C'è chi ci guarda la Tv (come leggo sopra), c' è chi ci fa grafica, che chi ci fa contabilità, e chi invece lo usa solo per navigare. Quindi a seconda del tipo di uso si necessita di un pc con caratteristiche diverse.

Se uno usa il pc solo per navigare, cosa importa avere un 64 bit con 4 gb di ram e con un processore magare i3 e con una scheda grafica megagalattica che non un 32 bit con caratteristiche inferiori?

Io il pc lo uso per fare contabilità e naturalmente (come tutti penso) per internet: pensate che uso un pc potentissimo?

Con un semplice DE lxde, 2 gb di ram, 100 gb di hard disk, scheda video integrata da schifo, e una CPU semprom ne ho a sufficienza che metà basterebbe. Naturalmente non ho la velocità di navigazione come ha sicuramente un pc moderno, ma mi adatto e mi accontento.

Anche con un semplice Raspberry sarebbe utile alla causa.

Capisco che sono solo chiacchiere, e che la manodopera scarseggia sempre più per sostenere 2 architetture (32 e 64), ma io seguo il pensiero di "Adriano Morselli" ossia che Linux come cavallo di battaglia ha fatto sempre sua la sua filosofia di far andare anche i pc obsoleti.

Io dico anche questo: vuoi differenziarTi dalla massa? Fai qualcosa di diverso: magari fai meno DE ma sicuramente dai un servizio a tutti. PCLOS deve avere o dare un qualcosa che altri non danno, altrimenti sarà sempre conosciuta come una distro in alternativa alle altre che ci sono già.  E che non sono poche

PCLOS non andrà più con la 32 bit? Nessun problema: cambio distro anche se con dispiacere.

Spero sinceramente di ritrovare anche quei cari amici che ho potuto incontrare qui sul forum

Giulio

Ritratto di max_tre2000
Offline
Last seen: 3 anni 2 mesi fa
Iscritto: 07/05/2015 - 21:47

andando leggermente OT, voi che ne pensate di questa?

https://plus.google.com/103705669022935382326

credo che la proverò in live tanto per farmi un'idea, ma ovviament è da approfondire se viene regolarmente aggiornata e i vari programmi disponibili e/o compatibili.

comunque capisco le varie problematiche sulla futura fine del supporto a 23 bit, ma spero che, come già espresso da qualcuno di voi/noi, ci sia qualche distro che continuerà tale strada.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Ahahah lol @max_tre2000 sì la conosco, è un tentativo di accattivarsi i windowsXp-like ma la cosa non funzia, o almeno sì provala ma qui il problema è un altro: abbiamo una distro con tool introvabili altrove ed in più rolling, infinitamente upgradabile, ma che ha deciso di limitare il suo supporto al 32bit. Certo sarebbe sufficiente avere un kernel lts e un repositories per 32bit completo, ma che dire  di tutti i post che riguardano software malfunzionante risolti con un upgrade appunto del kernel? E' solo un caso o è una problematica legata al fatto che pclos è rolling? Certo che esistono anche altre distro, ma reinstallare ogni 6 mesi o al limite ogni 18 nel caso di lts è una fatica che diventa problematica se si è deciso di utilizzare pclos su tutte le macchine presenti in ufficio. E' veramente un peccato ma mi inchino di fronte a problemi ancora più grandi da risolvere da parte dei developers ai quali non posso altro che dire grazie.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Peraltro se qualcuno se la sentisse si potrebbe pensare a un mini repo in cui mantenere le cose veramente interessanti, non tutto il ciarpame che rappresenta il 95% dei 14.000 pacchetti attuali.
Intendo un repository con
- la base di lxde xfce trinity
- libreoffice
- firefox e thunderbird
- poco altro software
- e (SOPRATTUTTO) i draktools

Ritratto di giulio.rossi1968
Offline
Last seen: 3 anni 3 mesi fa
Iscritto: 10/02/2013 - 11:54

Questo è proprio quello che volevo sentirmi dire.

E a mio avviso dovrebbe essere la base di partenza per ogni distro. E non il punto di arrivo che purtroppo con la continua evoluzione non si raggiunge mai.

Bravo Zafran

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Io @zafran da parte mia ho spazio sul mio dropbox, non è certo un repositorie ma almeno 1gbit c'è e sulla pagina principale puoi mettere il link a disposizione di tutti. Fammi sapere se può essere una soluzione accettabile

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Fra un dropbox e un repo c'è di mezzo apt...
Ho fatto un altro post in pcloscom suggerendo il minirepo come backport ma devono essere loro a tenerlo.
Pacchettizzare non è banalissimo e ancora meno lo è risolvere le dipendenze.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

"Pacchettizzare non è banalissimo e ancora meno lo è risolvere le dipendenze." Presumendo che potrei imparare e magari mi potrebbe anche piacere il mio problema è che non sono proprietario di nessun dominion, ho solo un pò di spazio sul cloud, che a ragione mi dici esserci di mezzo apt. Se non riceverai nessuna risposta a proposito di una minirepo da parte di textar & co. la mia offerta rimane, magari è più complicato installare gli aggiornamenti da locale ma almeno una base ci sarebbe e non sparirebbe nel nulla, come capita nel caso di scomparsa di una distro dal web. Altre idee? Qualcuno può offrirci spazio, magari anche per il forum a questo punto?

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Distro rolling ?

Manjaro Linux, come ho gia detto prima, è rolling, usa kde e, da quello che ho sentito, il supporto a 32 bit è ancora lungo.

Naturalmente è da capire il funzionamento di questa distro (che è basata su archlinux), sembra essere facile ecc.

Naturalmente io parlo per i miei notebook che uso poco e per poche cose, quindi non avrei grossi problemi; ma chi ne fa un uso più intensivo non saprei non avendolo testata.

Poi parlando di Archlinux che è una bella distro, io però preferisco su quel genere molto di più Slackware, però qui andiamo a complicare troppo le cose e gestire tutti quei notebook, mi può diventare stressante specie se non ho molto tempo Sad

Ciao

Francesco bat

Ritratto di Hertz
Offline
Last seen: 1 anno 8 mesi fa
Iscritto: 02/08/2014 - 10:59

Buongiorno a Tutti,

@adrianomorselli:

sono pienamente daccordo che le mie affermazioni siano pienamente opinabili, ma sta di fatto che la situazione attuale è quella che ben conosciamo un po tutti.

Comprendo perfettamente inoltre che non tutti abbiano la disponibilità di acquistare hardware recente, ma purtroppo la direzione che sta prendendo il futuro sviluppo di PCLOS è palese e questo non lo affermo soltanto io, ma esistono segnali evidenti (se si è in grado di osseervare attentamente) le varie discussioni attraverso i vari post che la direzione è quella.

Comunque come ho tenuto più volte a sottolineare. i 32bit continuano ancora ad esserci e non verranno dismessi in tempi brevi.

@zafran:

trovo lo spunto molto interessante per chi desiderasse contribuire direttamente ad una sorta di progetto parallelo per il mantenimento della versione a 32bit creando questa sorta di repositories alternativi, inoltre confermo che creare un pacchetto rpm con le dipendenze dedicate non sia una cosa semplice, ma non impossibile da effettuare.

Io ho imparato a creare i pacchetti semplicemente osservando e documentandomi una volta aperto un pacchetto di un programma e studiato come si comporta in atto di compilazione e associazione delle varie librerie.

Applicandosi un po con il tempo e i tentativi iniziali si può fare.

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Qui c'è la proposta che ho fatto
http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,136799.msg1166836.html#ms...
le risposte che seguono sono consolanti... per il confronto con il mio inglese ROFL

Tanto per capire: per aggiornare, per esempio, Libreoffice, il ragionamento da fare quale sarebbe?

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Non è male il tuo discorso @francesco_bat, fra le principali c'è anche xfce, per chi non ha una scheda grafica performante, senza poi dimenticare le community con vari De (io sto utilizzando cinnamon). Se fosse possibile pacchettizzare i tool tipici di pclinuxos, i vari drakxtools per intenderci, poi si avrebbe già un repositorie disponibile, quello di arch + AUR. Potremmo chiamare la iso "Special edition Pclinuxos32"

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 3 mesi 4 settimane fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

zafran wrote:
................... Tanto per capire: per aggiornare, per esempio, Libreoffice, il ragionamento da fare quale sarebbe?

non solo libre ma tutti gli altri programmi. cambiano librerie ( aggiornano ), come sarebbe poi? io dico che fin quando i repo a 32 di pclos sono funzionanti si possono benissimo usare poi se sarà, si cambia sempre che anche altre non seguano la stessa strada. spesso mi capita di leggere richieste per "vecchie" macchine, alcuni ci provano e le varie puppy e simili si installano ma poi? internet richiede sempre novità, altri programmi nemmeno si aprono, java se non è recente su alcuni siti non entri.......... forse ha ragione google, il 32 è "finito".

Ritratto di zafran
Offline
Last seen: 5 mesi 4 giorni fa
Moderatore
Iscritto: 16/06/2008 - 16:10

Portare i draktools in arch?
Sarebbe lo spunto giusto per un altro sequel di Alien

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Biggrin Magari è solo un mio sogno ma chissa? Tanti tools sono nati per specifiche distro e poi sono stati "portati" su altre. Certo la pacchettizzazione su arch è diversa, ma sarebbe più semplice inserirla già pronta nella iso o al limite su AUR, poi gli altri programmi seguirebbero gli aggiornamenti normali della distro basati sui repositories arch. Se fai un elenco dei tools che servirebbero posso provare sulla mia arch a vedere se si installano, se le dipendenze sono corrette e quali servono, se il sistema rimane stabile o si rompe e soprattutto se i tools funzionano o partoriscono tanti piccoli aliens Biggrin

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Ma, tanto per dire, se si realizzasse un repository con i sorgenti precompilati come fa appunto Slackware ?

I pacchetti ce li hanno anche loro, io ad esempio da slackware installo gli aggiornamenti con il gestore pacchetti Gslapt; naturalmente a differenza di pclinuxos e altre distro, i pacchetti di slackware sono sempre sorgenti precompilati e pronti per l'uso di installazione, anche se restano sempre sorgenti Smile

Ciao

Francesco bat

Ritratto di francofait
Offline
Last seen: 1 anno 5 mesi fa
Iscritto: 31/03/2012 - 02:01

Slackware ha da sempre  il proprio  package manager  ufficiale ,   Gslapt  per quanto utile e pratico  , ma comunque a condizione che anche il server repositoio  lo supporti    non è ne creato ne tantomeno distribuito ufficialmente da Slackwarre , ed  i paacchetti  di slackware non sono affato in formato sorgente. Come in qualunque  distribuzione anche in Slackware  i sorgenti  sono diponibili da repositorio a parte  , e per poterli usare vanno prima di tutto compilati  , richiedono  di conseguenza sempre e comunque la presenza dell' ambiente sviluppo e compilazione.

Ritratto di francofait
Offline
Last seen: 1 anno 5 mesi fa
Iscritto: 31/03/2012 - 02:01

Linux da sempre ha fatto sue  le esigenze di stabilità e sicurezza   dei sistemi  ,  e non si è affatto mai votata  ha fungere  da SO  fatto per mantenere in vita vecchie ed obsolete architetture che non hanno neppur più ragione di esistere. Linux è solo un kernel , e da sempre il suo sviluppo prosegue e cresce di giorno in giorno , versione dopo versione seguendo  lo sviluppo delle tecnologie  hardware. Il resto son solo discorsi inutili e privi di senso . Per quanto aprezzabile possa essere la volontà  e il desiderio di  poter continuare a far uso anche di hardware obsoleto  , pretendere che le varie distribuzioni rimangano ferme di fronte al progresso  , non ha senso .

 

Ritratto di dxgiusti
Offline
Last seen: 3 mesi 4 settimane fa
Iscritto: 22/01/2013 - 17:30

l'immagine postata da texstar è eloquente:

Ritratto di Hertz
Offline
Last seen: 1 anno 8 mesi fa
Iscritto: 02/08/2014 - 10:59

Buonasera a Tutti,

in base a quanto è stato detto e ridetto, e alla luce dell'immagine postata da Tex sembrerebbe che ormai siamo giunti all'epilogo, ma fate attenzione che a Tex piace scherzare spesso ed ironicamente su alcune discussioni e quindi il post è da considerare non propriamente veritiero, anche perchè non è stato fatto alcun annuncio ufficiale in merito e fintanto che non lo sarà fatto, tutto è da considerarsi non ancora veritiero.

Quindi prima di trarre conclusioni affrettate sarebbe il caso di attendere risposte o annnunci di natura ufficiale che verranno pubblicati sul sito oppure attraverso il canale Twitter.

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

E così abbiamo anche una data, dismettere in tempi non brevi? Fino a che i repo di pclos a 32bit sono funzionanti? Puoi anche mettere risolto a questo punto @giulio

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Mah...

Dal mio punto di vista è di non dormire Smile

È chiaro che il supporto non è terminato ora (oggi ho fatto pure un aggiornamento su 32 bit Smile ).

Ma è chiaro che da queste avvisaglie vogliono farti capire che è venuto il momento di pensare a come fare, anche perchè se si aspetta fino all'ultimo ci si rischia di non farcela in tempo e rimanere con il sistema non più aggiornato.

Quindi, mentre loro continuano ad aggiornare il 32 bit (per una data non ancora chiara) noi abbiamo tutto il tempo a disposizione di trovare una soluzione.

Io ad esempio pensavo di mettere kde sul mio 64 bit ma avendo solo 2 gb di ram potrei provvisoriamente optare per un desktop alternativo leggero come lxqt sempre se non va in conflitto la configurazione di kde; naturalmente non mancherà il mio fido icewm Biggrin

Poi se riuscirò a comprare una ram da 4 gb o ancora meglio da 8 gb, ricomincio ad usare kde a tutti gli effetti.

Rimarrà il problema dei miei notebook a 32 bit che dovrò vedere un'alternativa; in chat con Mageia mi hanno detto che il supporto a 32 bit non è previsto alcuna fine momentaneamente e lo stesso per Manjaro linux.

Ciao

Francesco bat

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Tweet 19/03 "kernel 4.1.20 updated for PCLinuxOS 32 but you guys really need to go 64bit soon. I'm serious. The packagers are moving to 64bit only."

Se non è morto è sicuramente moribondo. Grazie @Hertz per i tuoi tentativi per calmare gli animi, ma decisamente chi ha un dinosauro come pc pensi seriamente cosa vuole fare. Faccio presente che un SO senza aggiornamenti non significa che il pc si disintegra, funzionerà come prima.

Ritratto di footstep11
Offline
Last seen: 4 giorni 4 ore fa
Iscritto: 31/01/2013 - 11:01

adrianomorselli wrote:
Faccio presente che un SO senza aggiornamenti non significa che il pc si disintegra, funzionerà come prima.

Era proprio il commento che stavo facendo io... una delle proposte fatte sul sito americano e' che quando verra' tolto il supporto all'architettura 32bit ne venga fatta una versione CONGELATA e FUNZIONANTE.  Non ci saranno piu' aggiornamenti, ma in ogni caso il PC funzionera'.

Se si possiede un pc con un hardware cosi' vecchio da non permettere piu' gli aggiornamenti, non si puo' estrarre sangue dalle rape... ;-) 

Ad esempio: quando libreoffice avra' bisogno di almeno 4GB di RAM (e prima o poi succedera'...) cosa farete?  Bisognera' rassegnarsi: o comprare un nuovo PC o usare una vecchia versione (ma poi non bisogna lamentarsi se non si hanno tutte le funzioni dell'ultima versione...)

Mauro

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

Uno dei miei notebook 32 bit lo uso occasionalmente in una stanza per vedere la tv con kaffeine; qualche volta li ci metto la musica con Clementine e non penso altro.

Ogni tanto da li vado pure su internet.

Un altro invece è più usato ma sempre come navigazione e qualche programma (gimp, clementine, vlc ecc.).

Magari non dispiacerebbe se almeno qualche programma (firefox, slimjet e gli altri sopracitato e qualcos'altro) venisse ancora aggiornato.

Non ho capito se il repository a 32 bit verrebbe totalmente cancellato oppure rimarrebbe sempre disponibile anche se con cose vecchie.

Ciao

Francesco bat

Ritratto di adrianomorselli
Offline
Last seen: 4 ore 16 min fa
Iscritto: 02/01/2015 - 12:20

Questo non lo so @francesco_bat, pclinuxos ha la tendenza a non rendere più disponibili i vecchi pacchetti, cosa invece possibile con Ubuntu dove per esempio esistono ancora i repositories delle vecchie ubuntu, anche se le puoi considerare "freezate". Dovranno decidere loro se mantenere online un repositorie speciale per una versione freezata di pclinuxos a 32bit.

Per firefox e altri programmi simili il problema non si pone, finchè il loro sito metterà a disposizione gli rpm a 32bit puoi sempre scaricare quelli ed averlo sempre aggiornato. Non userai synaptic in questo caso, o lo fai da terminale oppure scaricati rpm-installer che è la versione di gdebi per rpm. Altrimenti anche le applicazioni "portable"  funzionano egregiamente.http://appimage.org/

Ritratto di francesco bat
Offline
Last seen: 2 settimane 2 giorni fa
Iscritto: 20/11/2011 - 02:46

adrianomorselli wrote:

... Altrimenti anche le applicazioni "portable"  funzionano egregiamente.http://appimage.org/

Molto interessante come sito; non lo conoscevo.

L'ho adesso aggiunto ai miei segnalibri Smile

Ciao

Francesco bat

Pagine