Settare e formattare Hard Disk nuovo, complicazioni annesse....

Ritratto di Leman
Forum: 

Salve amici, per favore aiutatemi!!!

Ho installato nel pc un nuovo HD da 1TB, operazione
che avevo fatto una solo volta molti anni fa, adesso non ricordavo
più esattamente come avevo fatto, temo di aver sbagliato qualche
passaggio!!!
Certamente vi chiederete perché per semplificare non ho clonato il
vecchio disco nel nuovo.....
Ho scartato questa ipotesi perché le varie distribuzioni Linux che
ho sul vecchio HD dopo un certo periodo che il pc è acceso sembrano
impazzire con finestre di ogni genere che si aprono e si chiudono moltissime
volte durante l'uso.
Ovviamente avevo anche reinstallate varie volte le varie distribuzioni Linux senza
risolvere il problema, tengo a precisare che sul disco c'è anche una partizione
con Seven, però lui è immune da questo problema che affligge invece le
distribuzioni Linux del mio pc, quindi temendo di clonare anche i problemi nel
nuovo HD ho optato per un installazione classica da capo senza clonazioni.
Se i problemi non si risolvono con l'HD nuovo credo che dovro rottamnare il pc.

Temo però di aver sbagliato qualcosa nel settare e partizionare il
disco nuovo, vengo ai dubbi che ho:

1-Durante l'uso di Gparted nella sua mascherina dove si fanno i vari
settaggi per partizionare un HD c'è anche la voce
Allinea a:
-Mib
-Cilindro
-Niente
Non sapendo quale delle 3 voci usare ho lasciato la preinpostata MIB

Secondo voi è giusto mettere MIB ?

2- Gestione delle varie opzioni di Flag:
Per ora nelle varie partizioni che ho creato sul nuovo Hd ho installato solo Seven
nella prima da 50 GB formattata in Ntfs, in fondo al disco ho creato, sempre per
seven, una seconda partizione Ntfs da 100 Mb. (vedi foto in basso)

Io di solito da FLAG metto lo spunto su Boot per una partizione dove andrà
Linux, anche se vanno varie distribuzioni Linux su disco lo spunto su Boot da flag
lo assegno sempre ad una sola partizione scelta tra quelle che ospiteranno distribuzioni
Linux, alle altre partizioni non assegno niente.

Essendoci per ora installato nel nuovo Hd disco così partizionato (vedi foto allegata) solo
Seven, mi sono dimenticato di assegnare lo spunto di Boot ad una partizione dove
va Linux, così al riavvio del pc Seven si è assegnato da solo Boot alla sua partizione
Ntfs da 50 Gb che si trova all'inizio del disco. (vedi foto in basso)

Ora se da FLAG tolgo lo spunto di Boot a Seven per assegnarlo ad una partizione
dove andra una distribuzione Linux, Seven non funzionerà più ?

Devo riformattare per forza il disco da capo assegnando lo spunto di Boot da subito
ad una partizione che ospiterà Linux ?

P.S. Dimenticavo, sul vecchio Hd c'è in uso Gag, dite di reinstallarlo anche sul
nuovo Hd per gestire le 20 partizioni che ho creato, oppure mi suggerite di
usare qualcosa d'altro ?

Foto N.1 (mostra la parte in alto del disco)
http://imgur.com/u965ba3

Foto N.2 (mostra la parte in basso del disco)
http://imgur.com/3mhCVHm

Ritratto di francofait

Le nuove unità sono predisposte direttamente dal produttore harddisk con tabella allocazione dinamica delle partizioni in standard GPT e nion più MBR di conseguenza le possibili soluzioni sono:
1) dalle opzioni di gparted , comvertire l' unità da standard GPT a MBR . Dopo di che prosegui come hai sempre fatto nella gestione delle partizioni.

2) mantenere gpt , nel qual caso però sarai vincolato all' utillizzo dell' unità con versioni 64 bit del SO , supporto Grub-efi ,
GPT è standard 64 bit , gestisce unicamente partizioni primarie per un massimo di 128 partizioni, e gag non gestisce unità con la tabella di allocazione dinamica delle partizioni in standard GPT

Converti l' unità i da gpt a mbr e prosegui nella gestione classica del dual o multiboot , della trusttable in standard gpt su unità di capacita inferiore ai 2.8 tb non ce n' è bisogno .

Ritratto di Leman

Ciao Franco,
mi sono dimenticato di dire nel post precedente che prima di iniziare a
partizionare il disco, da Gparted ho selezionato:
Dispositivo>Tabella delle partizioni> Modalità avanzata
Nella mascherina di Modalità avanzata ho trovato queste opzioni:
-MSDOS
-AIX
-AMIGA
-BSD
-DVH
-GPT
-MAC
-PC98
-SON
-LOOP
Io ho selezionato MSDOS, poi ho premuto su Apply.
Questa procedura iniziale l'avevo trovata su un sito, non so però se si riferiva
ai vecchi HD o a quelli moderni ora in commercio, non era specificato!!!

Scusami non sono molto pratico, quando tu dici:
“1) dalle opzioni di Gparted , convertire l' unità da standard GPT a MBR . Dopo di che prosegui come hai sempre fatto nella gestione delle partizioni.”

Io qui in Gparted non riesco a capire come farla in pratica questa operazione!!!

P.S.
-Per quanto riguarda il problema di FLAG, dove Seven si è messo lo spunto su Boot
da solo, visto che io mi ero dimenticato di assegnarlo ad una partizione dove andrà Linux.
Posso togliere da FLAG lo spunto di Boot a Seven e assegnarlo ad una partizione dove
andrà Linux, oppure per fare tale operazione devo per forza riformattare da capo tutto
il disco ?

-Mentre in Allinea a:
-Mib
-Cilindro
-Niente
Quale delle 3 è quella giusta da usare ?

Qui sotto vi metto 3 nuove foto del mio HD dove potete vedere nel dettaglio
cosa appare in:

1-Informazioni dispositivo:
http://imgur.com/X52PALi

2-Supporto file system:
http://imgur.com/IUy9dt6

3-Panoramica completa delle partizioni:
http://imgur.com/6ULryIi

Ritratto di francofait

la riconversione da gpt a mbr , l' hai già fatta. Ma non puoi gestire le partizioni a quel modo , se ti serve un numero così elevato di partizioni suddividi lo spazio in 4 partizioni estese , dentro ciascuna delle quali vai a creare 4 partizioni logiche.
Per windows 7 , come di norma è sempre il primo SO da reinstallare. Su Mbr poi collochi grub2 di una qualunque delle distribuzioni Ubuntu , per tutte le altre distribuzioni il loro bootloader in fase installazione lo indirizzi alle proprie partizioni di avvio '/' , incluso sopratutto PCLinuxOS.
Per mantenere aggiornato il bootloader , man mano che rizzazzichi con altre distro , riavvi la ubuntu primaria e dal suo terminale dai il comando : ' update-grub2 '
L' atttule versione grub2 in uso su tutte le principali distribuzioni è pienamente compatibile con il grub-legaci ancora in uso da PCLinuxOS ma purtroppo rimane compatibilità a senso unico .
In ogni caso se intendi mantenere il controllo della situazione senza ritrovarti nell' impossibilità di riavviare nulla ,scaricati l' iso di supergrub2 e ti crei una pennina per riavvio d' emergenza .
Inoltre a fronte di tante partizioni e SO da gestire su una sola unità , far ricorso ad un bootmanager (GAG) invece del semplice bootloader su mbr , non guasterebbe.

Ritratto di zafran

francofait wrote:
suddividi lo spazio in 4 partizioni estese , dentro ciascuna delle quali vai a creare 4 partizioni logiche.

Ho recentemente trovato l'indicazione che una sola partizione delle 4 primarie può essere estesa.
Sinceramente non sono sicuro che si tratti di una bufala perché ricordo di aver dovuto rinunciare a creare una seconda estesa in quanto proprio non me la salvava.

Qualcuno ha notizie certe?
In qualsiasi caso io una primaria pura la terrei a prescindere.

Ritratto di francofait

Una primaria pura , fuori dubbio sia utilissima , se poi invece di win7 , utilizzi XP , è pure inevitabilmente indispensabile.
Per quanto riguarda il dscorso primarie ed estese
, puoi utilizzare un massimo di 4 primarie , oppure 3 primarie il resto estese , oppure 1 sola primaria il resto estese .

Meglio di tutto comunque , limitarsi a lavorare su non più di 4 -5 partizioni su singola unità disco delle quali una per windows se lo si usa , 2 (/e /home separati) per una versione linux stabile e sicura , le altre per sperimentare . Uno spezzatino a quel modo lo eviterei a priori , quando avvii il pc SO ne puoi scegliere solo uno per volta. E a zazzica sperimentando prima o poi qualche guaio ti ci scappa anche se con la gestione in multiboot di confidenza ne hai accumulata anni interi. Una piccola involontaria svistola e in prima istanza sei fregato anche se poi hai tutta la pazienza ed esperienza per porvi rimedo senza perdite di rilievo.

Ritratto di monsee

A me risulta che si può avere una sola Partizione Estesa (ma non di più), la quale può però contenere al suo interno più Partizioni Logiche.
Inoltre (questo, negli Hard Disk che usano MBR), si può avere fino a 4 Partizioni Primarie (minimo, se ne dovrebbe aver comunque una) e un numero complessivo globale di Partizioni al massimo a 4 (una delle quali può anche essere "Estesa" e contener più Partizioni Logiche, come già accennato). Ne consegue che avendo sull'HD 4 diverse Partizioni primarie, non si può più aggiungere alcuna Partizione. Avendo 3 Partizioni Primarie e 1 Partizione Estesa (la quale può, come già ho detto, contenere in sé più Partizioni Logiche), si potran anche aggiungere altre Partizioni, però soltanto e unicamente di tipo Logico (ossia, tali Partizioni posson essere aggiunte, ma van create comunque all'interno della Partizione Estesa). Tali limitazioni discendono dal fatto puro e semplice che il BIOS (in un Hard Disk basato su MBR) è in grado di "vedere", al più, 4 Partizioni Primarie per Hard Disk. Le Partizioni Estese son state un utile escamotage per far sì che il BIOS riesca a vedere (oltre alla Partizione Estesa che può crearsi in aggiunta ad un massimo di 3 Partizioni Primarie) anche le varie Partizioni Logiche interne a quella Estesa.

Ritratto di Leman

Preciso che tutte quelle partizioni non mi servono proprio, diciamo
che preso dall'entusiasmo di avere per la prima volta un Hd così
capiente mi sono lasciato prendere dalla sindrome del muratore.....

Io purtroppo sono un utente poco esperto è devo cercare di fare solo
cose semplici altrimenti m'incasino e non so più come uscirne.

Per riassumere ditemi se ho capito giusto:

1)Visto che userò come Bot Maneger Gag che può gestire fino a 9
sistemi operativi, faccio in complessivo tra partizioni primarie, estesa
e logiche, 9 partizioni in tutto, così da poter installare sul disco 5 sistemi
operativi.

2) Prima operazione da fare con Gparted è andare in:
Dispositivo>Tabella delle partizioni> poi in “Modalità avanzata” selezionare
dal menu a tendina “MSDOS”, in fine premere su Apply.

3)Creo sempre all'inizio del disco una partizione primaria Ntfs per Windows

4)Poi di seguito creo 2 partizioni primari ext4 per Linux

5)Creo poi una partizione estesa con tutta la restante capienza disponibile del disco

6) All'interno della partizione estesa creo 2 partizioni logiche ext4 per altre 2
distribuzioni Linux, poi per ultimo creo 1 partizione Linux-Swap che dovrà
avere sempre le dimensioni doppie della Ram installata sul pc in uso, infine
creo una piccola partizione in Ntfs da 100 Mb per ospitare il sistema di Windows.

7)Vado in Flag e assegno lo sputo di Boot alla partizione di inizio disco che
contiene Windows.

8)In etichette assegno ad ogni partizione il nome del sistema operativo che contiene.

P.S. Quando creo le partizioni nella mascherina di settaggio di Gparted alla voce
Allinea a:
-Mib
-Cilindro
-Niente
Seleziono “Cilindro” in modo che non si formino tra una partizione e l'altra
degli spazi vuoti difficili se non impossibili poi da rimuovere.

In fase d'installo di un sistema operativo Linux gli assegnerò sempre il simbolo /
Questa operazione non va fata da Gparted ma dal sistema operativo che si sta
installando sul pc.

Ritratto di monsee

Sì, mi sembra tu abbia inquadrato bene la situazione... tranne per un dettaglio -piccolo, ma importante- che è il seguente:
se hai 2 Hard Disk contemporaneamente presenti e attivi (scrivendo "attivi", intendo semplicemente che il BIOS li vede e non gli stan "nascosti"), NON serve che ti crei la Partizione di SWAP in entrambi. Devi crearla solo nel PRIMO Hard Disk. In quanto al secondo Hard Disk, non serve affatto crearci una seconda partizione di SWAP... anzi, crearla risulta dannoso.

Ritratto di dxgiusti

zafran wrote:
francofait wrote:
suddividi lo spazio in 4 partizioni estese , dentro ciascuna delle quali vai a creare 4 partizioni logiche.

Ho recentemente trovato l'indicazione che una sola partizione delle 4 primarie può essere estesa.
Sinceramente non sono sicuro che si tratti di una bufala perché ricordo di aver dovuto rinunciare a creare una seconda estesa in quanto proprio non me la salvava.

Qualcuno ha notizie certe?
In qualsiasi caso io una primaria pura la terrei a prescindere.


iniziamo a fare un poco d'ordine. sul disco puoi avere max quattro partizioni primarie. la partizione estesa è una primaria. non è possibile avere più di una partizione estesa.
dentro la partizione estesa è possibile creare fino a 16 logiche ( forse questo dato riferito a dischi ide con i sat è superato ma non mi sono mai posto il problema ). il discorso del flag "boot" è valido solo per seven. nel caso non venga creato, all'installazione, lui creerà una partizione primaria da 100 mb ( altrimenti non la farà ).
se seven si installa con la partizione primaria da 100 mb, è possibile installarlo anche in partizione logica.
usando GAG, non hai bisogno di mettere il flag alle partizioni ext, importante che l'avvio sia nella / di ogni sistema.

Ritratto di francofait

Su unità con trustable in standard MBR
In generale è possibile avere due tipi di partizioni[1]:

Primaria: è quella richiesta da sistemi operativi Windows. Il massimo numero di partizioni primarie realizzabili è 4.
Estesa: all'interno di questa è possibile creare fino a 64 partizioni logiche.
I file di avvio dei sistemi operativi Linux possono essere installati su partizioni primarie o logiche, mentre quelli di Windows solo su partizioni primarie, mentre i file di sistema possono risiedere su partizioni logiche.

questa è la regola generale , vale sia per unità ide che sata , poi però nulla impedisce di usare altre soluzioni più complesse , e spingersi fino ad un totale di 128 partizioni .
4 È solo il massimo numero di primarie , nulla vieta di creare una sola primarie ,e tutto lo spazio rimanente su partizione estesa .
In modo particolare con linux ed unix la gestione delle partizioni è alquanto elastica . Personalmente comunque è ormai da 2 anni che i 2 harddisk da 1 tb del mio fisso l utilizzo con trusttable in standard gpt , quindi il problema di partizionamenti complessi neppur si pone , con gpt hai solo partizioni primare , teeoricamente illimitate , in realtà con un limite convenzionale di 128 utilizzando SO di microsoft , 256 unix e linux

Ritratto di zafran

Il problema che sollevavo è se le estese in mbr possono essere più di una o no.
Per mia esperienza e come riporta dxgiusti: no, non è possibile.

Secondo altre voci, al contrario, ognuna delle 4 primarie può essere estesa NONOSTANTE la presenza di altre estese.

Ritratto di dxgiusti

zafran wrote:
Il problema che sollevavo è se le estese in mbr possono essere più di una o no.
Per mia esperienza e come riporta dxgiusti: no, non è possibile.

Secondo altre voci, al contrario, ognuna delle 4 primarie può essere estesa NONOSTANTE la presenza di altre estese.


quando vuoi sincerarti, prendi una penna usb, formattala e prova a creare due estese...... non te lo permetterà. ciao

edit: sono andato un poco a curiosare sul web, spesso capita di leggere più estese ma secondo me è un errore di interpretazione. la parola logica ossia quelle che crei dentro l'estesa non compare quasi mai. credo proprio che dicano estesa pensando a logica.

Ritratto di zafran

Appunto

Ritratto di Sargon6

dxgiusti wrote:
zafran wrote:
Il problema che sollevavo è se le estese in mbr possono essere più di una o no.
Per mia esperienza e come riporta dxgiusti: no, non è possibile.

Secondo altre voci, al contrario, ognuna delle 4 primarie può essere estesa NONOSTANTE la presenza di altre estese.


quando vuoi sincerarti, prendi una penna usb, formattala e prova a creare due estese...... non te lo permetterà. ciao

edit: sono andato un poco a curiosare sul web, spesso capita di leggere più estese ma secondo me è un errore di interpretazione. la parola logica ossia quelle che crei dentro l'estesa non compare quasi mai. credo proprio che dicano estesa pensando a logica.


In effetti ho notato anch'io che molti usano il termine "Partizione estesa" quando dovrebbero usare il termine "Unità logica".
A volte questo errore è fatto anche da esperti, che, anziché correggere i meno esperti che parlano di partizioni estese quando dovrebbero parlare di unità logiche, adattano livello della comunicazione a quello del principiante.
Secondo me, di esempi in tal senso, ce ne sono anche in questo forum, ed anche scritti da me.

Ritratto di Leman

Salve amici, rieccomi...

Ora ho ridotto il numero delle partizioni nel modo che vedete
nella foto N.1, nella foto N.2 informazioni dispositivo.
Installato Gag e nella seconda partizione primaria ho messo
Mint, nella terza partizione primaria metterò PClinuxOS

Foto N. 1
http://imgur.com/eGFe7RC
Foto N.2
http://imgur.com/y8Rp8eU

P.S. Faccio una precisazione, non ho formattato da capo il disco
ma mi sono limitato a ridurre, eliminare, spostare, le partizioni
che avevo fatto prima (vedi foto del mio primo post), questo non
per pigrizia ma per evitare di dover reinstallare quel disgraziato di
Windows Seven, mi spiego meglio....
Per installare Seven ci avevo messo quasi un'intera settimana, un
vero calvario, dovuto al fatto che al termine dell'installazione e di
tutti gli aggiornamenti Windows Update mi diceva che non si poteva più
trovare gli aggiornamenti a causa di un errore e indicava un codice, andando
sul loro sito con le procedure che indicavano non si riusciva a risolvere questo
problema, perso il conto delle volte che ho reinstallato da capo Seven.
Quando stavo per spaccare il dischetto di Seven a martellate dallo sfinimento ho
trovato su un sito un utente che a sua volta aveva trovato su un sito norvegese la
causa e la soluzione di questo problema che affliggeva molte persone.
Il problema era causato dall'aggiornamento “KB2993651”, questo blocca il
funzionamento di Update, per risolvere ho rimosso questo aggiornamento e l'ho
messo in “Nascondi aggiornamenti”
Pensavo che questo problema si manifestava solo con le nuove installazioni, invece
oggi andando su Seven che ho sul portatitele e azionando Update, mi segnalava
anche lui di scaricare tra gli altri aggiornamenti anche il famigerato “KB2993651”.
Io Seven lo uso raramente e in pratica quasi solo solo per aggiornare il decoder
satellitare.

So che questo è un forum di Linux ma siccome so anche ci sono molti utenti che
usano il dual-boot con dentro Windows mi sono permesso di segnalare la
cosa, comunque occhio anche all'aggiornamento “KB2982791” che da grattacapi
simili, questo per fortuna non si è ancora visto nel mio pc.

Ultima cosa, se avete su Windows l'antivirus Bitdefender, occhio che nasconde un
brutto verme ruba dati sensibili, usa Firefox Sync come cavallo di troia per portarlo
anche nelle estensioni che avete su Firefox di Linux.
Fatto un sacco di prove per accertarmi di questo, temo che sia stato lui a rovinarmi
anche il disco!!!

Ritratto di monsee

Le due immagini da te postate, Leman, mi sembrano identiche... sicuro che si tratti delle due diverse immagini dei tuoi HD? Se sì, allora hai creato la SWAP in entrambi gli HD, cosa assolutamente sbagliata (basta creare la SWAP sul PRIMO Hard Disk, errato crearla anche negli HD successivi).

In quanto a "quante Partizioni Estese" si possono crear4e, il punto è il seguente: la Partizione Estesa è un TRUCCO. Serve a far "vedere" al BIOS le varie Partizioni Logiche in essa poi create (La Partizione Estesa, in pratica, è solo un sotti8lissimo "guscio" all'interno del quale piazzar le Partizioni Logiche). Il che implica -necessariamente- che solo e unicamente UNA Partizione Estesa può esserci su di un singolo Hard Disk.

Ritratto di footstep11

Se usi windows 7 solo per aggiornare il decoder sat, perchè non ti monti windows 7 su di un disco virtuale, con virtualbox, così hai tutte partizioni linux e sei a posto (e non devi fare reboot ogni volta che hai bisogno di windows ,-) )

Mauro

Ritratto di Leman

@ Monsee
Ho un solo HD sul pc!!!
Le 2 foto che ho postato si riferiscono proprio a questo unico HD, le
foto si differenziano solo nel fatto che nella prima mostro una panoramica
completa del disco, nella seconda ho aperto la finestra di “Informazioni
dispositivo” per mostrarvi cosa c'è scritto”.
Si ricordo che mi avevi scritto che in caso ci fossero stati 2 HD nel
mio pc la SWAP andava creata solo nel primo HD.

@ Mauro
Avevo già tentato in passato d'installare Virtualbox e programmi
simili, ma purtroppo per incapacità mia non ci sono mai riuscito.

:smile:... Amici, grazie a tutti per i vostri ottimi consigli!!!

Ritratto di dxgiusti

Quote:
Avevo già tentato in passato d'installare Virtualbox e programmi
simili, ma purtroppo per incapacità mia non ci sono mai riuscito.

con pclinuxos è semplicissimo installare virtualbox, basta un click su:
get oracle vm virtualbox
che trovi nella sezione emulatori. per usarla e come configurare i vari sistemi operativi di guide ne trovi molte, comunque qualche consiglio lo trovi qui chiedendo...... non è difficile, se hai spazio su hd, puoi addirittura dedicare a lei una partizione dove archiviare i vari sistemi virtuali.