Tips & tricks

In questo book si raccolgono in forma sintetica:

- consigli e raccomandazioni di rapida consultazione.

- riepiloghi di thread del forum che si siano prolungati eccessivamente

- comandi di linea di comando.

Alternative a Skype: Linphone

Tutti sappiamo che Skype è diventato della Microsoft, e già questo basta. In più personalmente ho avuto gravi difficoltà a usare Skype (KDE Desktop sia 32bit sia 64bit): è come se il programma, nella sua ultima versione, richiedesse troppe risorse di banda.
Così mi sono dato da fare per cercare delle alternative.
Ho provato a vedere Google Hangout, ma mi è sembrato farraginoso e comunque legato a Chrome, il browser di casa Google, che è pur sempre una ditta privata. Vedremo comunque se Google svilupperà un'applicazione a sé stante (tra Microsoft e Google io scelgo Google).
Ho provato Jitsi, ma non ha funzionato.
Ho provato Ekiga, ma su windows ha dimostrato dei bug davvero troppo grossi (non tiene a mente i settaggi)

Infine ho provato Linphone. Intanto è positivo che l'ultima versione sia piuttosto recente e che il loro sito appare "vivo". E il programma funziona. Bisogna avere un po' di pazienza: in effetti può capitare, dopo averlo istallato, che non parta più. Allora è bene, una volta istallato e settato e verificato che funziona, copiare il file .linphonerc posto nella home in un luogo sicuro per utilizarlo in caso il programma non parta. Ho visto che se ci sono problemi basta sostituire l'attuale file .linphonerc con quello rivelatosi funzionante.
Il settaggio del programma è certo meno immediato e intuitivo di Skype, ma non è poi così difficile: se uno ha linux lo troverà decisamente accessibile.
1) Basta crearsi un account SIP (c'è una maschera del programma che alla prima apertura vi propone di crervi un nuovo account SIP con suffisso linphone). Tenete ben presente di salvare da qualche parte la password: se ve la dimenticate non c'è modo di recuperarla sul sito.
2) e poi potete aggiungere i vostri contatti, che purtroppo non sono tanti come in Skype e non è consentito effettuare ricerche sul database di linphone, a differenza di Skype: dovete voi sapere qual è l'username della persona con cui volete mettervi in contatto.
Certo, sono auspicabili miglioramenti. Ad esempio non è possibile bannare contatti indesiderati, e può capitare di venir chiamati da sconosciuti. O ancora è possibile inviare del testo solo se il contatto a cui lo voleve inviare è online, mentre con Skype funziona anche se è offline.
Però vale la pena provarlo e diffonderne l'uso.

Come configurare il monitor esterno su PCLinuxOS con KDE

La guida che segue, è stata provata il 01/03/2015 usando il Sistema Operativo PCLinuxOS con KDE installato su laptop Lenovo R61

All'avvio di PCLinuxOS con KDE, se abbiamo collegato un monitor esterno al portatile, di default il monitor esterno è visto come il monitor principale, collocato a destra del monitor integrato. La differenza fra monitor principale e monitor secondario, sta nel fatto che il menù a tendina e le icone sul desktop sono visibili solo sul monitor principale.
Questa guida spiega come fare per far sì che PCLinuxOS con KDE veda come monitor principale il monitor integrato, e consideri il monitor esterno collocato fisicamente a sinistra del monitor integrato.

1) Dal menù a tendina, selezionare:
[K] > [Altri programmi] > [Configuration] > [Impostazioni di sistema]

2) Nel pannello che si apre, selezionare [Schermo e video]

3) Nel pannello che si apre, selezionare [Size & Orientation]
Da qui, è possibile verificare quali sono i monitor collegati, e quale monitor è quello principale.
Nel mio coso, risulta connesso e riconosciuto come Uscita Principale il monitor esterno VGA-0, e come monitor secondario, il monitor integrato LVDS-0

4) Agire sul menù a tendina [Uscita principale] (in basso a sinistra) per impostare [LVDS-0], dopo di che cliccare su [Applica] (in basso a destra)

5) Il Sistema Operativo applica le modifiche e mostra un pannello dal quale è possibile accettare la nuova configurazione; cliccare su [Accetta la configurazione] per rendere definitiva la nuova configurazione.
Ora ho i menù a tendina sullo schermo integrato, il che è molto più pratico.

6) Agire sul menù a tendina [Posizione] (al centro a sinistra) relativo a LVDS-0 per impostare [A destra di] [VGA-0], dopo di che clicco su [Applica] (in basso a destra)

7) Il Sistema Operativo applica le modifiche e mostra un pannello dal quale è possibile accettare la nuova configurazione; cliccare su [Accetta la configurazione] per rendere definitiva la nuova configurazione.

Ora PCLinuxOS con KDE presume che il monitor integrato [LVDS-0] sia a destra del monitor esterno [VGA-0] (cosa che, nel mio caso, corrisponde alla realtà), quindi se faccio sparire il puntatore oltre il bordo destro del monitor esterno [VGA-0], il puntatore ricompare in prossimità del bordo sinistro del monitor integrato [LVDS-0], e se faccio sparire il puntatore oltre il bordo sinistro del monitor integrato [LVDS-0], il puntatore ricompare in prossimità del bordo destro del monitor esterno [VGA-0]

NB: non so come rendere permanenti le nuove impostazioni, quindi occorre ripetere la procedura ogni qual volta si renda necessario.

Come riparare un Synaptic RPM database corrotto

Traduco un post di texstar su pclinuxos.com che lui stesso mi passò una volta che mi ero incasinato con apt:
----------------------------------------

Come riparare un Synaptic RPM database corrotto

Apri un terminale (Konsole)
Digita su e dai invio
Digita la password di root e invio

Rimuovi il db corrotto:
[root@localhost ~]# rm -rf /var/lib/rpm/__db*

Ricostruisci il database: (può essere lento, aspetta che abbia finito!)
[root@localhost ~]# rpm --rebuilddb

Verifica la presenza di installazioni duplicate:
[root@localhost ~]# dupeclean

Ripulisci l'apt
[root@localhost ~]# apt-get clean
[root@localhost ~]# apt-get autoclean

Digita exit (o ctrl+d)

Connettere lo smartphone android al PCLinuxOS kde

Ciao a tutti, vorrei provare a spiegare come si collega uno smatphone android dalla versione 4.01 al PCLinuxOS con kde connect. Prima di tutto installate kde connect con synaptic, poi installate su android un l'app kde connect che troverete in playstore. Disattivate l'eventuale firewall di pcliunux, oppure aprite le porte fra 1714 e 1764 per entrambi i protocolli TPC e UDP. Attivate wifi del vostro smartphone e sulla stessa rete wifi dovreste vedere associati i due dispositivi. A questo punto cliccate su associa dispositivi sia sul pc che sul telefonino e dovrebbe essere tutto pronto. Per trasferire i dati da e per lo smartphone, dal pc cliccate col pulsante dx del mouse sul file che vi interessa e scegliete di inviare al dispositvo android, cosi il file viene inviato allo smartphone. Invece da android scegliete il file che vi interessa spuntatelo e con un ok il file viene inviato al pc. Se non troverete il programma kdeconnect nel menù di pclunxos, creatolo voi. Questo è il comando che dovete inserire senza virgolette "kcmshell4 kcm_kdeconnect"  in modifica applicazione dal menù start con il pulsante dx del mouse. Spero di esservi stato d'aiuto.

Creare un repo locale

Riepilogo il suggerimento che mi dette gianvacca in questo thread
[ http://www.pclinuxos.it/node/528 ] (di cui comunque consiglio una scorsa)
per la creazione di un repo locale.

1)
Vai nella cartella dove vuoi "installare" il tuo repo personale
# cd [percorso]

2)
crea 2 directory:
# mkdir -p apt/pclinuxos/2010/base
# mkdir apt/pclinuxos/2010/RPMS.testing

2)
Copia in testing i tuoi rpm

3)
Dai il comando:
# genbasedir --flat --bz2only --progress apt/pclinuxos/2010 testing

4)
Aggiungi il nuovo repo:
# echo rpm file:[percorso]/apt/ pclinuxos/2010 testing >> /etc/apt/sources.list
(oppure editi il sources.list e ci aggiungi la riga
rpm file:[percorso]/apt/ pclinuxos/2010 testing)
5)
Aggiorna l'elenco dei pacchetti
# apt-get update
(oppure via synaptic)

Nota:

Se [percorso] è in una home, i comandi 1, 2, 3 possono essere dati anche da utente. In questo caso il repo sarà disponibile solo al proprietario della home.

La dir base contiene l'elenco dei pacchetti e i relativi checksum. Non mettendoceli, funzionerà lo stesso ma si avrà un messaggio di errore

formattare i Dvd+RW

Genchi riporta la soluzione
http://www.pclinuxos.it/node/1086

-------------------------------------------

Finalmente la stringa giusta per formattare i Dvd+RW.

sudo dvd+rw-format -force /dev/dvd

Era su un sito americano dove non si riesce ad accedere direttamente.
Quindi vi copio quello che ha scritto il forumista che ha postato la
soluzione, sperando che possa essere utile a qualcun altro.

I had huge problems with my DVD+RW: couldn't erase them with
gnomebaker, couldn't erase them with K3B, couldn't erase them with brasero.
Couldn't erase them in windows neither, nor with nero, nor with alcohol120.
The only thing that worked was, with linux:
$ sudo dvd+rw-format -force /dev/dvd
This, and only this, did the job for me.
I believe this problem is mainly due to the low quality DVD writers we
use, in my case an Hewlett Packard HP dvd writer 740b.

Grub2 e grub-legacy nello stesso pc

da francofait:
http://www.pclinuxos.it/node/1561#comment-11368
-------------------------------------------------------

Senza alcun bisogno di Gag e di alcun altro bootmanager , su Mbr collochi grub di mageia o quello di Pclinux , (totalmente indifferente) , a tutte le altre il booloader lo collochi nella loro partizione di sistema.
Poi aggiorni il menu list a mageia se hai messo mageia come primaria su mbr o pclinux se hai messo pclinux
Aggiungere poi le sezion menu utilizzando la notazione breve in grub di mageia e pclinux è uno stupido giochetto di tre sole righe

title namedistro
root(hdx,x) #ove x,x sono rispettivamente unita, partizione in notazione esadecimale, quindi anche lo 0 ha valore significativo
chainloader +1

Oppure più brevemente ancora

title namedistro
chainloader (hdx,x) +1

Per collocare grub2 sulla propria partizione di sistema , alle distro che lo usano , devi usare grub-install --force /dev/sdxx , altrimenti ce lo mette solo se è partizione primaria, il che su un multiboot completo con windows è praticamente impossibile.

Guida installazione Epson Stylus SX125

Guida sulla configurazione della Stampante Epson Stylus SX125 (scritta da bebolinux)

Collegata a PcLinuxos che ha correttamente riconosciuto la stampate.

Basta scegliere da Centro di controllo->Hardware->Stampanti il modello corrispondente e la stampa é OK.

In automatico non viene riconosciuto lo scanner.

Scaricare i driver dello scanner da qui
http://www.avasys.jp/lx-bin2/linux_e/spc/DL2.do
alla voce
Scanner Driver
Download for Epson ME 320/330,Epson Stylus NX125/NX127/SX125/TX120/TX121/TX123/TX125/TX129 core package
iscan-2.26.4-2.i386.rpm

ed i dati relativi

>Download for Epson ME 320/330,Epson Stylus NX125/NX127/SX125/TX120/TX121/TX123/TX125/TX129 data package
iscan-data-1.9.0-1.noarch.rpm

Aprire con Dolphin la cartella done scaricati i file
premere F4 per aprire il terminale shell e digitare
su (password root)
apt-get install iscan-2.26.4-2.i386.rpm
apt-get install iscan-data-1.9.0-1.noarch.rpm

usare simplescan o altro per scannerizzare

Icone desktop kde

Thread originale di francesco bat
http://www.pclinuxos.it/node/2107

Ciao a tutti.
Volevo segnalare questo bug di kde che c'è da diverso tempo:
https://bugs.kde.org/show_bug.cgi?id=251288
In pratica dopo un cambiamento di icone, tema, ecc. sul pc, alcune icone, o tutte, non cambiano o non si vedono.
La soluzione al problema è quella di eliminare un file nella cartella /tmp nella relativa utenza (ne possono essere varie) denominato: icon-cache.kcache
Una volta spostato nel cestino, terminare la sessione e al rientro le icone si aggiustano.
Ho notato che la posizione del file è variato più volte durante gli aggiornamenti ma è sempre presente nella /tmp.
Su slackware non l'ho trovata in /tmp (forse è allocata da qualche altra parte); quindi affidatevi allo strumento di ricerca files di kde e cercate in /tmp.
Spero che questo sia di aiuto perchè qualche mese fa ho tribolato di brutto; di recente anche cambiando il tema icone con il tema Nuvola che cambiava solo parzialmente e ritornando ad oxygen piazzava le icone nuvola alle cartelle e viceversa.
Il problema si risolve eliminando quel file e al riaccesso verrà rigenerato nuovo e senza errori.
Speriamo risolvino presto questo bug siccome per molti è anche difficile trovare la soluzione online (per la difficile ricerca del problema stesso).
Ciao
Francesco bat

Installare direttamente da iso senza masterizzare cd o chiavetta

LibreOffice non si sa quando ha finito di installarsi

Molti hanno riportato la difficoltà di capire quando LibreOffice ha finito il processo di installazione del programma o della localizzazione in quanto non ci sono barre o animazioni che denunciano il corso di tale attività.

Bebolinux ha proposto la (semplicissima) soluzione:
------------------------------------------
La cosa è fattibile [..]
modificando il menu da dove lanciamo il Libreoffice Manager e modificando la voce comando che ora contiene lomanager in
lomanager | zenity --progress --pulsate

Quando lanciamo da menu Libreoffice Manager si apre una finestra con la barra di progressione dell'avanzamento che rimarrà fino alla fine dell'installazione.
Ovviamente resterà a 0% fino alla fine quando andrà di colpo al 100%
------------------------------------------
Qui la discussione originale
http://www.pclinuxos.it/node/1628#comment-11544

NB: Ancora più semplicemente, il comando può essere dato direttamente da shell.

Minitube 2.4.1

Avviso: questo è un workaround in attesa dell'upgrade ufficiale nei repositories di Pclinuxos Smile
Portatevi su questo link e scaricate il relativo pacchetto http://pkgs.org/mageia-cauldron/mageia-core-release-i586/vlc-plugin-gnut...
Utilizzate rpm-installer
Di seguito scaricate da http://pkgs.org/mageia-cauldron/mageia-core-release-i586/minitube-2.4-1....
Scaricate il pacchetto e installatelo con rpm-installer. Provato con pclinuxos lxde 32 bit e funziona. Per il 64 bit occorre fare la prova Wink

Nvidia dopo il 19/02/2015

Texstar ha approntato una nuova pacchettizzazione dei driver Nvidia per ovviare alla fine del supporto da parte di Nvidia stessa alle vecchie schede video.

Un post di footstep:
http://www.pclinuxos.it/node/2563#comment-18248

Pronto soccorso ortografico

Chi si cimenta in un qualsiasi linguaggio di programmazione e/o a marcatori sa bene che scrivere un carattere al posto di un altro cambia il significato e l'eseguibilità dell'intero contesto.

Per lo stesso motivo si penserebbe che anche la lingua (nel nostro caso, almeno nelle intenzioni, l'italiano) necessitasse di un po' di attenzione a come lo si scrive.
Se non altro per rispetto di quelli che poi vorrebbero leggerlo senza troppe sorprese.

Inizio qui una breve lista di equivoci fra i più ricorrenti:

a = preposizione [Es: a casa]
ha = voce di avere [Es: ha sete]

anno = sostantivo [Es: ]
hanno = voce di avere [Es: ]

centra = voce di centrare = pron: (è) [Es: centra il bersaglio]
c'entra = voce di entrarci = pron: (é) [Es: non c'entra con questo argomento]

ce n'è = voce di essercene = pron: (é è) [Es: non ce n'è più]
c'è ne = voce di esserci (sogg.: ne) = pron: (è é) [Es: il sig. Ne non c'è]

da = preposizione [Es: viene da casa]
= voce di dare (ind. 3a sing) [Es: ella dà qualcosa]
da' = voce di dare (imp. 2a sing) [Es: fatti da parte e da' spazio]

fa = avverbio [Es: un anno fa]
fa = voce di fare (ind. 3a sing) [Es: egli fa qualcosa]
fa' = voce di fare (imp. 2a sing) [Es: prego, fa' così]
= inesistente [Es: ]

va = voce di andare (ind. 3a sing) [Es: egli va]
va' = voce di andare (imp. 2a sing) [Es: è tardi, va' a casa]
= inesistente ma a volte usato per la nota musicale[Es: ]

ne = partic. pronom. [Es: ce ne sono, ce n'è]
= avverbio [Es: né questo né quello]

o = congiunzione (alter: oppure) [Es: o questo o quello]
ho = voce di avere [Es: ho fame]

po = fiume [Es: il Po]
po' = tronc. di poco [Es: un po' di qualcosa]
= inesistente [Es: ]

se = congiunzione [Es: se andassi]
= pronome [Es: verso di sé]
se stesso = pronome [Es: verso se stesso]

si = partic. pronom. [Es: si può]
= avverbio [Es: sì o no?]

qual'è = femminile [Es: ]
qual è = maschile [Es: ]

un'altra = femminile [Es: ]
un altro = maschile [Es: ]

ad hoc = appositamente [Es: creato ad hoc per... ]
ad ok = [sconosciuto ]

Inoltre:

dò sà sò fò quì quà sù tré = errore

d'accordo d'altronde finora peraltro = corretto

ehi beh boh ah = per convenzione

---------------------------------------
[ da integrare/completare ]

Supergrub2 su chiavetta che rimane utilizzabile

Come è noto la iso (ibrida) di supergrub2 è installabile su chiavetta, supponendo che il device della chiavetta sia sdb, col comando sudo dd if=nomeiso.iso of=/dev/sdb
Peccato che per una utility di 1.5 Mb la chiavetta venga resa inutilizzabile per altri usi, vedi archiviazione dati.
Questa procedura ha lo scopo di permettere anche l'archiviazione dati.

1) partizionare la chiavetta in fat32 lasciando 3 Mb di spazio non allocato all'inizio
2) salvare su file la tavola delle partizioni con sudo dd if=/dev/sdb of=mbr2 bs=1 count=66 skip=446
3) installare la iso di sgd2 con sudo dd if=nomeiso.iso of=/dev/sdb
4) salvare su file il bootloader sudo dd if=/dev/sdb of=mbr1 bs=446 count=1
5) ricomporre il file del mbr cat mbr1 mbr2 > mbr
6) salvare il file del mbr sulla chiavetta con sudo dd if=mbr of=/dev/sdb

Secondo metodo

esiste un metodo ancora meno invasivo per la chiavetta:
1) rinominare la iso di supergrub in sgd2.iso
2) scaricare memdisk da http://www.mediafire.com/?chlgm4kzizl
3) installare grub1 o grub 2 nella chiavetta
4) creare una cartella sgd e inserirci i file memdisk e la iso
5) modificare il menu.lst (nel caso del grub1) in
default 0
timeout 5
title SGD2
kernel /sgd/memdisk iso
initrd /sgd/sgd2.iso

Quanto sopra riportato vale anche per la iso di supergrub 0.97

Tethering

Forse non tutti sanno che cos'è il tethering e come si fa a usarlo (io non ne avevo la minima idea fino a un'oretta fa ma quando l'ho scoperto non sono stato più nella pelle).

Il tethering è l'arte di usare un telefonino o simili come un modem e usarlo per navigare da pc.

Questa procedura mi sta fungendo in qs momento, che sto scrivendo questo post, fra un Sony-Ericsson Xperia X8 con Android 2.1 e Pclos 2011.

Sul telefonino:
1- Scaricato dall'Android Market l'applicazione EasyTetherLite
2- Disattivato l'opzione USB Debug da Impostazioni->Applicazioni->Sviluppo
3- Collegato il cavo USB
4- Lanciato EasyTetherLite

Sul pc:
1- Andato alla pagina
http://easytether.blogspot.com/2010/10/easytether-drivers.html
2- Scaricato il driver per ubuntu
easytether-0.7.1-2.i386.deb
3- Convertito il .deb in .rpm con alien
# alien -r easytether-0.7.1-2.i386.deb
4- Installato il .rpm con
# rpm -i easytether-0.7.1-2.i386.rpm
6- Lanciato easytether con il comando
# easytether connect
5- Trovata la connessione nel Network Manager

Facile no?
Anzi, geniale

Windows si vede ma non c'è