Tutti i book

Contiene tutti i book. Torna su

A proposito di PCLinuxOS

PCLinuxOS 2007 mette a disposizione dell'utente un completo sistema, comprensivo di molto applicazioni, pronto per essere immediatamente utilizzato. L'uso principale che si può fare di questa distribuzione è quello di ambiente desktop, in ufficio o a casa.

A differenze della maggior parte delle distribuzioni Linux, PCLinuxOS include una serie di software definiti "proprietari" come, ad esempio il plug-in per vedere i filmati Flash o quello per ascoltare gli MP3. Questa caratteristica gli consente di essere completamente produttivo subito dopo l'installazione.

Come tutte le distribuzioni Linux, PCLinuxOS oltre a rendere il vostro sistema molto stabile lo renderà anche immune da Virus o Spyware.

32 bit

La compilazione  a 32bit dei vari pacchetti verrà presto abbandonata dalla distribuzione ufficiale che continerà a mantenere solo la 64bit.

Visto che la 32bit è comunque un bene prezioso in quanto consente:

  • di equipaggiare con pclinuxos vecchi computer altrimenti condannati alla discarica o quantomeno a distro 'minimali'
  • avere un sistema più leggero se usato per la gestione di volumi ridotti di dati (il vantaggio del 64 si sente quando i dati gestiti aumentano sensibilmente di quantità, fino ad allora è solo peso in più)

si è cercata una soluzione per il mantenimento di un repo a 32bit.

Personalmente avevo anche pensato alla possibilità di crearne uno nostro (inteso come community italiana) ma poi è risultato evidente che un repo internazionale è sicuramente meglio di tanti piccoli repo locali; perciò si è fatto avanti il gruppo polacco che ha creato il repository che si sta popolando e viene replicato sul nluug.

In un altro book dedidacto a Uplos, le istruzioni per aggiornare la distribuzione.

Big Update gennaio 2009

Mercoledi 28 gennaio 2009

Traduco sommariamente e sintetizzo quanto ho capito dagli annunci dello staff di PCLinuxOS sul sito ufficiale e dalle labirintiche discussioni che ne sono seguite.
Data la natura, appunto, labirintica delle suddette discussioni, non credo affatto di essere riuscito a leggere tutto nei dettagli, quindi chi avesse trovato cose interessanti da riportare sarà graditissimo correttore di queste note.

SITUAZIONE

I pacchetti che porteranno la 2007 a diventare qualcosa di molto simile alla prossima 2009 dovrebbero trovarsi nei mirror già dal prossimo weekend (31/1-1/2) perciò si consiglia di:

  1. Backuppare (come al solito e per scrupolo) i documenti importanti (e le impostazioni)
  2. Aggiornare il sistema adesso, prima che la nuova versione popoli i repo, in questo modo si evita di avere un upgrade troppo brutale con possibilità di 'buchi' fra i pacchetti.
  3. Prevedere che eventuali installazioni fatte da rpm esterni non potranno venire aggiornate o corrette. Probabilmente non si creeranno incongruenze o conflitti ma è impossibile esserne sicuri e prevedere in anticipo cosa fare.
  4. Evitare di pasticciare nel periodo di upload, ovvero: limitarsi all'upgrade di ADESSO e fare il Big Upgrade dopo che l'OK sarà arrivato. Questo perché bisogna essere sicuri che tutti i mirror sono sincronizzati.
  5. Riconsiderare quello che si era deciso di non backuppare Smile

SPIEGAZIONE

L'upgrade avverrà a tuti gli effetti in 3 gradi

  1.  

    • Da Synaptic Ricarica-Marca gli aggiornamenti -Applica
      ovvero # apt-get update && apt-get dist-upgrade
    • Lo scaricamento sarà senz'altro grande, anche se dipenderà da cosa si è aggiunto dopo la prima installazione.
    • Si dovrebbe a un certo punto visualizzare un popup (a schermo o minimizzato) con all'incirca queste stesse istruzioni
    • Durante questa fase verrà aggiunta una nuova sezione di repository per Gnome
    • Aspettare di essere sicuri che l'update sia terminato
    • Reboot
  2.  
    • Da Synaptic Ricarica-Marca gli aggiornamenti-Applica
      ovvero # apt-get update && apt-get dist-upgrade
    • Vengono aggiornate alcune librerie per Gnome
  3.  
    • Da Synaptic Ricarica-Marca gli aggiornamenti-Applica
      ovvero # apt-get update && apt-get dist-upgrade
    • Aggiornerà il kernel: non ce ne sarebbe bisogno ma è raccomandato
    • Reboot

N.B.
Ci si potrebbe ritrovare con ATI e Nvidia che vanno con driver Vesa:
selezionare il driver proprietario dal pannello di Controllo.

P.S.
Se per qualche motivo il download viene interrotto e ci strova davanti a domande tipo:
"Some packages could not be retrieved" - "Continue ignoring these programs ?"
NON rispodere Yes!!!
Meglio rispondere No e rilanciare il download.
[ Per evitare di riscaricare fisicamente ogni cosa dall'inizio si suggerisce di essere andati in precedenza in Synaptic->Impostazioni->Preferenze->File e spuntato 'Lasciare nella cache i pacchetti scaricati' (->Applica).
Al termine del Big Update si può riportare l'impostazione all'originale. ]

Come fare una donazione non periodica a PcLinuxOs

Se uno non vuole impegnarsi a donazioni periodiche, può fare una donazione non periodica, diciamo una tantum, con carta di credito.
Basta andare a questo link: http://www.gofundme.com/pclinuxos e sguire le semplici istruzioni che lì vi vengono date. Il tutto è molto semplice e veloce.
Sostenere PcLinuxOs è un modo importante e necessario perché questa bella avventura possa continuare.
Grazie

EDIT : zafran
La pagina del sito originale da cui accedere alle varie modalità di donazione è:
http://www.pclinuxos.com/donations

Notizie del 10/2/2013

Il blog di Francofait https://francofait.wordpress.com/

E' disponibile PCLinuxOS 2013 http://www.pclinuxos.com/?page_id=180

Notizie del 10/2/2013 fgl

Il blog di Francofait https://francofait.wordpress.com/

E' disponibile PCLinuxOS 2013 http://www.pclinuxos.com/?page_id=180

PCLinuxOS in DVD Italiano

prossimamente scaricabile su
http://pclinuxosindvd.altervista.org/

Wiki ufficiale di Pclos

Download

 
PCLinuxOS 2013 - Cdlive
 

Installazione di PCLinuxOS

Questi brevi HOWTO spiegano come installare PCLinuxOS.

Avvio del LiveCD PCLinuxOS

Scarica la iso dalla sez. Download, masterizza un CD con la Distribuzione appena scaricata e avvia il tuo PC da CD.
Il sistema si avvia e viene eseguito interamente sulla RAM del tuo sistema senza cambiare niente sul tuo hard disk. Questo passo ti permette di testare come PCLinuxOS funziona con l'hardware che hai a disposizione prima che tu installi sul tuo hard disk.
Seleziona il tipo di Tastiera ed il sistema si avvia, dopo averlo provato puoi cliccare su “Install PCLinuxOS” per iniziare l'installazione sul tuo hard disk

Installazione da immagine ISO da grub2

Premessa:
Questa procedura non installa il sistema operativo, permette soltanto di avviare la live di installazione, senza masterizzare il cd, utilizzando come supporto una immagine iso salvata in una partizione del disco rigido.

Requisiti:
1) avere una distro linux da cui operare avviabile tramite Grub2
2) disporre dell'immagine iso di pclos

Procedimento:
1) salvare la iso in una partizione qualsiasi in /
2) aggiungere al grub.cfg della propria distro il seguente blocco di avvio:

menuentry "pclos live iso" {
set isofile="/pclos.iso"
loopback loop (hdX,Y)$isofile
linux (loop)/isolinux/vmlinuz root=/dev/sda13 bootfromiso=$isofile livecd=livecd acpi=on splash=verbose fstab=rw,auto
initrd (loop)/isolinux/initrd.gz
}
(sostituire a X e Y i valori identificativi della partizione in cui si trova la iso)

3) riavviare

Installazione lingua italiana - Localizzazione

Versione KDE 2010

Dal menù selezionare More Applications, Configuration, Localization Manager e seguire le istruzioni

Versione KDE 2010

Dal menù Applications selezionare More Applications, Configuration, Localization Manager e seguire le istruzioni

Installazione senza masterizzare il cd

Premessa:
Questa procedura non installa il sistema operativo, permette soltanto di avviare la live di installazione senza masterizzare il cd utilizzando come supporto una partizione del disco rigido.

Requisiti:
1) avere una distro linux da cui operare
2) disporre dell'immagine iso di pclos

Procedimento:
1) estrarre la iso in una cartella di nome pclos
2) copiare con i privilegi di root la cartella in /
3) aggiungere al menu.lst della propria distro il seguente blocco di avvio
title Pclos live
root (hdX,Y)
kernel /pclos/isolinux/vmlinuz livecd=/pclos/livecd root=/dev/rd/3 acpi=on vga=788 keyb=us vmalloc=256M nokmsboot
initrd /pclos/isolinux/initrd.gz

(sostituire a X e Y i valori identificativi della partizione di root della distro in uso)
4) riavviare

Primi passi

1 - INSTALLAZIONE
Esistono molte guide per questo, questa è fatta per la versione Gnome, ma le differenze non sono molto rilevanti. L'importante è scaricare la versione di PcLinuxOS adeguata alla vostra macchina e masterizzarla su CD (come immagine) a velocità molto bassa. Il che significa che se avete Windows dovete scegliere nel vostro software di masterizzazione l'opzione "Scrivi immagine CD" o "Burn CD image".
Dopodiché fate un backup dei dati (su Windows copiate da qualche parte la cartella
C:\Documents and Settings e su Linux la cartella /home, (più eventuali altre cartelle se avete qualche altra partizione o hard disk aggiuntivo) e, se siete su Windows e intendete ridurre la partizione di sistema per fare spazio a Pclos, fate anche una deframmentazione (anzi, fatela più volte).
Se avete Vista o 7 scegliete la partizione da ridurre con Gestione Disco, non affidatevi a software esterni, se avete difficoltà leggete anche qui
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1472508&highlight=resize+...
Se utilizzate Firefox esportate i segnalibri, vi possono fare comodo.

Mi raccomando:
- Masterizzate il file scaricato come "masterizza immagine", non come progetto dati
- Masterizzate a velocità molto bassa, meglio 4x
- Masterizzate su CD, non su DVD!
- Siate ben sicuri di aver fatto il backup dei dati. Se qualcosa andasse storto (anche in condizioni ottimali qualcosa può andar storto, per esempio può andare via la luce durante la formattazione...) dovete sempre avere la sicurezza di poter riavere i vostri dati anche se dovesse prendere fuoco il computer.
- Una volta pronti, riavviate il computer con il CD di Pclos inserito nel lettore, se non parte, vuol dire che il vostro computer non è configurato per partire da CD. Per farlo, la cosa cambia da computer a computer. In genere, alla partenza nei computer c'è scritto come entrare nel setup del computer (detto anche "BIOS": in genere c'è scritto una cosa all'avvio, come "DEL to enter setup" o "F2 for setup menu"). Se compare anche la scritta "F12 to boot menu" o comunque qualcosa che si riferisce a "boot", premete il tasto suggerito e scegliete il CD/DVD dall'elenco delle periferiche di boot, altrimenti schiacciate il tasto che vi suggerisce per entrare nel setup (se c'è scritto "DEL" vuol dire il tasto "Canc" sulla tastiera), cercate da qualche parte "boot" e impostate il DVD al primo posto. Salvate, e ora dovrebbe partire col CD di Pclos.
La procedura di installazione è descritta in http://pclinuxos.it/node/870
Dopo l'installazione riavviate.

2 - CONNESSIONE A INTERNET E LINGUA ITALIANA
Per essere sicuri di connettervi, l'importante è che abbiate un router connesso all'ADSL e un cavo di rete. Se non avete installato col pc già connesso attaccate il cavo di rete al PC e automaticamente, dopo un minuto al massimo, aprendo Firefox dovreste essere connessi. È la cosa migliore: userete eventualmente il wifi solo dopo che avrete installato e configurato tutto.

Una volta connessi, per avere la lingua italiana seguire le istruzioni su http://pclinuxos.it/node/856 e poi riavviate.

3 - AGGIORNARE IL SISTEMA
Pclos non è come Windows: i programmi non si cercano su internet. Su Windows dovevate cercare un programma, scaricarlo, installarlo. Pclos fa tutto da solo, perché contiene un elenco di siti (detti repository, o sorgenti software) che contengono tutti i programmi del mondo che si è sicuri funzionino su Pclos. E' importante però aggiornare subito il sistema e lo potete fare da Applicazioni, Software Center, Synaptic, date un clic sul pulsante Ricarica e poi un'altro su Marca tutti gli aggiornamenti.

4 - INSTALLARE IL SOFTWARE
D'ora in poi potrete cercare il software che volete andando su Applicazioni Software Center, Synaptic. Qui fate una ricerca per argomento o per nome del programma, e installate quel che volete. Molto più semplice che su Windows, no?
Solo un consiglio: avete la versione Gnome e non Kde quindi evitate di scaricare software che comincia per "k". Essendo programmi fatti per un altro gestore di finestre, installare roba per KDE vi potrebbe incasinare un po' il sistema. Fanno eccezione solo alcuni programmi per KDE che funzionano molto bene anche su Gnome, come K3b e Kdenlive, che vedremo in seguito.
Per il resto, potete installare quel che volete, tanto Pclos quando installa e disinstalla non vi fa pian piano rallentare e ingigantire il sistema come accade per Windows.
Per i novizi: non vi serve un antivirus. Su GNU/Linux infatti non ci sono virus, non perché è poco diffuso ma per lo stesso motivo per cui non esistono per il Mac: è semplicemente un sistema operativo che è scritto meglio, con una struttura che impedisce di per sé stessa la propagazione di infezioni virali. Oltretutto è anche open source, quindi ancor più esente da virus che sul Mac (se il codice è disponibile per tutti, chiunque scrivesse un software malevolo non ci proverebbe molto gusto in quanto tutti nel mondo vedrebbero immediatamente come funziona il trucco e tapperebbero la falla in un nanosecondo). Prova ne sia il fatto che sulla stragrande maggioranza dei server di tutto il mondo gira GNU/Linux dagli anni '90 e voi sapete come per uno scrittore di virus un server sia molto più appetitoso di qualche PC desktop; eppure nessun virus si è mai diffuso.
I programmi più comuni sono:
VLC - Fondamentale, perché questo player legge davvero tutto.
Skype - Ormai lo standard (purtroppo, perché non free) nella videoconferenza
Google Earth - Questa versione è molto più stabile e integrata con Pclos di quella scaricabile dal sito di Google
Wine - Serve per far girare su Linux alcuni programmi per Windows. Ne parlo più avanti
Gthumb - Assomiglia un po' a IrfanView o ad ACdSee: ottimo per fotoritocco veloce e semplice e picture manager
Gimp - Sostituisce Photoshop
Cheese - Per provare la webcam e registrare da essa
Furius ISO Mount - Serve per vedere le immagini dei CD o DVD scaricate senza doverle masterizzare. Equivale ai Deamon's Tools per Windows
Gprename - Molto utile per rinominare molti file con un solo click
Audacity - Per registrare e modificare audio
Avidemux - Per tagliare e unire i video e per convertirli di formato
Sound Converter - Per convertire i file audio da un formato all'altro
K3b - Programma per la masterizzazione simile a Nero
K9copy - L'equivalente di DVD Shrink
Kdenlive - Video editor semplice ma molto potente
Timidity - Supporto per poter ascoltare i MIDI file
Asunder - Un ottimo CD ripper, paragonabile (se non migliore) a EAC
Xsane - Come Simple Scan, ma più potente e complesso
Inkscape - Simile ad Adobe Illustrator
Scribus - Simile a Microsoft Publisher
Qcad - Un buon CAD 2d
Blender - Il miglior programma del mondo per la modellazione 3D
aMule - Come eMule ma per Linux
Nicotine Plus - Ottimo programma di file sharing per condividere e scaricare musica. Qui si trovano anche le cose più rare. Molto veloce, perfetto per scaricare singole canzoni
Goldendict - Dizionario stupendo che legge anche i dizionari Babylon (scaricate i file .BGL dal sito di Babylon, li mettete in una cartella, andate nelle Preferenze di Goldendict e gli dite dove li avete messi)
Videoporama - Fa degli slideshow tra foto e musica
Imagination - Come sopra
Bombono DVD - Ottimo programma per fare authoring (partire da dei filmati e fare il menu e la struttura di un DVD da poi masterizzare)
WinFF - Come sopra, ma senza sottotitoli. Però ha molti più preset e formati
Devede - Come Bombono ma molto più semplice. Adatto per conversioni veloci. Non fa i menu.

Oltre a questi, che abbiamo appena installati, nel sistema avevate già:
Nautilus - il file browser come Esplora risorse di win.
Editor di testo Gedit - Come Notepad ma molto più potente
Openoffice - L'equivalente di Office. Legge e scrive anche i file Excel, Word e Powerpoint
Transmission - Programma per scaricare i file torrent
...e tante altre cose che dovete solo provare.

Inoltre tenete presente che:
- Le "Risorse del computer" ce le avete nella barra in alto, sotto "Risorse".
- Quando inserite una chiavetta USB, viene aperta direttamente da Nautilus e ne vedete il contenuto direttamente sul desktop. Prima di toglierla andate a sinistra nelle risorse, individuate la chiavetta,cliccateci sopra col destro e selezionate "Smonta".
- Non dovete installare Acrobat o Winzip, è già tutto integrato nel sistema.
- Per cambiare lo sfondo i colori eccetera dovete andare su Sistema → Preferenze → Aspetto
- L'audio lo configurate premendo l'icona dell'altoparlante in alto a destra e scegliendo "Preferenze audio". Se volete attivare ingressi o uscite nascoste (spesso qualche ingresso come il microfono esterno non sono attivabili da lì) scrivete alsamixer nel terminale, e provate a smanettare lì dentro, tenendo conto che premendo TAB (il tasto a sinistra della lettera Q sulla tastiera) vi spostate tra gli ingressi e le uscite, con i tasti freccia alzate e diminuite i volumi e vi spostate da un canale all'altro, con la barra spaziatrice attivate/disattivate gli ingressi, e con il tasto "M" attivate e disattivate le uscite. Per uscire da alsamixer premete ESC sulla tastiera.

5 - CONFIGURAZIONE DEL SOFTWARE
5.1 - Firefox
Ci sono parecchi plugin che vi consiglio. Lanciate Firefox e andate su Strumenti → Componenti aggiuntivi → Esplora → Cerca componenti e cercate - e installate - queste estensioni che vi consiglio:
Video Download Helper - Per scaricare i video da YouTube. Potete poi estrarne l'audio con Sound Converter
Adblock Plus - Per evitare fastidiose pubblicità e popup. La prima volta che riavviate Firefox vi chiede di accettare una lista di siti: accettate.
Firefox Sync - Se vi fidate ad avere tutti i vostri preferiti e magari persino le vostre password con rispettivi login su un server remoto, questo add on vi permette di sincronizzare tutti i vostri browser su tutti i vostri computer.

Inoltre, andate sul sito di Moonlight e installatelo: serve per vedere i filmati di Microsoft Silverlight (non tutti, purtroppo).

5.2 - Effetti speciali 3D (cubo e varie)
Sistema, preferenze, configura il tuo computer, si apre il Centro di Controllo, hardware, Configure Video Card, opzioni, controllate che sia spuntata Accelerazione hardware 3d.
Andate su Applicazioni, Software Center, Synaptic e installate compiz e compiz fusion
Clic destro sul desktop, crea lanciatore, inserite il comando compiz --replace, chiudete e cliccate sull'icona del lanciatore.
Potete ruotare subito il cubo tenendo premuti i tasti Ctrl e Alt e trascinando il Desktop col mouse.
Andate su Sistema → Preferenze → Gestione configurazione CompizConfig
Provate ad attivare e disattivare quel che vi pare (accettate le impostazioni nel caso che vi chieda di risolvere conflitti o disattivare effetti incompatibili) e quando siete contenti chiudete il configuratore.
Se desiderate avere permanentemente compiz all'avvio del pc:
Sistema, preferenze, Applicazioni di avvio, Aggiungi, Nome Compiz, Comando compiz --replace

5.3 - Programmi preferiti
Tenendo presente che, se volete aprire un tipo di file sempre con una specifica applicazione, basta cliccare col destro sul file (per esempio un JPG), scegliere "Proprietà", andare su "Apri con" e scegliere il programma preferito, sappiate che c'è anche un'altra cosa da fare per le impostazioni generali:
Sistema → Preferenze → Applicazioni preferite e scegliete quelli che volete voi.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Questa guida, protetta da licenza Creative Commons, è liberamente tratta, col permesso dell'autore Stefano Droghetti, dalla guida https://sites.google.com/site/stefanodroghetti/primi-passi-con-ubuntu-10-04 ed adattata a Pclos.

Problemi post-installazione

In questa sezione possiamo elencare gli errori che gli utenti lamentano più frequentemente al primo boot dopo l'istallazione su disco di PCLinuxOS.

Come aggiornare correttamente PCLinuxOS

Per aggiornare correttamente PCLìinuxOS:

Eseguire Synaptic
Cliccare su "Ricarica" per ottenere l'elenco di file corrente
Clicca "Marca tutti gli aggiornamenti"
Fare clic su Applica

NON USARE apt-get update e apt-get upgrade dalla riga di comando. E un'operazione sconsigliata. Se ti ostini a usare la riga di comando, la procedura corretta è

apt-get update

seguito da

apt-get dist-upgrade

Se per qualsiasi motivo il sistema dice che non è in grado di recuperare un pacchetto non si desidera continuare a dire sempre di no, segnalalo al forum e tenta di aggiornare più tardi.

Si prega di aggiornare il sistema ogni settimana o ogni due settimane. Non aspettare più di 30 giorni di tempo per aggiornare il sistema. Una volta che una nuova ISO viene prodotto e messo a disposizione del pubblico non abbiamo più test di aggiornamento da versioni precedenti.

Inoltre gli sviluppatori consigliano di installare il pacchetto aptupdate appena appare nei repositories. Trattasi di uno script che aggiorna rpm, apt-get e synaptic all'ultima versione. Aggiornamenti che non possono essere eseguiti via synaptic.

Per maggiori informazioni:http://www.pclinuxos.com/forum/index.php/topic,92661.0.html

Errori GRUB

Al riavvio della macchina PCLinuxOS potrebbe non partire a causa di un errore nel bootloader GRUB.

In questa pagina del manuale si potrebbero riportare gli errori più frequenti e le eventuali soluzioni...
Intanto riporto due links molto utili:
http://wiki.gentoo-italia.net/index.php/Collezione_errori_grub#Grub_erro...
http://forums.gentoo.org/viewtopic.php?t=122656

[Gnome] Riproduzione video mpeg e avi

L'applicazione di default "Riproduttore multimediale Totem" non è provvista dei codec adeguati, è necessario quindi utilizzare Gnome Mplayer.
1) clic destro sul file
2) apri con
3) scegliere Altra applicazione e non subito GNOME Mplayer
4) scegliere GNOME Mplayer assicurandosi che sia spuntato il flag Ricordare questa applicazione ..

Da ora in poi col doppio click sarà possibile riprodurre il file con GNOME Mplayer

Attenzione, dopo un tentativo di utilizzare Totem sarà necessario riavviare la sessione per poter riprodurre con successo con altre applicazioni

Una valida alternativa è installare VLC

Manca la directory .gnome2/accels

In un sistema aggiornato non partiva Firefox.
Lanciandolo da shell avevo l'errore:
"Impossibile creare la directory per gli acceleratori di GNOME «/home/utente/.gnome2/accels»: Permission denied"

Ho risolto creando da root la directory
# mkdir /home/utente/.gnome2/accels
e poi cambiandone il proprietario
# chown utente:utente /home/utente/.gnome2/accels

Risoluzione del problema con texlive: File 'utf8x.def' not found

Se qualcuno di voi, come me, usa PCLinuxOS per generare documentazioni altamente professionali con Sphinx e LaTeX, potrebbe essersi imbattuto nel problema "File 'utf8x.def' not found".

Ho impiegato un po' a trovare la soluzione, e quindi la condivido volentieri con voi, nella speranza di esservi di aiuto e farvi risparmiare del tempo prezioso.

All'inizio credevo che fosse necessario installare dei pacchetti aggiuntivi oltre al Texlive di base, ma sbagliavo. E' solo un problema di ricompilazione dei font, che non viene eseguita automaticamente.
La procedura da seguire e' quindi questa:

1) Aprite la console
2) Loggatevi come super utente (comando "su")
3) Eseguite il comando: texhash

Il comando sopra ricompilera' i fonts per il vostro sistema e tutto dovrebbe andare a posto.
Buona scrittura!

Risoluzione video

In un portatile su cui linux fa davvero tanta fatica a farsi vedere (Amilo Fujitsu Siemens) ho rimesso pclos e mi è risuccessa una cosa che non vedevo più da diverso tempo, ovvero la risoluzione massima era appena 1024x768 invece del corretto 1280x800.

Ho risolto al solito modo:
# nano /etc/X11/xorg.conf
e inserita la risoluzione
"1280x800"
all'inizio di tutte le righe 'Modes' delle subsection 'Display' della sezione 'Screen'.

Naturalmente prima avevo fatto una copia di backup.

Procedura di installazione

AllegatoDimensione
HTML icon installazione.html6.13 KB
Image icon 00.png44.31 KB
Image icon 01.jpg26.83 KB

Shell: script e stringhe

In questo book si raccoglie il materiale dedicato alla shell.

Script, stringhe e tutto quello che può servire nell'utilizzo di uno strumento che resta l'approccio più versatile e veloce alle risorse di un computer, a patto naturalmente di saperlo usare.
Questo "a patto" è ciò che spaventa molti nell'avvicinarsi a un linguaggio che vorrebbe essere conosciuto PRIMA del suo utilizzo, esattamente come una lingua qualsiasi che, almeno nei primi rudimenti, ha bisogno di un approccio 'accademico'.

Nella lunga e insolubile polemica che oppone terminalisti e guisti tutti hanno le loro ragioni; personalmente, però, trovo che dalla parte dei terminalisti ci sia, almeno potenzialmente, una ricchezza maggiore. Visto come sono costruiti i sistemi, di fatto, la gui è sotto le mani e il mouse di tutti continuamente ma l'uso della linea di comando, almeno nel mondo linux, spesso consente una migliore penetrazione nel sistema.

E comunque, conoscere una lingua in più, di certo non fa male.

Cercare nel sistema

da footstep11
una Spiegazione 'lunga' su come trovare files

http://www.pclinuxos.it/node/2191#comment-14655

Comandi Base

Imparaticcio (mosaici di webcam)

AllegatoDimensione
Package icon imparaticcio-01.zip6.06 KB

Incollo l'inizio del file LEGGIMI.txt di una routine che ho scritto tempo fa e che ultimamente ho ripreso e integrato.
Si trova tutta nello .zip allegato con qualche istruzione nel LEGGIMI.

Spero che qualcuno trovi la voglia di guardarci e il gusto di modificarsela a piacimento


================
§ firenze, 29-12-2011 §
================

imparaticcio
[im-pa-ra-tìc-cio] s.m. (pl. -ci)
Lavoro manuale o intellettuale fatto per esercizio e quindi difettoso, insufficiente

Fin qui la definizione della definizione: ho pensato di pubblicare questo set di script non tanto perché possano davvero essere utili di per sé quanto perché proprio perché scritti da un quasi abalfabeta non contengono quegli agilissimi incomprensibili passaggi tipici di codici fatti da chi se ne intende davvero, restando quindi perfettamente accessibili anche a chi non ne capisce poi tanto.
D'altra parte non sono pochi i comandi e le funzioni che utilizzano e così si possono porre come punto di partenza per ben più profonde indagini.

OCCASIONE
=========

Dai tempi di Win95 SE è stato possibile farsi dei background con codice html e/o almeno delle immagini aggiornate dinamicamente.
Passando a linux trovai che in kde3 c'era un programmino bellino che assolveva al compito; in Kde4 no.
Si vede che gli utenti di kde4 sono giudicati più interiormente dinamici e quindi meno bisognosi o forse sono io che non l'ho trovato, fatto sta che volevo le mie amate webcam pronte a aggiornarmi sulle montagne preferite e quindi ho prodotto un po' di file.

FUNZIONAMENTO
=============

Partendo da una lista di webcam composta dall'utente, il set di script si propone di assolvere a 3 funzioni:
1- Salvataggio in modo ordinato di immagini selezionate.
2- Composizione automatica di mosaici atti a essere visualizzati in sequenza per presentazioni, animazioni, background etc.
3- Archiviazione dei mosaici più interessanti

L'aggiornamento dei mosaici può essere fatto lanciando bgwebupdating.sh a mano o preferibilmente tramite cron a cadenza regolare
[..]

import

AllegatoDimensione
Package icon import.zip414 byte

Lo so che con Stamp Alt+Stamp o Shift+Stamp si buttano dentro gli appunti immagini più o meno complete dello schermo.
So anche che tutti i DE si attrezzano per fornire a questi shortcut degli abitini grafici per indirizzare quegli appunti da qualche parte.
Ma quale parte?
Un posto da trovare navigando nel filemanager e soprattutto un nome da dare digitandolo tutte le volte, pena la sovrascrittura dell'ultimo salvataggio.

Questo scriptino proprio da nulla lo feci dopo che avevo perso non so quale registrazione a qualche sito e da quel giorno lo uso tutte le volte che faccio un acquisto, una registrazione, guardo un help complicato, ricerco indirizzi.
Ho fatto naturalmente un lanciatore sul desktop o su un pannello a scomparsa in modo da poterlo eseguire con un clic in un attimo e lui lancia il programma import della suite imagemagick che trasforma il puntatore in un delimitatore.
L'area delimitata dal mouse viene inviata agli appunti e da lì stockata automaticamente (senza altri interventi) in una nuova immagine.
Fin qui niente di nuovo: l'interessante, per me, è che ogni nuovo salvataggio viene fatto salvando nel nome del file anche la data e l'ora e quindi evitando qualsiasi sovrascrittura.
In seguito, è facile buttare via tutti i salvataggi inutili e tenere quelli che servono commentando il solito file di log che si è creato.

Banale, no?
Però andava fatto.

Sudo

Indirizzo originale dell'intervento di Hertz:
http://www.pclinuxos.it/node/2612#comment-18200

Buongiorno a tutti,

i comandi su e sudo potrebbero a prima vista essere identici (se non per qualche sottile differenza di utilizzo), ma per gli addetti ai lavori, che si occupano principalmente di sicurezza informatica anche a titolo professionale, di differenze ne riscontra quotidianamente, soprattutto se si tratta di server.

Dal link postato in ogni caso viene specificato che sudo non è sicuro a confronto con su perchè al momento della chiusura di un'applicativo eseguito attraverso sudo, intercorre un lasso temporale di circa cinque minuti che possono diventare utili ad un ipotetico aggressore, per ottenere i diritti di amministrazione in un determinato sistema preso di mira, mentre con l'utilizzo di su, la chiusura risulta immediata e quindi meno rischioso.

Forse per un utente comune davanti al suo computer non sembra affatto un problema loggarsi come sudo per far partire un programma che necessita di permessi amministrativi, ma per chi gestisce dei server, c'è una sostanziale differenza.

Questo uso di sudo può mettere in serio pericolo il sistema favorendo l'incremento di rootkit ed exploit all'interno di un sistema, che danno libero accesso amministrativo ad un potenziale aggressore permettendo a quest'ultimo di agire indisturbato da remoto.

Spero di essere stato abbastanza chiaro utilizzando termini prettamente tecnici, ma da come si legge nella guida del link, non sono soltanto io che definisco la pericolosità dell'utilizzo di sudo, ma un team esperto e pienamente qualificato che certamente ha ed avrà avuto i suoi buoni motivi per descrivere l'argomento.

Naturalmente ognuno fa quello che preferisce, ma a suo rischio e pericolo.

Tips & tricks

In questo book si raccolgono in forma sintetica:

- consigli e raccomandazioni di rapida consultazione.

- riepiloghi di thread del forum che si siano prolungati eccessivamente

- comandi di linea di comando.

Alternative a Skype: Linphone

Tutti sappiamo che Skype è diventato della Microsoft, e già questo basta. In più personalmente ho avuto gravi difficoltà a usare Skype (KDE Desktop sia 32bit sia 64bit): è come se il programma, nella sua ultima versione, richiedesse troppe risorse di banda.
Così mi sono dato da fare per cercare delle alternative.
Ho provato a vedere Google Hangout, ma mi è sembrato farraginoso e comunque legato a Chrome, il browser di casa Google, che è pur sempre una ditta privata. Vedremo comunque se Google svilupperà un'applicazione a sé stante (tra Microsoft e Google io scelgo Google).
Ho provato Jitsi, ma non ha funzionato.
Ho provato Ekiga, ma su windows ha dimostrato dei bug davvero troppo grossi (non tiene a mente i settaggi)

Infine ho provato Linphone. Intanto è positivo che l'ultima versione sia piuttosto recente e che il loro sito appare "vivo". E il programma funziona. Bisogna avere un po' di pazienza: in effetti può capitare, dopo averlo istallato, che non parta più. Allora è bene, una volta istallato e settato e verificato che funziona, copiare il file .linphonerc posto nella home in un luogo sicuro per utilizarlo in caso il programma non parta. Ho visto che se ci sono problemi basta sostituire l'attuale file .linphonerc con quello rivelatosi funzionante.
Il settaggio del programma è certo meno immediato e intuitivo di Skype, ma non è poi così difficile: se uno ha linux lo troverà decisamente accessibile.
1) Basta crearsi un account SIP (c'è una maschera del programma che alla prima apertura vi propone di crervi un nuovo account SIP con suffisso linphone). Tenete ben presente di salvare da qualche parte la password: se ve la dimenticate non c'è modo di recuperarla sul sito.
2) e poi potete aggiungere i vostri contatti, che purtroppo non sono tanti come in Skype e non è consentito effettuare ricerche sul database di linphone, a differenza di Skype: dovete voi sapere qual è l'username della persona con cui volete mettervi in contatto.
Certo, sono auspicabili miglioramenti. Ad esempio non è possibile bannare contatti indesiderati, e può capitare di venir chiamati da sconosciuti. O ancora è possibile inviare del testo solo se il contatto a cui lo voleve inviare è online, mentre con Skype funziona anche se è offline.
Però vale la pena provarlo e diffonderne l'uso.

Come configurare il monitor esterno su PCLinuxOS con KDE

La guida che segue, è stata provata il 01/03/2015 usando il Sistema Operativo PCLinuxOS con KDE installato su laptop Lenovo R61

All'avvio di PCLinuxOS con KDE, se abbiamo collegato un monitor esterno al portatile, di default il monitor esterno è visto come il monitor principale, collocato a destra del monitor integrato. La differenza fra monitor principale e monitor secondario, sta nel fatto che il menù a tendina e le icone sul desktop sono visibili solo sul monitor principale.
Questa guida spiega come fare per far sì che PCLinuxOS con KDE veda come monitor principale il monitor integrato, e consideri il monitor esterno collocato fisicamente a sinistra del monitor integrato.

1) Dal menù a tendina, selezionare:
[K] > [Altri programmi] > [Configuration] > [Impostazioni di sistema]

2) Nel pannello che si apre, selezionare [Schermo e video]

3) Nel pannello che si apre, selezionare [Size & Orientation]
Da qui, è possibile verificare quali sono i monitor collegati, e quale monitor è quello principale.
Nel mio coso, risulta connesso e riconosciuto come Uscita Principale il monitor esterno VGA-0, e come monitor secondario, il monitor integrato LVDS-0

4) Agire sul menù a tendina [Uscita principale] (in basso a sinistra) per impostare [LVDS-0], dopo di che cliccare su [Applica] (in basso a destra)

5) Il Sistema Operativo applica le modifiche e mostra un pannello dal quale è possibile accettare la nuova configurazione; cliccare su [Accetta la configurazione] per rendere definitiva la nuova configurazione.
Ora ho i menù a tendina sullo schermo integrato, il che è molto più pratico.

6) Agire sul menù a tendina [Posizione] (al centro a sinistra) relativo a LVDS-0 per impostare [A destra di] [VGA-0], dopo di che clicco su [Applica] (in basso a destra)

7) Il Sistema Operativo applica le modifiche e mostra un pannello dal quale è possibile accettare la nuova configurazione; cliccare su [Accetta la configurazione] per rendere definitiva la nuova configurazione.

Ora PCLinuxOS con KDE presume che il monitor integrato [LVDS-0] sia a destra del monitor esterno [VGA-0] (cosa che, nel mio caso, corrisponde alla realtà), quindi se faccio sparire il puntatore oltre il bordo destro del monitor esterno [VGA-0], il puntatore ricompare in prossimità del bordo sinistro del monitor integrato [LVDS-0], e se faccio sparire il puntatore oltre il bordo sinistro del monitor integrato [LVDS-0], il puntatore ricompare in prossimità del bordo destro del monitor esterno [VGA-0]

NB: non so come rendere permanenti le nuove impostazioni, quindi occorre ripetere la procedura ogni qual volta si renda necessario.

Come riparare un Synaptic RPM database corrotto

Traduco un post di texstar su pclinuxos.com che lui stesso mi passò una volta che mi ero incasinato con apt:
----------------------------------------

Come riparare un Synaptic RPM database corrotto

Apri un terminale (Konsole)
Digita su e dai invio
Digita la password di root e invio

Rimuovi il db corrotto:
[root@localhost ~]# rm -rf /var/lib/rpm/__db*

Ricostruisci il database: (può essere lento, aspetta che abbia finito!)
[root@localhost ~]# rpm --rebuilddb

Verifica la presenza di installazioni duplicate:
[root@localhost ~]# dupeclean

Ripulisci l'apt
[root@localhost ~]# apt-get clean
[root@localhost ~]# apt-get autoclean

Digita exit (o ctrl+d)

Connettere lo smartphone android al PCLinuxOS kde

Ciao a tutti, vorrei provare a spiegare come si collega uno smatphone android dalla versione 4.01 al PCLinuxOS con kde connect. Prima di tutto installate kde connect con synaptic, poi installate su android un l'app kde connect che troverete in playstore. Disattivate l'eventuale firewall di pcliunux, oppure aprite le porte fra 1714 e 1764 per entrambi i protocolli TPC e UDP. Attivate wifi del vostro smartphone e sulla stessa rete wifi dovreste vedere associati i due dispositivi. A questo punto cliccate su associa dispositivi sia sul pc che sul telefonino e dovrebbe essere tutto pronto. Per trasferire i dati da e per lo smartphone, dal pc cliccate col pulsante dx del mouse sul file che vi interessa e scegliete di inviare al dispositvo android, cosi il file viene inviato allo smartphone. Invece da android scegliete il file che vi interessa spuntatelo e con un ok il file viene inviato al pc. Se non troverete il programma kdeconnect nel menù di pclunxos, creatolo voi. Questo è il comando che dovete inserire senza virgolette "kcmshell4 kcm_kdeconnect"  in modifica applicazione dal menù start con il pulsante dx del mouse. Spero di esservi stato d'aiuto.

Creare un repo locale

Riepilogo il suggerimento che mi dette gianvacca in questo thread
[ http://www.pclinuxos.it/node/528 ] (di cui comunque consiglio una scorsa)
per la creazione di un repo locale.

1)
Vai nella cartella dove vuoi "installare" il tuo repo personale
# cd [percorso]

2)
crea 2 directory:
# mkdir -p apt/pclinuxos/2010/base
# mkdir apt/pclinuxos/2010/RPMS.testing

2)
Copia in testing i tuoi rpm

3)
Dai il comando:
# genbasedir --flat --bz2only --progress apt/pclinuxos/2010 testing

4)
Aggiungi il nuovo repo:
# echo rpm file:[percorso]/apt/ pclinuxos/2010 testing >> /etc/apt/sources.list
(oppure editi il sources.list e ci aggiungi la riga
rpm file:[percorso]/apt/ pclinuxos/2010 testing)
5)
Aggiorna l'elenco dei pacchetti
# apt-get update
(oppure via synaptic)

Nota:

Se [percorso] è in una home, i comandi 1, 2, 3 possono essere dati anche da utente. In questo caso il repo sarà disponibile solo al proprietario della home.

La dir base contiene l'elenco dei pacchetti e i relativi checksum. Non mettendoceli, funzionerà lo stesso ma si avrà un messaggio di errore

formattare i Dvd+RW

Genchi riporta la soluzione
http://www.pclinuxos.it/node/1086

-------------------------------------------

Finalmente la stringa giusta per formattare i Dvd+RW.

sudo dvd+rw-format -force /dev/dvd

Era su un sito americano dove non si riesce ad accedere direttamente.
Quindi vi copio quello che ha scritto il forumista che ha postato la
soluzione, sperando che possa essere utile a qualcun altro.

I had huge problems with my DVD+RW: couldn't erase them with
gnomebaker, couldn't erase them with K3B, couldn't erase them with brasero.
Couldn't erase them in windows neither, nor with nero, nor with alcohol120.
The only thing that worked was, with linux:
$ sudo dvd+rw-format -force /dev/dvd
This, and only this, did the job for me.
I believe this problem is mainly due to the low quality DVD writers we
use, in my case an Hewlett Packard HP dvd writer 740b.

Grub2 e grub-legacy nello stesso pc

da francofait:
http://www.pclinuxos.it/node/1561#comment-11368
-------------------------------------------------------

Senza alcun bisogno di Gag e di alcun altro bootmanager , su Mbr collochi grub di mageia o quello di Pclinux , (totalmente indifferente) , a tutte le altre il booloader lo collochi nella loro partizione di sistema.
Poi aggiorni il menu list a mageia se hai messo mageia come primaria su mbr o pclinux se hai messo pclinux
Aggiungere poi le sezion menu utilizzando la notazione breve in grub di mageia e pclinux è uno stupido giochetto di tre sole righe

title namedistro
root(hdx,x) #ove x,x sono rispettivamente unita, partizione in notazione esadecimale, quindi anche lo 0 ha valore significativo
chainloader +1

Oppure più brevemente ancora

title namedistro
chainloader (hdx,x) +1

Per collocare grub2 sulla propria partizione di sistema , alle distro che lo usano , devi usare grub-install --force /dev/sdxx , altrimenti ce lo mette solo se è partizione primaria, il che su un multiboot completo con windows è praticamente impossibile.

Guida installazione Epson Stylus SX125

Guida sulla configurazione della Stampante Epson Stylus SX125 (scritta da bebolinux)

Collegata a PcLinuxos che ha correttamente riconosciuto la stampate.

Basta scegliere da Centro di controllo->Hardware->Stampanti il modello corrispondente e la stampa é OK.

In automatico non viene riconosciuto lo scanner.

Scaricare i driver dello scanner da qui
http://www.avasys.jp/lx-bin2/linux_e/spc/DL2.do
alla voce
Scanner Driver
Download for Epson ME 320/330,Epson Stylus NX125/NX127/SX125/TX120/TX121/TX123/TX125/TX129 core package
iscan-2.26.4-2.i386.rpm

ed i dati relativi

>Download for Epson ME 320/330,Epson Stylus NX125/NX127/SX125/TX120/TX121/TX123/TX125/TX129 data package
iscan-data-1.9.0-1.noarch.rpm

Aprire con Dolphin la cartella done scaricati i file
premere F4 per aprire il terminale shell e digitare
su (password root)
apt-get install iscan-2.26.4-2.i386.rpm
apt-get install iscan-data-1.9.0-1.noarch.rpm

usare simplescan o altro per scannerizzare

Icone desktop kde

Thread originale di francesco bat
http://www.pclinuxos.it/node/2107

Ciao a tutti.
Volevo segnalare questo bug di kde che c'è da diverso tempo:
https://bugs.kde.org/show_bug.cgi?id=251288
In pratica dopo un cambiamento di icone, tema, ecc. sul pc, alcune icone, o tutte, non cambiano o non si vedono.
La soluzione al problema è quella di eliminare un file nella cartella /tmp nella relativa utenza (ne possono essere varie) denominato: icon-cache.kcache
Una volta spostato nel cestino, terminare la sessione e al rientro le icone si aggiustano.
Ho notato che la posizione del file è variato più volte durante gli aggiornamenti ma è sempre presente nella /tmp.
Su slackware non l'ho trovata in /tmp (forse è allocata da qualche altra parte); quindi affidatevi allo strumento di ricerca files di kde e cercate in /tmp.
Spero che questo sia di aiuto perchè qualche mese fa ho tribolato di brutto; di recente anche cambiando il tema icone con il tema Nuvola che cambiava solo parzialmente e ritornando ad oxygen piazzava le icone nuvola alle cartelle e viceversa.
Il problema si risolve eliminando quel file e al riaccesso verrà rigenerato nuovo e senza errori.
Speriamo risolvino presto questo bug siccome per molti è anche difficile trovare la soluzione online (per la difficile ricerca del problema stesso).
Ciao
Francesco bat

Installare direttamente da iso senza masterizzare cd o chiavetta

LibreOffice non si sa quando ha finito di installarsi

Molti hanno riportato la difficoltà di capire quando LibreOffice ha finito il processo di installazione del programma o della localizzazione in quanto non ci sono barre o animazioni che denunciano il corso di tale attività.

Bebolinux ha proposto la (semplicissima) soluzione:
------------------------------------------
La cosa è fattibile [..]
modificando il menu da dove lanciamo il Libreoffice Manager e modificando la voce comando che ora contiene lomanager in
lomanager | zenity --progress --pulsate

Quando lanciamo da menu Libreoffice Manager si apre una finestra con la barra di progressione dell'avanzamento che rimarrà fino alla fine dell'installazione.
Ovviamente resterà a 0% fino alla fine quando andrà di colpo al 100%
------------------------------------------
Qui la discussione originale
http://www.pclinuxos.it/node/1628#comment-11544

NB: Ancora più semplicemente, il comando può essere dato direttamente da shell.

Minitube 2.4.1

Avviso: questo è un workaround in attesa dell'upgrade ufficiale nei repositories di Pclinuxos Smile
Portatevi su questo link e scaricate il relativo pacchetto http://pkgs.org/mageia-cauldron/mageia-core-release-i586/vlc-plugin-gnut...
Utilizzate rpm-installer
Di seguito scaricate da http://pkgs.org/mageia-cauldron/mageia-core-release-i586/minitube-2.4-1....
Scaricate il pacchetto e installatelo con rpm-installer. Provato con pclinuxos lxde 32 bit e funziona. Per il 64 bit occorre fare la prova Wink

Nvidia dopo il 19/02/2015

Texstar ha approntato una nuova pacchettizzazione dei driver Nvidia per ovviare alla fine del supporto da parte di Nvidia stessa alle vecchie schede video.

Un post di footstep:
http://www.pclinuxos.it/node/2563#comment-18248

Pronto soccorso ortografico

Chi si cimenta in un qualsiasi linguaggio di programmazione e/o a marcatori sa bene che scrivere un carattere al posto di un altro cambia il significato e l'eseguibilità dell'intero contesto.

Per lo stesso motivo si penserebbe che anche la lingua (nel nostro caso, almeno nelle intenzioni, l'italiano) necessitasse di un po' di attenzione a come lo si scrive.
Se non altro per rispetto di quelli che poi vorrebbero leggerlo senza troppe sorprese.

Inizio qui una breve lista di equivoci fra i più ricorrenti:

a = preposizione [Es: a casa]
ha = voce di avere [Es: ha sete]

anno = sostantivo [Es: ]
hanno = voce di avere [Es: ]

centra = voce di centrare = pron: (è) [Es: centra il bersaglio]
c'entra = voce di entrarci = pron: (é) [Es: non c'entra con questo argomento]

ce n'è = voce di essercene = pron: (é è) [Es: non ce n'è più]
c'è ne = voce di esserci (sogg.: ne) = pron: (è é) [Es: il sig. Ne non c'è]

da = preposizione [Es: viene da casa]
= voce di dare (ind. 3a sing) [Es: ella dà qualcosa]
da' = voce di dare (imp. 2a sing) [Es: fatti da parte e da' spazio]

fa = avverbio [Es: un anno fa]
fa = voce di fare (ind. 3a sing) [Es: egli fa qualcosa]
fa' = voce di fare (imp. 2a sing) [Es: prego, fa' così]
= inesistente [Es: ]

va = voce di andare (ind. 3a sing) [Es: egli va]
va' = voce di andare (imp. 2a sing) [Es: è tardi, va' a casa]
= inesistente ma a volte usato per la nota musicale[Es: ]

ne = partic. pronom. [Es: ce ne sono, ce n'è]
= avverbio [Es: né questo né quello]

o = congiunzione (alter: oppure) [Es: o questo o quello]
ho = voce di avere [Es: ho fame]

po = fiume [Es: il Po]
po' = tronc. di poco [Es: un po' di qualcosa]
= inesistente [Es: ]

se = congiunzione [Es: se andassi]
= pronome [Es: verso di sé]
se stesso = pronome [Es: verso se stesso]

si = partic. pronom. [Es: si può]
= avverbio [Es: sì o no?]

qual'è = femminile [Es: ]
qual è = maschile [Es: ]

un'altra = femminile [Es: ]
un altro = maschile [Es: ]

ad hoc = appositamente [Es: creato ad hoc per... ]
ad ok = [sconosciuto ]

Inoltre:

dò sà sò fò quì quà sù tré = errore

d'accordo d'altronde finora peraltro = corretto

ehi beh boh ah = per convenzione

---------------------------------------
[ da integrare/completare ]

Supergrub2 su chiavetta che rimane utilizzabile

Come è noto la iso (ibrida) di supergrub2 è installabile su chiavetta, supponendo che il device della chiavetta sia sdb, col comando sudo dd if=nomeiso.iso of=/dev/sdb
Peccato che per una utility di 1.5 Mb la chiavetta venga resa inutilizzabile per altri usi, vedi archiviazione dati.
Questa procedura ha lo scopo di permettere anche l'archiviazione dati.

1) partizionare la chiavetta in fat32 lasciando 3 Mb di spazio non allocato all'inizio
2) salvare su file la tavola delle partizioni con sudo dd if=/dev/sdb of=mbr2 bs=1 count=66 skip=446
3) installare la iso di sgd2 con sudo dd if=nomeiso.iso of=/dev/sdb
4) salvare su file il bootloader sudo dd if=/dev/sdb of=mbr1 bs=446 count=1
5) ricomporre il file del mbr cat mbr1 mbr2 > mbr
6) salvare il file del mbr sulla chiavetta con sudo dd if=mbr of=/dev/sdb

Secondo metodo

esiste un metodo ancora meno invasivo per la chiavetta:
1) rinominare la iso di supergrub in sgd2.iso
2) scaricare memdisk da http://www.mediafire.com/?chlgm4kzizl
3) installare grub1 o grub 2 nella chiavetta
4) creare una cartella sgd e inserirci i file memdisk e la iso
5) modificare il menu.lst (nel caso del grub1) in
default 0
timeout 5
title SGD2
kernel /sgd/memdisk iso
initrd /sgd/sgd2.iso

Quanto sopra riportato vale anche per la iso di supergrub 0.97

Tethering

Forse non tutti sanno che cos'è il tethering e come si fa a usarlo (io non ne avevo la minima idea fino a un'oretta fa ma quando l'ho scoperto non sono stato più nella pelle).

Il tethering è l'arte di usare un telefonino o simili come un modem e usarlo per navigare da pc.

Questa procedura mi sta fungendo in qs momento, che sto scrivendo questo post, fra un Sony-Ericsson Xperia X8 con Android 2.1 e Pclos 2011.

Sul telefonino:
1- Scaricato dall'Android Market l'applicazione EasyTetherLite
2- Disattivato l'opzione USB Debug da Impostazioni->Applicazioni->Sviluppo
3- Collegato il cavo USB
4- Lanciato EasyTetherLite

Sul pc:
1- Andato alla pagina
http://easytether.blogspot.com/2010/10/easytether-drivers.html
2- Scaricato il driver per ubuntu
easytether-0.7.1-2.i386.deb
3- Convertito il .deb in .rpm con alien
# alien -r easytether-0.7.1-2.i386.deb
4- Installato il .rpm con
# rpm -i easytether-0.7.1-2.i386.rpm
6- Lanciato easytether con il comando
# easytether connect
5- Trovata la connessione nel Network Manager

Facile no?
Anzi, geniale

Windows si vede ma non c'è

Suggerimenti per il sito

Questo book serve a raccogliere suggerimenti per come modificare il sito, NON serve a discuterli.
Per quello c'è il forum.

Così sarà più facile fare una lista di modifiche e più veloce realizzarle.

Raccomando di usare una pagina per ogni suggerimento che si vuol dare ed evitare di riscrivere cose già scritte da altri.

Leggere prima di scrivere è sempre raccomandabile.

Colonna di sinistra

Accorpare le 2 colonne a fianco dei post in una sola.
Al momento solo chi ha un display tipo notebook ci si trova bene, chi ha il classico schermo da desktop ha due colonne quasi completamente vuote per circa la metà dello schermo.

Guida al sito

Se neanche gli amministratori hanno capito bene come gestire i book della documentazione, anche supponendo che siano loro degli zucconi, non si può pretendere che chiunque arrivi lo capisca al volo.
Fare una sezione richiamabile dal menu in alto con delle istruzioni.

Indice dei book

Migliorare la gestibilità dei book.
Al momento non si possono cancellare né riordinare nell'indice più alto.

Look documentazione

Bisognerebbe avere dei layout diversi a seconda del tipo di attività che si sta compiendo.

Es: la pagina indice dei book è identica all'indice di un singolo book.
Questo non aiuta affatto a non perdersi

Pagina intro e iso

Sarebbe da fare una pagina di benvenuto con un minimino di grafica e una descrizione sintetica delle varie versioni.

Non è detto che chi capita sia un fan di savonarola e neanche che prima di venire si sia informato su altri siti di com'è organizzato pclinuxos.